Olympiacos-Milan 3-1, i voti di Reina e compagni

Olympiacos-Milan 3-1, le pagelle dei rossoneri:

Reina 6 Un’ottima parata e tre gol presi, senza colpe particolari.

Abate 6 Più che buona la sua prestazione per un tempo ed anche più. E’ chiaro che fa quel che può, ma l’impegno è assolutamente apprezzabile.

Calabria 5.5 Difficoltà (già note) in fase difensiva e scarsa incisività in quella offensiva.

Zapata 6 Senza il suo gol probabilmente sarebbe andata perfino peggio, ottimo pure il suo salvataggio davanti alla porta, pazienza se ci mette lo zampino anche nella rete dei padroni di casa.

Rodriguez 5 Soffre la vivacità dei greci e non riesce mai a rendersi realmente pericoloso al cross (dall’85’ Halilovic S.V.)

Calhanoglu 4 Troppo molle per una partita del genere. Forse troppo molle per il Milan. Ha avuto le sue occasioni, non ne avrà molte altre, a mio modesto parere.

Bakayoko 6 Per un tempo è fra i migliori, poi perde anche lui la bussola e si esibisce in errori grossolani,.

Kessie 6.5 Vera anima di questa squadra, corre e si dà da fare, arrivando anche al tiro. Alla fine cala un pò anche lui e son drammi.

Cutrone 5 Sbaglia un paio di passaggi che, se effettuati meglio, avrebbero creato limpide occasioni da gol. Gli manca un pò di qualità e nel Milan questo è un optional richiesto (dal 78′ Laxalt S.V.)

Higuain 5 Va vicino al gol in un paio di occasioni. Ha fatto di peggio in altre partite, purtroppo è un periodo tremendamente negativo per lui.

Castillejo 5 Evanescente, con l’aggravante che ogni tanto si addormenta del tutto. Praticamente inutile.

Gattuso 5 L’ingresso di Laxalt non prometteva niente di buono e puntualmente è arrivata la punizione. A certi livelli non puoi essere così sicuro di poter gestire la situazione. Le sue scelte sono spesso logiche, ma ancora più spesso sono prevedibili e figlie di una scuola, quella italiana, che non premia più come una volta. Sono cambiati i tempi e le sue scuse le abbiamo sentite in più di una occasione. Le sentiremo di nuovo dopo la finale di Supercoppa?

Nils

Seguo spesso l'istinto. Ai tempi delle scuole elementari decisi di tifare Milan. Nell'autunno 2013 mi venne l'idea di creare questo sito (online dal primo gennaio 2014). A volte scrivo cose senza senso, perciò non prendetemi troppo sul serio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *