Donnarumma 6 Per oltre 60 minuti assiste alla goleada dei suoi compagni. Pochissimo impegnato, in effetti solo una parata.

Conti 6.5 Già molto in palla, quando si accende non ce n’è per nessuno. Nel secondo tempo è letteralmente imprendibile per i poveri macedoni. I Mondiali di Russia saranno per lui una grande opportunità.

Bonucci Zapata 6 Le vacanze non sono ancora finite, malgrado ferragosto sia già passato. Con il Crotone sarà un’altra storia.

Antonelli 7 Chi lo vedeva come il fratello scarso dei nuovi rossoneri forse dovrà ricredersi. Costantemente propositivo, si toglie anche la soddisfazione del gol (vizio che non ha mai perso, in realtà).

Kessie e Montolivo 7.5 A stupire non è tanto il primo quanto il secondo. L’ex Fiorentina torna infatti a far gol (perfino due) dopo tanto, troppo tempo, per la gioia di Montella e dei suoi non troppi estimatori. Lo stop di Biglia è stato ovviamente provvidenziale in tal senso. Che la concorrenza gli faccia bene? Frank fa il suo, come sempre. Decisamente troppa roba per i rossoneri di Macedonia.

Calhanoglu 6 Non particolarmente brillante ma i piedi e la materia grigia ci sono ed è già un’ottima base di partenza.

Suso 7 Imprendibile, immarcabile, incomprensibile (per gli avversari). In una serata triste per la Spagna, fa brillare il suo talento, dimostrando ancora una volta quanto preziosa possa essere la sua presenza in campo, in questa squadra.

Andrè Silva 8 Il talentino portoghese dimostra con i fatti (cioè i gol) che la porta è nel suo radar e che il suo mestiere lo sa fare. Tutti quelli che erano scettici sul suo conto rischiano di andare a sbattere su un palo molto duro.

Borini 6.5 Anche lui trova la via del gol, contribuendo in maniera importante alla manovra offensiva. Anche nei suoi confronti le attese non sono particolarmente elevate, ma gli espertoni del calcio non brillano certo per infallibilità ed equilibrio.

Abate e Bonaventura 6 Pochi minuti nella ripresa. Segnali confortanti da Ignazio, mentre Jack purtroppo esce dolorante.

Cutrone 6.5 Uno scampolo di partita, il tempo di un palo e un quasi gol.

Montella 7 Il lavoro continua a dare i suoi frutti, anche in termini di spettacolo. Certo, gli avversari erano quello che erano. Ma la partita era importante ed il 6-0 parla chiaro e zittisce molti, almeno per qualche giorno.

Nils

Nils

Le mie info biografiche sono in sciopero. Torneranno in autunno o in inverno.
Nils