La partita di oggi tra Milan e Genoa diventa uno snodo cruciale per la stagione rossonera e questa non è una frase fatta. Il match di questa sera risulta essere fondamentale per la squadra di Montella per diverse ragioni. Innanzitutto è il primo incontro dopo quanto successo lo scorso venerdì allo Juventus Stadium, quindi si potrà misurare con mano la reazione della squadra dopo il convulso finale e gli strascichi polemici. L’episodio finale ha provocato le vibranti contestazioni di numerosi rossoneri che sono costate un turno di squalifica a Bacca, assente quindi quest’oggi, unitamente a Sosa e Romagnoli. Tre perdite davvero importanti per questo Milan, se si conta poi che Montella non potrà schierare in campo nemmeno i lungodegenti Montolivo, Bonaventura e Suso. Oltre a questo, la sconfitta con la Juventus ha provocato l’allontanamento del Diavolo dal quarto e quinto posto, considerando le vittorie rispettivamente di Lazio e Inter. Oggi la vittoria diventa quindi fondamentale per rimanere in corsa per la qualificazione alla prossima Europa League e per dimenticare il più in fretta possibile lo stop contro i bianconeri.

L’avversario di quest’oggi è il Genoa della nuova gestione Mandorlini, una squadra che non pare più essere capace di ripetere quanto fatto nei primi mesi di questo campionato sotto la guida di Juric. Ricordiamo che all’andata i rossoblu sconfissero i rossoneri con un rotondo tre a zero. Poi a gennaio, le partenze di Pavoletti e Rincon e degli acquisti non all’altezza, hanno indebolito il Grifone che non è stato più in grado di ripetere quando di buono fatto precedentemente. Il Genoa, sedicesimo in classifica, arriva oggi a San Siro sfuggendo al clima teso di Genova, specie dopo la seconda sconfitta stagionale nel derby contro la Samp. Un solo dubbio per Mandorlini che dovrà scegliere a centrocampo uno tra Cofie e Cataldi. Sembra invece quasi certa la presenza fin dal primo minuto dell’ex rossonero Taarabt.

Il Milan scenderà in campo con una formazione inedita considerando le molteplici assenze. In difesa dovrebbe rivedersi Vangioni che sostituirà Romagnoli, mentre a centrocampo il posto di Sosa sarà preso a sorpresa da M. Fernandez. Trio d’attacco che sarà composto da Ocampos, Deulofeu e Lapadula.

Partita ostica ma non impossibile, vogliamo subito il riscatto!

Milan (4-3-3): Donnarumma, De Sciglio, Zapata, Paletta, Vangioni, Kucka, Bertolacci, M. Fernandez, Ocampos, Lapadula, Deulofeu. All.: Montella

Genoa (4-3-3): Lamanna, Izzo, Munoz, Gentiletti, Laxalt, Cataldi, Ntcham, Hiljemark, Lazovic, Taarabt, Simeone. All.: Mandorlini

La partita sarà arbitrata da Russo.

Zuma

Zuma

Marco Fumagalli, meglio conosciuto come Zuma, amante, filosofo ed esteta dello Sport in tutte le sue mille sfaccettature. Amo la palla tonda, quella a spicchi, quella ovale, le due ruote e tutto ciò che ci ruota intorno. Il mio nome lo devo anche a Van Basten anche se ho vissuto la mia adolescenza sotto le imprese di Carletto Ancelotti.
Zuma