Battute finali per questo scoppiettante mercato, che per alcuni versi ha visto il Milan di Leonardo protagonista. C’è ancora qualcosa da fare per sistemare la rosa, sia in entrata che in uscita, e il brasiliano lo sa bene. Vediamo reparto per reparto cosa aspettarci.

Difesa –  Sistemata la questione Bonucci – Caldara, nel reparto difensivo c’è poco ancora da fare. Attenzione alla questione Donnarumma, non del tutto sopita: il Psg rimane in agguato e non è esclusa un’offerta sui 40 milioni. Il Milan non direbbe di no dato che l’affare potrebbe aprire inaspettati scenari in ottica entrata. Intanto abbiamo salutato Luca Antonelli, che va a Empoli, mentre si registra un interesse del Cagliari, ma soprattutto del Bologna per Zapata, che però difficilmente a questo punto del mercato andrà via.

CentrocampoLocatelli va al Sassuolo in prestito con obbligo (2 milioni più 12 di riscatto); ecco invece Bakayoko dal Chelsea, che oggi sosterrà le visite mediche. Il francese arriva in prestito oneroso da 5 milioni di euro, con diritto di riscatto fissato a 35. Sul fronte uscite, ancora in bilico la posizione di Bertolacci che piace al Genoa, ma rimane il nodo ingaggio, e di Montolivo, che dovrebbe risolvere il contratto con i rossoneri. Questione Milinkovic-Savic: si lotterà fino all’ultimo per un accordo con Lotito. La sensazione è che si potrebbe chiudere a 40 milioni di prestito più 80 di riscatto, anche se il tempo a disposizione è ormai poco. Difficili, se non impossibili, le piste che portano a Draxler o Rabiot

Attacco – Salutati Andrè Silva (Siviglia) e Kalinic (Atletico Madrid), ancora da risolvere la questione Bacca: il colombiano vorrebbe tornare al Villareal, che però non ha intenzione di fare grandi sacrifici economici. Leonardo vorrebbe inserire nell’affare l’esterno Castillejo, ma gli spagnoli non sono convinti. A questo punto potrebbe anche rimanere alla corte di Gattuso. La caccia quindi è sempre rivolta ad un esterno: nelle ultime ore è emerso il nome di Quincy Promes dello Spartak Mosca, seguito anche dalla Roma, la quale ha sempre gli occhi puntati su Suso.

Mirko

Mirko, filosofo per condanna, milanista da sempre e per sempre!
Marcel Desailly, Franco Baresi e Mario Yepes le mie ragioni per amare
questa squadra, i Pink Floyd, Stanley Kubrick e la fantastica Salerno le mie ragioni per amare la vita!

syd-barrett@hotmail.it