bonaventura.baccaAncora con la sbornia da smaltire per il derby di domenica sera vinto contro i cugini nerazzurri, il Milan si trova a dover affrontare il Palermo al Barbera in una sfida assai delicata. I rosanero, dopo l’esonero di Ballardini, stanno ritrovando, con il duo Tedesco-Schelotto, il gioco e le certezze di inizio stagione. Quella di questa sera sarà la sfida numero 28 tra le due formazioni in casa dei rosanero: il bilancio vede i rossoneri in vantaggio con 10 vittorie e 8 i pareggi. 9 invece, i successi del Palermo. All’andata, a San Siro, finì 3-2 per il Diavolo, in virtù delle reti segnate da Bacca (doppietta), Hiljemark (doppietta) e Bonaventura.
Tedesco e Schelotto dovrebbero riconfermare gli stessi undici che hanno pareggiato sabato contro il Carpi e battuto l’Udinese 10 giorni fa in casa. Davanti a Sorrentino, quindi, spazio a Struna, Gonzalez, Goldaniga e Lazaar, a centrocampo giocheranno Jajalo, Chochev e Hiljemark. In attacco attenzione all’insidioso tridente Vazquez, l’ex Gilardino e Quaison.
Mihajlovic pare invece non voler cambiare proprio nessuno, riconfermando i protagonisti della stracittadina di domenica, escluse sorprese dell’ultimo minuto ovviamente. Avanti allora con Donnarumma tra i pali, difesa formata da Abate, Alex, Romagnoli e Antonelli. In mezzo al rettangolo di gioco Honda, Kucka, Montolivo e Bonaventura, mentre là davanti la coppia Bacca-Niang.

Palermo (4-3-3): Sorrentino; Struna, Gonzalez, Goldaniga, Lazaar; Jajalo, Chochev, Hiljemark; Vazquez, Gilardino, Quaison.

Milan (4-4-2): Donnarumma, Abate, Alex, Romagnoli, Antonelli; Honda, Kucka, Montolivo, Bonaventura; Niang, Bacca.

Julian S.

Julian S.

Aretino dal sangue illirico. Apprendista giurista alla ricerca di una giustizia che forse ancora esiste. Beh sì, ho grandi ambizioni. Vivo immerso in una sorta di tensione creativa quotidiana. Comunicare per me è vivere, conoscere, condividere. Tifo Milan perché è l’essenza del calcio.
juliansaan14@gmail.com
Julian S.