Mancano poche ore ore al posticipo di domenica sera, in cui il Milan affronterà il Sassuolo al Meazza. In casa rossonera la formazione è decisa per 10/11, stante il solito ballottaggio per il ruolo di unica punta. Dopo il derby infrasettimanale in cui Cutrone e Kalinic hanno deluso le aspettative, sembra essere il portoghese Silva il maggior candidato al ruolo da titolare. Alle sue spalle agiranno Suso e Borini. Quest’ultimo é il prescelto per sostituire l’affaticato Calhanoglu: venerdì il fantasista turco non si è allenato in gruppo e salterà anche l’allenamento di rifinitura odierno.

Gattuso, fresco di rinnovo triennale, potrebbe decidere di non rischiarlo, in vista del prossimo match contro il Napoli. La linea difensiva e quella di centrocampo saranno le stesse che hanno affrontato la Juve allo Stadium, con il rientro di Biglia al posto di Montolivo. Non si può tuttavia escludere che all’ultimo minuto il mister decida di far tirare il fiato a Calabria e Kessie, tra i giocatori più impiegati, dando spazio al recuperato Abate e a Montolivo, nell’“inedito” ruolo di interno di centrocampo.

La coppia centrale, ormai una garanzia, sarà composta ancora da Bonucci e Romagnoli. Un dato confortante per i rossoneri è il fatto che il Milan nel girone di ritorno possa vantare una delle migliori difese della serie A. Considerando le ultime 7 giornate di campionato la porta difesa da Donnarumma è rimasta inviolata in 5 occasioni.

Da par suo il Sassuolo proviene da 4 risultati utili consecutivi, una vittoria e 3 pareggi. Eppure tra Milan e Sassuolo proprio il pareggio sembra essere un risultato non contemplato: nei 9 precedenti in serie A si hanno 5 vittorie per i rossoneri e 4 vittorie per i neroverdi.

Ecco le formazioni che si affronteranno alle 20:45 al Meazza:

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Biglia, Bonaventura; Suso, André Silva, Calhanoglu (Borini). Allenatore: Gattuso. Indisponibili: Conti ; Squalificati: Nessuno

Sassuolo (3-5-2): Consigli; Dell’Orco, Acerbi, Peluso; Lirola, Missiroli, Sensi, Mazzitelli, Rogerio; Babacar, Politano. Allenatore: Iachini. Indisponibili: Letschert; squalificati: Adjapong, Magnanelli

Stefano I.

Ricercatore informatico ​affetto dal sacro fuoco rossonero. Scettico per precauzione, ​realista per vocazione ed ​​amante del genio per eccezione. Nato nel segno di Van Basten con ascendente Savicevic.