ferrariI tifosi milanisti lo ricordano soprattutto per il suo sfortunato palo nella debacle contro il Barcellona, fu quello il suo momento di gloria in rossonero, a dire il vero un pò poco per un attaccante. La porta in effetti non la vedeva proprio e negli ultimi mesi vedeva poco anche il campo, sebbene Allegri qualche chances importate gliela avesse concessa. Ma lui, Mbaye Niang, il giovane attaccante dal futuro roseo, con il goal non aveva propri feeling: 28 partite in serie A e nessuna rete segnata.  Per questo la società rossonera ha pensato bene di darlo in prestito al Montpellier, in Francia, nella speranza di assistere ad una crescita del ragazzo. E Niang ha cominciato già a far parlare di sè, non per i goal purtroppo, ma per un incidente d’auto che ha visto coinvolto la sua vettura, una Ferrari (sì, un attaccante panchinaro che non segna mai può comprarsi una Ferrari, per quanto possa sembrare assurdo). Niang è andato a schiantarsi contro un albero, per motivi ancora incomprensibili. Così incomprensibili che le forze dell’ordine di Montpellier hanno deciso di chiamarlo nella stazione di polizia per avere maggiori spiegazioni, per accertarsi della regolarità della sua patente e per appurare che al volante ci fosse davvero lui, al momento dell’incidente. Noi siamo convinti che fosse proprio lui, sì, l’albero rappresenta una prova inconfutabile.

Nils

Nils

Le mie info biografiche stanno attuando uno sciopero estivo. Torneranno in autunno.
Nils