E’ proprio vero che non c’è più pace per questo Milan. Non passa giorno senza leggere qualche notizia, ovviamente non positiva, sulla dirigenza, sui giocatori, sull’allenatore. Intanto oggi la squadra va in ritiro fino a data da stabilirsi, annullata anche la cena natalizia di ieri sera (non poteva essere altrimenti), e davanti alla squadra due match durissimi contro Atalanta e Inter. Un ritiro che auspichiamo possa sortire effetti, anche se i dubbi sono molti.

Dimissioni – Ovviamente la notizia del ritiro non poteva essere condita da altre polemiche. Prima dell’annuncio ufficiale da parte della società, Gattuso si trovava in sede, ufficialmente per prendere parte a tale decisione, pur tuttavia pare ci fosse sotto dell’altro. Secondo Mediaset infatti Ringhio avrebbe voluto infatti rassegnare le dimissioni conseguenti alla disastrosa trasferta di Verona, dopo aver visto un’atmosfera troppo “rilassata” tra i giocatori nonostante l’ennesima figuraccia. Dimissioni che sarebbero state respinte dalla società e poi prontamente smentite.

Critiche – Intanto i risultati disastrosi di questa prima parte di campionato hanno agitato i tifosi, entusiasti in estate della campagna acquisti faraonica della nuova società. Sui social (e non solo) tante sono le voci che si scagliano contro l’operato di Mirabelli, reo di non avere alcuna esperienza al timone di un grande club, e di Fassone, responsabile della presenza dell’ex talent scout interista al Milan. E come se non bastasse ecco spuntare voci di frizioni tra i due, secondo Tuttosport derivanti dal caso Donnarumma: Raiola continua a rapportarsi a Fassone, mentre Mirabelli accusa il procuratore solo attraverso tv e media. Staremo a vedere…

Mirko

Mirko, filosofo per condanna, milanista da sempre e per sempre!
Marcel Desailly, Franco Baresi e Mario Yepes le mie ragioni per amare
questa squadra, i Pink Floyd, Stanley Kubrick e la fantastica Salerno le mie ragioni per amare la vita!

syd-barrett@hotmail.it