Un Montella visibilmente preoccupato in conferenza stampa, e che ha tutte le ragioni per mantenere alta la tensione alla vigilia della classica partita abbordabile. “Quando abbiamo pensato che sulla carta fosse facile, abbiamo fatto pessimi risultati. Quando abbiamo avuto il calendario più difficile abbiamo fatto ottime cose. E’ una partita molto pericolosa, serve l’atteggiamento da grande squadra. Le squadre di Zeman sono capaci di tutto, sono pericolose, se non riesci ad aggredirle rischi che la squadra si allunghi e poi fai fatica a pressarle. È una partita fondamentale per inseguire l’Europa League”. Sul closing: “Non ho sprecato energie a pensarci perchè è una cosa che non posso controllare. Mi auguro che anche la squadra non abbia sprecato energie. Non sono nemmeno curioso, mi concentro sul presente. I probabili nuovi non li conosco. So come la pensano quelli attuali. Siamo ad aprile, non c’è tempo per programmare”. Sulla possibilità di tenere Deulofeu il prossimo anno: “Sta facendo molto bene, il suo destino non può dipendere da me. Credo che nella scelta di un giocatore vada fatta una valutazione generale in base alle possibilità economiche, alle aspettative e alle ambizioni della società. Di conseguenza bisogna conoscere il mercato, che io non posso conoscere, rispetto al tipo di calciatore”. Sul suo futuro: “Contrattualmente è più la società che può decidere di tenermi che viceversa. Ho un contratto e non c’è nessun motivo di pensare sia in positivo che negativo. Se arriveranno i nuovi capiremo l’uno cosa vuole dall’altro e viceversa”.

Mirko

Mirko

Mirko, filosofo per condanna, milanista da sempre e per sempre!
Marcel Desailly, Franco Baresi e Mario Yepes le mie ragioni per amare
questa squadra, i Pink Floyd, Stanley Kubrick e la fantastica Salerno le mie ragioni per amare la vita!

syd-barrett@hotmail.it
Mirko