musacchioData la classifica, dato il talento di molti ragazzi presenti nella squadra, la cui età media è la più giovane della Serie A, possiamo dire a pieno titolo che il progetto giovani del Milan ha finalmente preso piede. Al momento meglio non fare troppi voli pindarici e sperare in una tranquilla qualificazione in Europa League. Riuscissimo però a tenere queste posizioni fino a gennaio, perché non pensare ad un mercato invernale coi botti, grazie soprattutto ai milioni cinesi. E a quanto pare questo sembra essere il programma… Vediamo reparto per reparto cosa potrà succedere in inverno.

Difesa – Probabile che tornerà sul mercato alla ricerca di un difensore centrale di livello. Con Ely praticamente scomparso dai radar, le non perfette condizioni di Zapata e l’inaffidabilità di Gustavo Gomez, Paletta sarà costretto a fare gli straordinari. In pole l’argentino Musacchio del Villareal, già vicino al Milan in estate. Difficile a questo punto l’arrivo di Rodrigo Caio, ormai vicinissimo al Manchester United.

Centrocampo – Il grave infortunio di Montolivo ha da una parte facilitato l’esplosione di Locatelli, ma ha ristretto ancora di più una coperta cortissima. Urge un regista che possa far crescere con ancora più tranquillità il ragazzino di Lecco. In pole un vecchio pallino di Montella, quel Badelj in scadenza con la Fiorentina il prossimo giugno. La sensazione è che l’affare si farà. Sempre in auge la voce che porta a Fabregas del Chelsea, anche se rimane vivo lo scoglio ingaggio per lo spagnolo.

Attacco – Il problema della coperta corta non lascia tranquillo nemmeno l’attacco. Di fronte ad un’abbondanza di punte centrali, quasi assenti invece gli esterni, se si escludono i titolari Niang e Suso, e il giapponese Honda, che però non dà affidabilità. Negli ultimi giorni ecco comparire il nome di Bellarabi del Bayer Leverkusen, classe ’90, nel giro della nazionale tedesca già da tempo. Ancora viva però la pista che porta a Gomez dell’Atalanta. Dall’Inghilterra infine rimbalza la voce di un ritorno di fiamma per Zaza del West Ham, affare possibile però solo se uno tra Luiz Adriano e Lapadula faccia le valige.

Mirko

Mirko

Mirko, filosofo per condanna, milanista da sempre e per sempre!
Marcel Desailly, Franco Baresi e Mario Yepes le mie ragioni per amare
questa squadra, i Pink Floyd, Stanley Kubrick e la fantastica Salerno le mie ragioni per amare la vita!

syd-barrett@hotmail.it
Mirko
Cheap Sex Web Cam