A quanto pare il Milan a gennaio proseguirà con questa rosa senza alcun ritocco, fatta eccezione per qualche cessione, in primis quella di Gustavo Gomez (fumata bianca vicina con il Boca Jiunior, prestito a 500 mila euro e riscatto obbligatorio a cinque milioni), forse anche Paletta e Josè Mauri, ma nessuna operazione importante. Intanto però Mirabelli continua a lavorare per il futuro, segnando sul taccuino nomi di giovani interessanti.

Scontro con la Juve per Tchouaméni – Nonostante la presenza del ds in Germania, ecco che, secondo L’Equipe, il Milan si sarebbe mosso per Aurélien Tchouaméni, centrocampista classe 2000 del Bordeaux. I transalpini però avrebbero rifiutato una prima offerta dei rossoneri pari a due milioni e mezzo, che a quanto pare pareggia quella della Juventus. Gigante di 1,85, Tchouaméni è in grado di ricoprire il ruolo di regista con abilità sia di interdizione che offensive, i girondini valutano molto di più il pezzo pregiato del loro settore giovanile.

Missione in Germania – In Germania invece, secondo Tuttosport, il nome che più ha attirato l’attenzione di Mirabelli è quello di Julian Brandt, ala sinistra classe ‘96 del Bayer Leverkusen, che le aspirine valutano però 35 milioni circa. L’affare potrebbe essere facilitato dai buoni rapporti tra i due club, protagonisti già della cessione di Calhanoglu. Brandt però non è l’unico prospetto visionato dal dirigente rossonero: sul taccuino anche i centrocampisti Weigl del Borussia Dortmund, Arnold del Wolfsburg e Meyer dello Schalke 04, oltre ai difensori Tah, sempre del Leverkusen, Ginter del Borussia Mönchengladbach e Upamecano del Lipsia.

Mirko

Mirko, filosofo per condanna, milanista da sempre e per sempre!
Marcel Desailly, Franco Baresi e Mario Yepes le mie ragioni per amare
questa squadra, i Pink Floyd, Stanley Kubrick e la fantastica Salerno le mie ragioni per amare la vita!

syd-barrett@hotmail.it