Albania – Italia, quanto vale? Quanto è fondamentale? Per certi versi poco, per certi versi molto. C’è l’importanza di assicurarci la prima fascia, che ci consentirebbe di incontrare una squadra più “morbida” allo spareggio. Vincendo stasera a Scutari, infatti, l’Italia sarebbe praticamente sicura della prima fascia, a meno che non accada che la Francia si faccia sconfiggere dalla Svezia. Se invece gli azzurri non vincono, il ranking si abbasserebbe al di sotto dei 1000 punti. In tal modo diverse squadre, dal Portogallo, alla Danimarca alla Croazia potrebbero superarci. Ma in gioco, oltre al ranking, c’è anche (e soprattutto) la fiducia di tifosi e addetti ai lavori nei confronti del ct Ventura. Messo in difficoltà dalle ultime sconcertanti prestazioni dei suoi convocati, l’ex tecnico del Bari vede la sua posizione vacillare sempre più. Ciò che gli serve si chiama vittoria, quella cosa ottenuta solo in una occasione (e a stento) nelle ultime tre partite.

Stasera, in casa dell’Albania, il commissario tecnico azzurro punterà su una formazione abbastanza simile a quella proposta alcuni giorni fa, però con l’esclusione di Verdi:

Albania (4-3-3): Berisha; Hysaj, Ajeti, Veseli, Agolli; Kace, Memushaj, Latifi; Xhaka, Sadiku, Balliu. All. Panucci.

Italia (4-2-4): Buffon; Darmian, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Parolo, Gagliardini; Candreva, Immobile, Eder, Insigne. All. Ventura
Nils

Nils

Seguo spesso l'istinto.
Nils

Latest posts by Nils (see all)