morte.juve.allegrijeCon Kucka ancora non recuperato, Bertolacci squalificato e Montolivo vittima di un problema muscolare, il Milan di certo non si presenterà al meglio all’importante sfida di sabato con la . Per sopperire a queste assenze, diventa sempre più probabile l’impiego di Andrea Poli a centrocampo, mentre le alternative Locatelli e Josè Mauri sembrano non convincere Sinisa Mihajlovic, orientato ad affidarsi all’esperienza dell’ex sampdoriano.

E mentre la vecchia signora si avvicina, l’atmosfera di Milanello, già pesante per ovvi motivi legati ai risultati in campo, in questi giorni è ancor più cupa a causa del lutto per la morte di Cesare Maldini, indimenticabile bandiera rossonera. In un simile momento, affrontare i campioni d’Italia rappresenta soprattutto il grandissimo rischio di fare una figuraccia, che stavolta, molti sono pronti a scommetterci, farebbe saltare la piazza. I tifosi saluterebbero così l’ennesimo allenatore di un progetto che non ha mai convinto la dirigenza. Dirigenza che nel frattempo è sempre più lontana da Mihajlovic, impegnata com’è in summit e incontri che un tempo erano segreti e che adesso sono quasi in prima serata nelle tv di tutta Italia. La separazione, a quanto pare, si farà, a meno che non si riesca nell’impresa di non perdere con la Juventus sabato e di riuscire a sconfiggerla nella finale di Coppa Italia. Su questa eventualità, però, è meglio non andare a leggere le quote dei bookmakers. E poi ci sono cose che, per quanto ci si impegni, non si possono sconfiggere. Come la morte.

Nils

Nils

Da bambino mi piaceva disegnare. A volte penso sia stato un peccato non aver affinato quell'inclinazione. In realtà mi sono sempre piaciute molte cose, forse per questo sono diventato un pò disordinato. A volte sono andato al cinema da solo. Ti sembra strano? Ti assicuro che mi divertivo molto. Adesso che nella mia vita c'è una donna non ci vado nemmeno in compagnia.
Nils
Cheap Sex Web Cam