Seedorf ha messo a posto la difesa, ma la strada è ancora in salita

 Nonostante le voci dei rematori contro, il Milan di Clarence comincia a convincere un pò tutti: nelle ultime cinque partite Abbiati ha subìto solo un gol (la sfortunata autorete nella partita con il Genoa), per il resto i rossoneri hanno segnato 11 gol, vincendole tutte. Un risveglio in cui pochi credevano e che vede protagonista il collettivo, più che i singoli. Non a caso gli ultimi 11 gol sono stati segnati  da ben 7 diversi giocatori ed altri elementi spesso criticati sono stati capaci di fornire prestazioni importanti (vedi Constant, il cui cross è stato decisivo per sbloccare il match con il Livorno). Sembra che qualcosa sia scattato nella testa dei giocatori, dopo il pareggio con la Lazio. Forse anche la paura di non far più parte del progetto Milan, nel caso di completa debacle in campionato. Ora arrivano tre partite ancora più impegnative, contro Roma, Inter e Atalanta (a Bergamo). Tre partite in grado di ribaltare ogni attuale considerazione positiva.

Nils

Non possiedo preziosi monili, non colleziono vinili e non difendo diritti civili. Seguo spesso l'istinto. Ai tempi delle scuole elementari decisi di tifare Milan. Nell'autunno 2013 mi venne l'idea di creare questo sito (online dal primo gennaio 2014). Considero normale, anzi indispensabile, un certo livello di faziosità, specialmente quando si parla di calcio, l'importante (per me, tu fai pure quello che vvvuoi) è non esagerare con la dose. Notate bene: a volte scrivo cose senza senso, perciò non prendetemi troppo sul serio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *