locatelliniang

DONNARUMMA Voto 8,0 : para tutto quello che gli tirano contro. Fossero bottiglie parererebbe anche quelle. Sul gol annullato viene ingannato da Bonucci. La parata finale è l’apoteosi del gioco del calcio. “Tu sei Pietro e su questa pietra fonderò….la mia squadra” .

ABATE Voto 6 : dalle sue parti si aggira l’uomo più in forma della Juventus. Ignazio è paziente e lo tiene a bada, aspetta che passi la buriana senza cedere un metro e per questo si fa vedere poco in avanti. Serve anche saper difendere.


PALETTA Voto 6,5 : guardiano della sacra area di rigore, preciso e puntuale, non si scompone nemmeno una volta sotto la pioggia di cross che arrivano dalle ali.

ROMAGNOLI Voto 6,5: dove arriva un pallone c’è il Dott. Alessio, specialista in chiusure ermetiche a prova di tutto. Non si degna nemmeno di fare falli perché non serve. In coppia col compare Gabriel fa dimenticare a San Siro che in campo c’era anche Mister 95 milioni, al secolo il Pipita, peccato però che nessuno lo abbia visto. Gioca con l’aplomb di un nobile inglese del ‘700 in mezzo al fischiare dei proiettili a Waterloo.

DE SCIGLIO Voto 6,0 : ha di fronte un monumento del calcio, un po’ lo teme un po’ lo rimira.

KUCKA Voto 6,0 : anche stavolta mette piedi, testa e ogni altra parte del corpo su chiunque capiti nella sua zona. Palla o piede, quando c’è da menare Jurai è lì.

LOCATELLI Voto 7,5 : ci fa dannare l’anima per qualche errore in fase di appoggio, però non dimentichiamo che è un ‘98. Trova fiducia col tempo che scorre e sta in campo col piglio del condottiero di cento battaglie dall’inizio alla fine. Mostra la faccia tostissima che si ritrova con un inserimento ed un esterno destro che fanno ritrovare voce ed orgoglio a San Siro.

BONAVENTURA Voto 6,5 : E’ il primo nel condurre la ripartenza, lancia in resta ma come al solito si rende utilissimo anche in fase di copertura. Esce bene alla distanza quando sembra essere quello che ne ha più di tutti. Jack è tornato.

SUSO Voto 6,5 : dalla parte sua c’è uno che la difesa la sa fare perciò è dura rendersi pericoloso. Però impegna Buffon con un diagonale maligno e serve l’intelligente passaggio che premia l’inserimento di Locatelli.

BACCA Voto 6,0 : anche lui ha a che fare con dei satanassi del gioco difensivo e fino al ‘60 sarebbe senza voto. Sale di tono non appena la Juventus si sbilancia.

NIANG Voto 6,0 : vale per Mbaye quanto detto per i colleghi di reparto. Ha poco da scatenarsi però sta nella partita sino all’ultimo aiutando anche in difesa.

POLI Voto 6,0 : comandi e sempre agli ordini. Soldatino Poli entra ed è subito nel pieno dellla tenzone, non spreca palloni e si fa vedere anche come incursore.

LAPADULA Voto s.v : un prezioso intercetto nel concitato finale.

MONTELLA Voto 6,5 : se il Milan ha un’anima di ferro è merito suo. Sta forgiando un gruppo granitico, una sporca dozzina che avrebbe fatto comodo su quache spiaggia all’epoca dello sbarco in Normandia con una spina dorsale nostrana. Non ha paura di difendersi e quando serve attaccare le idee sono semplici ma chiare.

Egidio

Egidio

Sono nato all'epoca delle Olimpiadi di Roma, nella vita non faccio lo scrittore, né il giornalista, ma tutt’altra cosa che adesso non è utile descrivere né spiegare. Mi piace scrivere. Nel corso della mia vita, sin dall’epoca del liceo, credo di aver sviluppato una discreta capacità nel raccontare ed esprimere idee, concetti, ma soprattutto sentimenti e sensazioni. Tuttora, nella vita di tutti i giorni scrivo molto per lavoro. Sono innamorato del Milan dall’età di 8 anni e questo per merito di mio padre buon’anima, ahimè, volato in cielo pochi mesi prima della Stella del 10°. Mi firmerò con lo pseudonimo di Egidio. Come molti altri di voi, ho giocato a pallone (badate bene, “a pallone”, e non “a calcio”) a livello dilettantistico-amatoriale. Giocavo centravanti (adesso sarei “una prima punta”), la maglia rigorosamente era la numero 9 ed Egidio era il soprannome che i miei amici mi affibbiarono all’epoca dei fatti, ma vi assicuro che ho segnato più reti di quante ne abbia sbagliate lo Sciagurato. Ringrazio sin d’ora chi mi leggerà, chi mi apprezzerà, chi no, ma soprattutto chi, con educazione, mi contesterà : il peggior disprezzo è l’indifferenza. Ricordate che il Milan si discute, ma si ama. Ed io lo amo.
Egidio