gallianijL’anno sta per finire, questo è il periodo dei bilanci per antonomasia ed è anche il momento per fare un primo bilancio della stagione del Milan. Il club rossonero si trova al settimo posto della classifica, con praticamente gli stessi punti dello scorso anno, ma dopo aver speso 86 milioni di euro per il mercato estivo. Un mercato che, a detta di tutti, non era spumeggiante, ma veniva comunque considerato di buon livello (Bacca, Luiz Adriano, Balotelli, Romagnoli, Bertolacci, Kucka).

Siamo quasi al giro di boa del campionato e il Sassuolo (che spesso, avrete notato, ci piace prendere come termine di confronto) ha un punto in più in classifica. Pur spendendo molto meno rispetto al Milan, la squadra di Di Francesco ha ottenuto risultati migliori di quella di Mihajlovic, sono i numeri ad attestarlo. Il Milan ha più o meno gli stessi punti di Chievo Verona ed Empoli. Una domanda sorge spontanea: ma era proprio necessario spendere tutti quei soldi in estate per ottenere questo misero bottino di punti? E’ evidente che l’allenatore non ha saputo trarre il meglio dagli uomini a sua disposizione, è evidente che i giocatori hanno reso meno di quanto l’allenatore e i tifosi si aspettassero, ma è ancora più evidente che i soldi, in estate, sono stati spesi male. Qualcuno pagherà per quest’ultima colpa?

Nils

Nils

Le mie info biografiche sono in sciopero. Torneranno in autunno o in inverno.
Nils