Giocare a Madrid contro la Spagna e i tifosi iberici è una di quelle situazioni che mettono a dura prova la tenuta psicologica di ogni calciatore professionista che arriva a disputare partite del genere. A maggior ragione ciò accade in questi ultimi decenni, in cui la nazionale di Iniesta e compagni ha (quasi) sempre recitato un ruolo da protagonista, spesso vincendo titoli importanti. E così sarà anche stasera, nella cornice di uno degli stadi più famosi del calcio mondiale, il Santiago Bernabeu. Ai nostri Azzurri è richiesto da tutti un compito arduo, ai limiti del possibile, visto che le Furie Rosse non hanno mai perso una partita di qualificazione tra le mura amiche.

Qui Italia – Brutto colpo in difesa: il ct Ventura dovrà fare a meno di Chiellini, il che però non comporterà grossi cambiamenti. Formazione sempre ultra offensiva con il solito 4-2-4, ormai marchio del nostro ct, con Verratti e De Rossi in mezzo al campo. In panchina i nostri Donnarumma, Conti e Montolivo.

Qui Spagna – Per Lopetegui formazione grosso modo simile a quella vista all’andata a Torino: un 4-1-4-1 con Morata unica punta e il gioiellino Asensio con David Villa in panchina.

Italia: Buffon; Darmian, Bonucci, Barzagli, Spinazzola; De Rossi, Verratti; Candreva, Belotti, Immobile, Insigne. All. Ventura.

Spagna: De Gea; Carvajal, Ramos, Piqué, Jordi Alba; Busquets; Silva, Koke, Isco, Iniesta; Morata. All. Lopetegui.

Mirko

Mirko

Mirko, filosofo per condanna, milanista da sempre e per sempre!
Marcel Desailly, Franco Baresi e Mario Yepes le mie ragioni per amare
questa squadra, i Pink Floyd, Stanley Kubrick e la fantastica Salerno le mie ragioni per amare la vita!

syd-barrett@hotmail.it
Mirko

Latest posts by Mirko (see all)