Spal – Milan 2-4, era il 31 maggio del 1964

Una delle formazioni del Milan di quella stagione

Campionato 1963-64. Era il Milan del presidente Felice Riva, Giuseppe Viani ricopriva la carica di direttore tecnico, in campo illuminava la scena. L’allenatore era l’argentino Luis Antonio Carniglia, a cui, i primi giorni di marzo, subentrò Nils Liedholm, che aiutò il Diavolo a concludere il torneo in crescendo.

Proprio agli sgoccioli di quel campionato, all’ultima giornata, la 34ma, il Milan giocò a Ferrara con la Spal. Finì 4-2 per i rossoneri: le marcature furono aperte e chiuse dal rossonero Paolo “Ciapina” Ferrario. Nel mezzo il gol di Altafini, l’autogol di un giocatore della Spal e le reti di Matassini e Novelli per i ferraresi (fra i quali c’era un giovanissimo Edy Reja).

Ecco le formazioni di quella partita di oltre cinquantanni fa:

Spal: Edo Patregnani, Gennaro Olivieri, Manlio Muccini, Dante Micheli, Bruno Onorato Fochesato, Gianfranco Bozzao, Edoardo Reja, Dante Crippa, Bruno Matassini, Carlo Novelli, Oscar Massei. Allenatore: Giovan Fabbri
Milan: Giorgio Ghezzi, Luciano Poppi, Nello Santin, Ambrogio Pelagalli, Mario David, Bruno Bacchetta, Gianni , Paolo Ferrario, Bruno Mora, José Altafini, Amarildo. Allenatore: Nils Liedholm

Marcatori: 2′ e 81′ Ferrario, 7′ Matassini, 11′ Novelli, 18′ Bozzao (autogol), 46′ Altafini.

In quella stagione il Milan concluse il torneo nazionale al terzo posto (lo scudetto andò al Bologna), mentre la Spal finì penultima e retrocedette in B, dopo tredici anni di fila nella massima serie.

Nils

Non possiedo preziosi monili, non colleziono vinili e non difendo diritti civili. Seguo spesso l'istinto. Ai tempi delle scuole elementari decisi di tifare Milan. Nell'autunno 2013 mi venne l'idea di creare questo sito (online dal primo gennaio 2014). Considero normale, anzi indispensabile, un certo livello di faziosità, specialmente quando si parla di calcio, l'importante (per me, tu fai pure quello che vvvuoi) è non esagerare con la dose. Notate bene: a volte scrivo cose senza senso, perciò non prendetemi troppo sul serio.
Vuoi scrivere anche tu su questo blog? Scrivi a tempirossoneri@yahoo.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *