13 partite vinte su 15 disputate, questo l’impressionante bilancio casalingo della Juventus in questa stagione. Come è logico che sia, i padroni di casa avranno stasera i favori del pronostico, ma l’avversario di oggi è per loro fra i più ostici: lo dimostrano i due precedenti stagionali, entrambi a favore del Milan. Il Diavolo ha strappato alla Juve la supercoppa dell’antivigilia di Natale, perciò gli uomini di Allegri si presenteranno sul terreno di gioco col dente avvelenato e con una grande voglia di vendetta.  Insomma, questo quarto di finale nella tana dei campioni d’Italia rischia di trasformarsi per il Milan in un ring infernale con di fronte un avversario che vuol restituire le stesse ferite subite un mese fa. Montella farà il possibile per fronteggiare la forza dei bianconeri, ma bisognerà anche combattere contro il fuoco lo Juventus Stadium e di certo non si tratta della miglior situazione possibile. Un’eventuale sconfitta sarà poco importante per il Milan, su questo non ci sono dubbi. Ben più importante sarà il modo con cui questa, eventualmente, verrà. Per evitare ogni problema i rossoneri una soluzione comunque c’è: dovranno dare tutto per vincerla. Del resto hanno già dimostrato di poter far male a chiunque, anche alla Juve.

Mentre Niang è con le valigie in mano, i suoi ormai ex compagni si preparano ad affrontare la Vecchia Signora con un’arma in più: Gerard Deulofeu appena arrivato dall’Inghilterra. Improbabile che Montella lo possa gettare nella mischia fin da subito, ma di certo il nuovo acquisto siederà in panchina. Poi… chissà. Ecco i due probabili undici in campo:

Juventus: Neto; Barzagli, Rugani, Bonucci, Alex Sandro; Rincon, Sturaro; Cuadrado, Pjanic, Dybala; Mandzukic.

Milan: Donnarumma; Abate, Paletta, Romagnoli, Calabria; Bertolacci, Locatelli, Pasalic; Suso, Bacca, Bonaventura.

Nils

Nils

Le mie info biografiche sono in sciopero. Torneranno in autunno o in inverno.
Nils