Press "Enter" to skip to content
Egidio

Posts published by “Egidio”

Sono nato all'epoca delle Olimpiadi di Roma, nella vita non faccio lo scrittore, né il giornalista, ma tutt’altra cosa che adesso non è utile descrivere né spiegare. Mi piace scrivere. Nel corso della mia vita, sin dall’epoca del liceo, credo di aver sviluppato una discreta capacità nel raccontare ed esprimere idee, concetti, ma soprattutto sentimenti e sensazioni. Tuttora, nella vita di tutti i giorni scrivo molto per lavoro. Sono innamorato del Milan dall’età di 8 anni e questo per merito di mio padre buon’anima, ahimè, volato in cielo pochi mesi prima della Stella del 10°. Mi firmerò con lo pseudonimo di Egidio. Come molti altri di voi, ho giocato a pallone (badate bene, “a pallone”, e non “a calcio”) a livello dilettantistico-amatoriale. Giocavo centravanti (adesso sarei “una prima punta”), la maglia rigorosamente era la numero 9 ed Egidio era il soprannome che i miei amici mi affibbiarono all’epoca dei fatti, ma vi assicuro che ho segnato più reti di quante ne abbia sbagliate lo Sciagurato. Ringrazio sin d’ora chi mi leggerà, chi mi apprezzerà, chi no, ma soprattutto chi, con educazione, mi contesterà : il peggior disprezzo è l’indifferenza. Ricordate che il Milan si discute, ma si ama. Ed io lo amo.

Allianz Arena, un esempio da imitare

Nel mese di agosto, nel corso di un breve soggiorno a Monaco di Baviera, non ho potuto, essendo appassionato di calcio, non recarmi ad effettuare il tour dell’Allianz Arena, casa del Bayern Monaco. Costruito con i contributi dei privati (Allianz Assicurazioni e case automobilistiche Tedesche) l’impianto è operativo dal 2005 ed è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18, con le sole limitazioni date dagli orari degli impegni agonistici. Si raggiunge con 10-12 minuti di metro dal centro di Monaco (Marienplatz) e si scende alla fermata di Frottmaning, apposta creata per l’ingresso allo stadio. Arrivati, il percorso obbligato per uscire dalla Stazione porta ad una enorme spianata asfaltata che…

Silenzio, luci, azione… Ciak, si gira!

Chi ha la mia età ricorda bene come in contemporanea all’inizio del campionato iniziasse la raccolta delle figurine Panini. E ricorderà anche il rito mattutino, prima dell’ingresso in classe, dell’acquisto delle magiche bustine dal giornalaio, della loro immediata apertura e l’inizio del “mi manca, mi manca, ce l’ho”. Bei tempi. All’epoca la Panini categorizzava i giocatori secondo quella che era la terminologia dell’epoca: così i difensori erano terzino destro, terzino sinistro, libero, stopper, ecc. E tra i centrocampisti si trovava quello che era definito “mezzala di regia”. Questi era un giocatore che non eccelleva in prestazioni atletiche, non essendo particolarmente dotato sotto l’aspetto fisico, ma che compensava questa carenza con…

A motore acceso, cosa va e cosa non va in questo Milan

… perciò, Milan batte Empoli 2 a 1, ma che fatica. Importante era vincere e si è vinto perché le vittorie fanno morale e punteggio, ma l’impressione è che il lavoro per Mastro Sinisa sia ancora molto. Adesso ci sono due settimane per preparare al meglio il derby e cercare di migliorare nel complesso e anche nei dettagli che sono quelli che fanno la differenza. Cerchiamo di approfondire gli argomenti sul tavolo, precisando che tratteremo a parte il tema dell’Araba Fenice, il fantomatico “regista”. COSA NON HA FUNZIONATO. C’è un evidente problema psicologico. Dopo il primo gol e, maggiormente dopo il secondo, la squadra ha accusato un contraccolpo emotivo con…

Si ricomincia, basta con le critiche preconcette

Eccomi qua, sono tornato. Pronto, fresco e riposato, per seguire di nuovo le vicende della nostra squadra del cuore. Domenica non è andata bene, è vero, tutti ci aspettavamo di meglio. Ma da qui a gettare l’acqua sporca con tutto il bambino ce ne passa. Pur non avendo giocato bene, abbiamo sofferto un’inferiorità numerica, alcune decisioni arbitrali a sfavore ed un avversario che, rispetto all’analisi che avevo fatto io stesso nel mese di luglio, è progredito molto sotto l’aspetto del gioco e della manovra. Ma siamo alla prima giornata soltanto. Visti anche gli altri risultati e i sorteggi della Champions ritengo ci si possa aspettare un campionato molto più equilibrato…

Come stanno le altre squadre di serie A

Proseguiamo nell’esame delle avversarie del Milan, nella situazione in cui si trovano al momento in cui scrivo. Oggi tocca alle squadre verosimilmente impegnate nella lotta per non retrocedere. E sono molte… Atalanta: dopo la salvezza in extremis della passata stagione a papà Reja si chiede di traghettare la Dea verso lidi tranquilli. Sarà un’impresa. Ancora una volta solo i gol del tanke Denis e l’organizzazione difensiva potranno essere le chiavi del successo. Bologna: anche Delio Rossi avrà le sue belle gatte da pelare per rimanere in serie A. In mezzo al campo buoni gli arrivi di Crisetig e Rizzo, mente si aspetta la conferma ad alti livelli di Masina. Sarà…

Genoa, Samp e compagnia bella

Proseguiamo nell’esame delle avversarie del Milan, nella situazione in cui si trovano al momento in cui scrivo. Oggi tocca a Genoa, Sampdoria, Torino, Palermo, Udinese. Genoa: ancora una volta il Gasp sarà chiamato a rifare tutto da capo. Partiti per altri importanti lidi Bertolacci e Iago Falque, inseguito un po’ da tutti il bravo Perotti per il quale nulla si esclude sino al 31 agosto, i liguri ripartono da poche certezze, la maggiore delle quali è l’allenatore. Confermato Perin tra i pali, arrivano: in difesa Munoz, a metà campo Cissokho, in attacco il redivivo Pandev. Pavoletti ha l’occasione per esplodere definitivamente, ma l’impressione è che sarà dura confermare l’ottimo piazzamento…

Come stanno Napoli, Fiorentina e Inter

Proseguiamo nell’esame delle avversarie del Milan, nella situazione in cui si trovano al momento in cui scrivo. Oggi tocca a Napoli, Fiorentina e Inter. Napoli: chiusa la parentesi del “Torero Camomillo” Benitez, ADL riparte da Sarri, tecnico umile e magari poco mediatico ma che bene ha fatto ad Empoli e non solo. La scommessa di ADL è portare in un ambiente in costante e pericolosa ebollizione come quello partenopeo, una mentalità di lavoro e sacrificio. Vedremo. Sarri intanto, si porta appresso lo scudiero Valdifiori, Allan dall’Udinese e Hysaj. In porta ritorna Reina e questo è già tanto. In difesa, preso Chiriches che potrà guadagnarsi un posto in mezzo alla difesa…

Mission News Theme by Compete Themes.