Anno nuovo vita nuova per Nigel De Jong. Dopo una veloce avventura a Los Angeles e un periodo difficile al Galatasaray, il 33enne ex rossonero da poche settimane è in forza al Magonza (Mainz), in Bundesliga, dopo aver risolto consensualmente il contratto con la squadra turca. Il Mainz è una squadra che lotta per non retrocedere (solo 6 vittorie in 23 partite e seconda peggior difesa del campionato tedesco). Uno dei suoi compagni di squadra è l’italiano Giulio Donati, che ha avuto un passato nella primavera dell’Inter e in un paio di squadre della nostra serie B. Non sappiamo se il Magonza riuscirà a salvarsi, ma ci sono delle concrete possibilità di raggiungere l’obiettivo, perchè la squadra è viva ed ha vinto un paio di partite da quando è arrivato . E siamo certi che una buona mano lui saprà darla, avendo anche dalla sua il valore di un’altra esperienza in Bundesliga, nell’Amburgo (dal 2006 al 2009, pochi anni prima di arrivare al Milan proveniendo dal Manchester City).

Chissà cosa pensa Nigel De Jong di questi ultimi anni di carriera agonistica. Dai fasti della Champions League al grigio periodo rossonero, alla non entusiasmante avventura in Turchia, dove negli ultimi mesi ha giocato pochissimo a causa di divergenze con l’allenatore, alla lotta per non retrocedere. L’età avanza anche per lui, che con un suo gol fece vincere al Milan un bel derby e che giocò una finale (persa) del campionato del mondo con la maglia dell’Olanda, nel 2010 in Sudafrica. “Invecchiando si diventa più intelligenti, perchè sai cosa puoi fare e cosa non puoi fare. Io cerco sempre di dare il 110 percento, questo è il mio stile, imparo dai miei errori, ho 33 anni ora, devo essere un po’ più intelligente” ha dichiarato un mese fa, in una intervista rilasciata a Bundesliga.com .

In bocca al lupo per questa tua nuova avventura, Nigel! E non entrare troppo duro!

Nils

Seguo spesso l'istinto. Ai tempi delle scuole elementari decisi di tifare Milan. Nell'autunno 2013 mi venne l'idea di creare questo sito (online dal primo gennaio 2014). A volte scrivo cose senza senso, perciò non prendetemi troppo sul serio.