Ricordate Adel Taarabt? Scommettiamo di sì, perche nella sua breve esperienza in un Milan semidisastrato, lasciò in tutti noi il ricordo di un talento cristallino, ottime giocate, assist e qualche  bel gol. Poi il destino lo mandò in Portogallo, al Benfica, dove non è mai riuscito ad entrare nel cuore dei tifosi, per usare un eufemismo. In estate Taarabt ricevette anche delle offerte dall’Italia, però disse: “Ho offerte in Italia, ma sono un numero 10: conosco la Serie A, andrei a difendere, non a brillare. In Italia, se non sei una delle prime cinque, le altre quindici soffrono. E poi, quando hai giocato nel Milan, dover tornare in Italia per un club meno prestigioso fa schifo a livello mentale”. 

Adesso forse le cose sono cambiate, perchè il suo agente Pierre Frelot ha dichiarato al quotidiano portoghese “A Bola” che ci sono nuovamente degli interessamenti dal nostro paese e «Il Pescara sarebbe una destinazione gradita». Esiste dunque la possibilità che il trequartista algerino possa tornare a far vedere i suoi numeri in Italia, a gennaio. Ma il calciomercato, si sa, è imprevedibile e finchè non c’è una firma, non si può dir niente di realmente concreto.

Nils

Nils

Da bambino mi piaceva disegnare. A volte penso sia stato un peccato non aver affinato quell'inclinazione. In realtà mi sono sempre piaciute molte cose, forse per questo sono diventato un pò disordinato. A volte sono andato al cinema da solo. Ti sembra strano? Ti assicuro che mi divertivo molto. Adesso che nella mia vita c'è una donna non ci vado nemmeno in compagnia.
Nils