Buffon 6: Poteva farci poco sulla sfortunata deviazione in occasione del gol, nelle altre rare occasioni in cui viene chiamato in causa si mostra pronto.

Barzagli 5,5: Soffre la fisicità degli attaccanti svedesi e i continui movimenti di Forsberg, tuttavia è uno dei meno colpevoli della serataccia azzurra.

Bonucci 6: La gomitata di Toivonen fa capire subito che serata lo aspetta, ma lui non si tira indietro nel fare a sportellate con gli scandinavi. Non commette errori e prova a fare quel che può.

Chiellini 5,5: Spesso si trova lui ad impostare l’azione, mestiere chiaramente non suo. Commette qualche errore di troppo che fortunatamente viene annullato da Buffon.

Candreva 5: Primo tempo praticamente da spettatore non pagante, nella ripresa si fa vedere per qualche cross interessante, ma ci aspettavamo senza dubbio di più da lui.

Parolo 5: Non manca di certo la volontà di spaccare il mondo, tuttavia non combina granché in mezzo al campo, rendendosi inutile sia in fase offensiva che in apporto in difesa.

De Rossi 4,5: Crolla anche il guerriero giallorosso, che forse è uno dei peggiori in campo. Lento e spesso impreciso nei passaggi e in fase di impostazione. Il tutto condito da una sfortunata autorete.

Verratti 4,5: Ci si aspettava moltissimo da lui, ma alla fine risulta il peggiore in campo. Troppo spesso in difficoltà, forse anche a causa dello scarso movimento dei compagni. Come se non bastasse si fa anche ammonire saltando la prossima gara. (Dal 76’ Insigne 5,5: Onestamente poteva fare ben poco in un quarto d’ora nel marasma generale. Qualche tiro innocuo e nulla più).

Darmian 6: Almeno lui si nota per un bel cross non sfruttato da Belotti e per il clamoroso palo che poteva significare pareggio. Per il resto buon apporto in fase difensiva.

Belotti 5: La chance che fallisce all’inizio poteva cambiare le sorti della partita, poi si eclissa anche lui come i compagni. Non al meglio a causa di un infortunio, viene sostituito. (Dal 65’ Eder 5: Non riesce a cambiare le sorti della gara. Praticamente nullo).

Immobile 4,5: Impalpabile anche lui. Servito sempre male dai compagni, si trova spesso in fuorigioco. Non rinvenute tracce del bomber laziale.

Ventura 4: Stavolta prova a rinvigorire la squadra con il 3-5-2, ma neanche questo tentativo ha avuto successo. Siamo ad un passo da una storica esclusione dai Mondiali, e la maggior parte delle colpe sono da affibbiare a lui.

Mirko

Mirko

Mirko, filosofo per condanna, milanista da sempre e per sempre!
Marcel Desailly, Franco Baresi e Mario Yepes le mie ragioni per amare
questa squadra, i Pink Floyd, Stanley Kubrick e la fantastica Salerno le mie ragioni per amare la vita!

syd-barrett@hotmail.it
Mirko