Milan – Juve: le pagelle dei rossoneri

Abbiati 5,5: Bella parata su Lichtsteiner, ma si fa sorprendere dal colpo di testa all’indietro di Rami e sul gol di Tevez non è esente da colpe. Per l’anno prossimo servirebbe davvero qualcuno più pronto e fresco.

Abate 6: Corre molto e si propone spesso per il cross ed insieme a Taarabt costruiscono un asse molto pericoloso, ma lascia solo Llorente nell’azione del gol.

Rami 5,5: Non una buona partita, molto macchinoso ed impreciso ed un suo retropassaggio errato dà il via all’azione del primo gol.

Bonera 6: Non un campione eccelso, ma commette pochissimi errori ed è quasi sempre efficace, concedendo molto poco a campioni del calibro di Llorente e Tevez.

Emanuelson 6: Discreta partita, forse una delle migliori con Seedorf in panchina. Si vede che ha gamba, ma non azzecca un cross che sia uno. È evidente che in tempi passati non avrebbe scaldato neanche la panchina.

Montolivo 6,5: Sicuramente uno dei migliori. Ottimo sia in fase di impostazione che nel momento in cui va a dare una mano in difesa. Sempre deciso e pulito nei contrasti. (Dal 70’ Honda 5: Gioca solo una ventina di minuti, ma commette molti errori e la sua lentezza è disarmante. Non dà per nulla una mano).

De Jong 6: Forse poteva concedere meno spazio a Tevez nell’azione del gol, ma combatte sempre come un leone e costituisce una vera diga in mezzo al campo.

Poli 6,5: Sempre fondamentale il suo apporto e non è un caso che uscito lui sia sparito il Milan. Annienta del tutto un giocatore di nome Pirlo, prezioso in difesa quanto in fase offensiva. Speriamo che la botta non sia nulla di grave. (Dal 53’ Saponara 5: Sarebbe stato veramente difficile per lui lasciare il segno in questa gara, infatti cade nell’anonimato anche se le potenzialità ci sono).

Kaka 5: Imperdonabili gli errori sullo 0 a 0 che danno gloria a Buffon e Bonucci. Non è lucido né brillante e si vede, per di più questo modulo molto dispendioso non lo aiuta affatto.

Taarabt 6,5: Nel primo tempo è un folletto imprendibile, il migliore senza dubbio dei suoi. Nel secondo tempo il calo di rendimento era inevitabile e Seedorf lo toglie. (Dal 75’ Robinho 5: Ci mancavano le sue disavventure. Entra per sparare sulla traversa a porta vuota. Bentornato).

Pazzini 6,5: Un leone indomabile, manda puntualmente in tilt Bonucci, anche se è troppo solo. Fosse servito un po’ meglio dai compagni, sarebbe stato l’eroe della giornata.

Seedorf 6,5: Era da tempo che non vedevamo un gioco così propositivo e un Milan così brillante per di più contro i più forti. Per l’anno prossimo servirebbe solo qualche innesto di qualità. La via comunque è quella giusta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *