Svolta Milan: scambio Robinho – Tiririca!

 Si chiama Francisco Everardo Oliveira Silva, detto Tiririca, il prossimo colpo del Milan. La conferma arriva da fonti di stampa sudamericane, secondo le quali Adriano Galliani avrebbe trovato un accordo preliminare con la televisione di stato brasiliana, per portare la star a Milanello entro giugno, nel contesto di uno scambio con Robinho. Un’operazione che avvantaggerebbe entrambe le parti, ma il Milan in primis: questa, insomma, potrebbe essere davvero la volta buona che si riesca a far partire Robinho.

Tiririca è il pagliaccio più famoso del Brasile. Attore, clown e commediante, c’è chi lo definisce il Beppe Grillo sudamericano, anche perchè nel 2010 entrò a far parte del Congresso federale brasiliano dopo aver ottenuto oltre 1 milione di voti alle elezioni, con slogan tipo: O que é que faz um deputado federal? Na realidade, eu não sei. Mas vote em mim que eu te conto (Cosa fa un deputato federale? Veramente non lo so, ma votami e te lo spiego). Nato nel ’65, negli anni 90′ raggiunse un grandissima celebrità grazie a canzoni come “Sposato con una vedova”, “India” e “Florentina”, che gli fecero vendere migliaia di dischi.

Pur essendo meno giovane di Robinho, di certo Tiririca saprà portare maggiore allegria e vitalità nello spogliatoio rossonero. Sarebbe infatti la soluzione perfetta per uno dei problemi più grossi che Clarence Seedorf si è trovato a dover fronteggiare: il terribile broncio di Robinho, che in campo fa indubbiamente ridere, ma nello spogliatoio è triste, non si sa bene perchè. Triste e sfortunato come Tom, il gatto che non riesce mai a prendere Jerry. Dopo essersi recentemente fatto male a un dito giocando alla playstation, Robinho è tornato a far parlare di sè per la traversa, un must del suo repertorio, colpita nella partita contro la Juventus. A giugno dovrà salutare i tifosi rossoneri, che con ogni probabilità non si autoflagelleranno per la disperazione.

Nils

Seguo spesso l'istinto. Ai tempi delle scuole elementari decisi di tifare Milan. Nell'autunno 2013 mi venne l'idea di creare questo sito (online dal primo gennaio 2014). A volte scrivo cose senza senso, perciò non prendetemi troppo sul serio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *