Un anno fa, a inizio aprile, eravamo a pochi giorni dall’esonero di Sinisa Mihajlovic. Stava per compiersi l’ennesimo sfacelo che poi avrebbe fatto perdere ai rossoneri anche la Coppa Italia. Cosa è cambiato in questi mesi? Molto o poco, dipende dai punti di vista. Il Milan ha una Supercoppa in più e, stranamente, non ha cambiato di nuovo l’allenatore. Quanto basta per essere moderatamente contenti. Il problema è che tutto il resto è un rebus o quasi. A partire dal Closing che, forse, fra poco si farà. O forse no, perchè se non vediamo non crediamo. Riguardo alle prospettive europee, beh non sono poi tanto diverse da un anno fa: l’Europa League è tutta da conquistare, la questione si deciderà in queste ultime giornate. Di certezze non ve ne sono.

Tutto è ancora in bilico, compreso Vincenzo Montella, il quale, malgrado il buon lavoro svolto (anche Mihajlovic aveva fatto tutto sommato un buon lavoro… e anche Seedorf), se dovesse fallire l’accesso in Europa League, probabilmente sarà il primo a saltare. Certo, lo spirito è diverso, e per fortuna anche molti interpreti in campo. Tuttavia la fortuna non sembra voler aiutare il Milan. Pensiamo a come si è perso con la Juventus oppure alla grande competitività nella zona Europa League: con i punti conquistati finora (54), i rossoneri sarebbero già quasi certi della qualificazione, se il campionato fosse ancora quello dello scorso anno. In questa stagione è tutta un’altra storia. C’è ancora molto da lottare e non mancano gli scogli su cui si rischia di sbattere. Il Pescara è stato uno di questi. I prossimi si chiamano PalermoInter.

Nils

Nils

Da bambino mi piaceva disegnare. A volte penso sia stato un peccato non aver affinato quell'inclinazione. In realtà mi sono sempre piaciute molte cose, forse per questo sono diventato un pò disordinato. A volte sono andato al cinema da solo. Ti sembra strano? Ti assicuro che mi divertivo molto. Adesso che nella mia vita c'è una donna non ci vado nemmeno in compagnia.
Nils
Cheap Sex Web Cam