A poche or e da Milan – Chievo, tiene banco l’inattesa esclusione di Kalinic dalla lista dei convocati. Il croato a quanto pare si sarebbe volutamente allenato a ritmo troppo ridotto, dopo aver appreso che sarebbe partito dalla panchina. Gattuso non tollera comportamente di questo genere e la conseguenza è stata ovvia. Per un giocatore in meno, c’è un altro che ritorna: Andrea Conti finalmente è a disposizione, dopo ben 6 mesi di riabilitazione dall’infortunio.

Il match di oggi è importante esattamente come ognuna delle partite di questo finale di stagione, cioè molto. Il Chievo è la terzultima squadra del campionato per rendimento in trasferta e, sulla carta, non dovrebbe avere scampo. I gialloblu ultimamente hanno perso spesso, segnando pochissimo, ma ogni volta che hanno perso hanno subito pochi gol, segno di una difesa non certo colabrodo. Inoltre, la partita di ieri fra Spal e Juventus dimostra quanto la carta valga poco se la concentrazione e le motivazioni non sono al massimo.

Gattuso dovrebbe schierare uno fra Zapata e Musacchio al posto di Romagnoli, neanche convocato. In avanti spazio ai soliti Cutrone, Calhanoglu e Suso. Maran risponde con un modulo molto ben collaudato: 4-3-2-1 con Inglese a far da punto di riferimento offensivo.


I probabili schieramenti:

Chievo (4-3-2-1): Sorrentino; Cacciatore, Dainelli, Bani, Gobbi; Castro, Radovanovic, Hetemaj; Birsa, Giaccherini; Inglese. All.: Maran

Milan (4-3-3)Donnarumma; Borini, Bonucci, Zapata, Rodriguez; Kessié, Biglia, Bonaventura; Suso, Cutrone, Calhanoglu. All.: Gattuso

Si gioca alle ore 15.00 a Milano. Arbitra Maurizio Mariani della sezione di Aprilia.

Nils

Seguo spesso l'istinto. Ai tempi delle scuole elementari decisi di tifare Milan. Nell'autunno 2013 mi venne l'idea di creare questo sito (online dal primo gennaio 2014). A volte scrivo cose senza senso, perciò non prendetemi troppo sul serio.