A.Donnarumma 6.5 Sarà che dare sicurezza è una virtù di famiglia, il custode temporaneo della porta si comporta bene esattamente come in occasione del suo esordio. Non riceve minacce particolari.

Abate e Rodriguez 6: Ordinaria amministrazione, con scarsa volontà di avanzamento e pochi cross. Qualche pericolosa distrazione di troppo per lo svizzero, che può fare di più, come giustamente ha sottolineato Gattuso.

Zapata e Romagnoli 6.5: Tranquilla serata per i due corazzieri rossoneri, a cui fisico e mestiere non mancano.

Kessie 6.5 Si divora i bulgari per cena, confermando il brillante momento di forma (dal 56′ Mauri 6 Sufficienza di esistenza, del resto è entrato per ricordare a tutti di esserci ancora).

Locatelli 5.5 : Una buona iniziativa offensiva in slalom e poco altro di buono. Invece diverse cose sbagliate, una delle quali poteva un pò rovinare la serata. Da rivedere.

Montolivo 6: Ordine e saggezza. E anche prevedibilità, per dirla tutta.

Borini 7: Il suo atteggiamento è da prendere ad esempio per tutti. Non gioca tanto, ma ha segnato 3 gol nelle sue ultime tre apparizioni, sfruttando la positività insita, appunto, nel suo atteggiamento. Chapeau!

Andrè Silva 5.5 Buoni propositi conditi da impazienza giovanile e un pò di incertezza, che gli fa perdere rapidità di esecuzione. Forse deve migliorare il rapporto con i compagni, parlare di più con loro, confrontarsi. I piedi ci sono ma sembrano chiusi in una teca di museo.

Cutrone 6.5 Bello il suo assist per Borini, bella l’intensità dimostrata in una partita che di intenso ha avuto abbastanza poco, pur essendo stata giocata seriamente da entrambe le squadre. A inizio ripresa non sfrutta a dovere una buona occasione (dal 56’ Kalinic 6 Si rivede dopo un piccolo stop, naturalmente non può dirsi in forma ma fa il suo piccolo dovere).

Bonucci: S.V.

Gattuso 6.5 I bulgari si confermano modesti e molto benigni. Il turnover rossonero non è eccessivo, ma ragionato. Giusto così, la maratona continua, tutti stanno bene ed hanno fiato.

Nils

Seguo spesso l'istinto. Ai tempi delle scuole elementari decisi di tifare Milan. Nell'autunno 2013 mi venne l'idea di creare questo sito (online dal primo gennaio 2014). A volte scrivo cose senza senso, perciò non prendetemi troppo sul serio.