Press "Enter" to skip to content

Posts published in “Hot Topics”

Rafael Leao, pregi e difetti di un attaccante ancora incompiuto

Leao con tre gustao, delicassao spregiudicao e depressao. Tre gusti, in effetti, ci sono tutti. Dolce, amaro e un terzo più imprevedibile, non ancora ben definito, per il momento a base di una spregiudicatezza che potrebbe promettere bene quanto male, perchè a 20 anni nulla è ancora fatto e compiuto. A parte i giudizi dei cinici, quelli sì che sono già confezionati e la spedizione è pure gratuita. Apro una parentesi che sarà un pò lunga. Magari lo avete notato anche voi, i giudizi affrettati (quasi sempre negativi, liquidatori) sono assai diffusi in direzione di giovani calciatori come Rafael Leao, Paquetà o Kouamé del Genoa, giusto per prenderne tre come…

Brescianini, il De Bruyne lombardo

Nome: Marco Brescianini, età: 20 anni, segno zodiacale: Capricorno. Non è alto 1,69 come erroneamente riportato su vari siti internet, ma almeno 15 cm di più. Centrocampista moderno, mezzala o centrale di centrocampo, mancino, dinamico, buon fisico, buona tecnica, buone geometrie, ottimo tiro dalla distanza. Un bel mix di qualità e quantità. Questo ragazzone dall’aspetto nordico ha tutte le carte di regola per sfondare nel mondo professionistico e nel cuore di molte tifose, visto che è biondo e ha gli occhi azzurri. E abbiamo la sensazione che proprio in quel mondo (professionistico, non delle tifose) stia ormai per tuffarsi, del resto è già stato aggregato alla prima squadra rossonera. Nato…

Da Ibrahimovic a Ibrahimovic, l’ultimo decennio del Milan

Sembra passato pochissimo tempo, eppure il lasso di tempo nel quale Zlatan Ibrahimovic ha lasciato l’AC Milan per poi farvi ritorno è durato ben sette anni e mezzo. Un periodo lunghissimo ha diviso le due esperienze in rossonero del possente attaccante svedese, venduto nell’estate del 2012 al Paris Saint Germain insieme al difensore brasiliano Thiago Silva e tornato a Milanello solamente nel gennaio scorso. A 38 anni suonati, l’attaccante sicuramente non può contare sul fisico che lo accompagnò al suo primo arrivo al Milan, quando aveva da poco compiuto trent’anni e si apprestavo a realizzare una delle sue migliori stagioni di sempre, portando tra l’altro i rossoneri a vincere l’ultimo…

Casalinga spara sulla frolla al grido di “Suning è grande”

La cronaca nera, in tempi di coronavirus, è purtroppo piena di gesti estremi che in altri momenti si sarebbero forse potuti evitare. Il dramma in questione è una tragedia familiare, consumatasi ieri pomeriggio nella frazione di Casal Federlengo, un piccolo paesino della Val D’Orcia. Una casalinga di 46 anni, forse esasperata dalle misure restrittive cui era sottoposta da giorni (Dpcm del 9 marzo 2020), in un incontrollabile raptus di follia ha preso la pistola, regolarmente detenuta, si è diretta in cucina e ha esploso tre colpi sulla pastafrolla, che in quel momento era adagiata sul tavolo, in uno stampo metallico leggermente cosparso di burro. Secondo la testimonianza di un vicino…

Tre buone notizie in tempi di Coronavirus

Sono poche, ma ci sono. Le buone notizie in questo periodo. Eccone tre. Abdelhak Nouri si è risvegliato dal coma che durava ormai da oltre due anni e mezzo. Il 22enne ebbe un grave malore nel corso di una partita amichevole fra la sua squadra, l’Ajax, e il Werder Brema, a inizio luglio 2017. Il giovane di origini marocchine era allora considerato uno dei talenti più promettenti del calcio giovanile olandese. Adesso è cosciente, secondo quanto raccontato dal fratello, e prova a comunicare con piccoli gesti e pochissimi movimenti, avendo purtroppo riportato seri danni cerebrali. Mangia, riesce a sorridere, talvolta sembra commuoversi. La famiglia coltiva la naturale speranza che le…

Ufficiale: Boban è out. Riparte il campionato. Ma per quanto?

Arrivato da poco il comunicato ufficiale del Milan, che di fatto ufficializza ciò che da qualche giorno era già nell’aria: la fine del rapporto lavorativo fra Zvonimir Boban e il club rossonero. Decisiva l’intervista alla Gazzetta dello sport, non autorizzata dalla società, ma altrettanto decisivi i contenuti della stessa, cioè le pesanti parole del croato nei confronti dell’operato di Gazidis. Di seguito il testo del comunicato: AC Milan conferma di aver comunicato al Signor Zvonimir Boban la risoluzione del contratto con effetto immediato per il ruolo di Chief Football Officer del Club. Il Club ringrazia Zvonimir per il suo operato in questi 9 mesi e gli augura il meglio per il futuro…

Le pagelle… da quando è tornato Ibra. Kjaer meglio di Romagnoli, male gli ex Atalanta

Il 2020 non ha portato solo il coronavirus, ma anche una cosa buona, sebbene poco rilevante per la popolazione italiana. Leggermente più rilevante, però, per quella rossonera. Questa cosa si chiama Zlatan Ibrahimovic. Proprio dal suo arrivo (leggi ritorno) il rendimento di alcuni giocatori del Milan è cambiato, ma non sempre in meglio, come sarebbe banale aspettarsi. A sorpresa, ci sono anche giocatori che si sono un pò involuti. Dal migliore al peggiore, ecco la classifica di rendimento nel 2020, cioè da quando è arrivato Ibra (si tratta della media voto delle nostre pagelle: abbiamo considerato solo chi ha totalizzato almeno 5 presenze con voto): 6,83 Rebic 6,60 Bennacer 6,45 Donnarumma…

L’abitudine alla vittoria, Milan in una triste metà classifica europea

Nel corso della sua presentazione a stampa e tifosi, Stefano Pioli azzardò uno slogan semplice quanto ambizioso: vincere. Alle sue parole seguirono un pareggio, tre sconfitte e una sola vittoria, di misura, sulla Spal che ora è penultima in classifica. Continentalmente parlando, se consideriamo gli 8 campionati europei probabilmente più importanti * (Inghilterra, Francia, Italia, Germania, Olanda, Portogallo, Belgio e Spagna), ci sono ben 68 squadre che nei tornei in corso hanno vinto più del Milan (cioè hanno ottenuto almeno 5 vittorie). Di conseguenza, possiamo dire che ben 68 squadre sono dotate di autostima migliore di quella dei rossoneri: squadre più felici, semplicemente per il fatto di essere più abituate a…

Dallo striminzito al ringalluzzito (ma con riserva). Le prime 5 di Giampaolo e Pioli a confronto

Il Milan sta attraversando l’ennesima fase di cambiamento dovuta all’avvicendamento tecnico in panchina. Ma nei fatti si tratta davvero di un cambiamento? Vediamo di analizzare cosa dicono i numeri in proposito. 3 gol fatti e 5 gol subiti: così Giampaolo iniziò la sua avventura nel Milan, nelle sue prime cinque partite di campionato. Poi sappiamo tutti come è finita, due partite dopo. Con la nuova gestione Pioli, invece, dopo altrettante giornate registriamo 5 gol fatti e 7 subiti. Con Giampaolo gli avversari del Milan riuscivano a bucare il portiere rossonero solo nel secondo tempo, mentre con Pioli riescono a segnare anche nel primo. In compenso con la nuova gestione si…

Abilità al tiro: Kessie ne azzecca 1 su 10 e il più preciso dei rossoneri non è Suso

Che il Milan non brilli per numero di tiri nel corso delle sue partite è ormai cosa risaputa, con Giampaolo la situazione era particolarmente evidente, ma non è che con l’arrivo di Pioli sia cambiato poi tanto. Ciò che stupisce, tuttavia, è anche la scarsa qualità dei tiri. Per farci capire, decidiamo di chiamare precisione relativa la capacità di inquadrare lo specchio della porta rispetto ai tiri totali effettuati da ogni singolo giocatore. Ebbene, il più preciso dei nostri risulta essere Theo Hernandez con 4 tiri su 8 nello specchio della porta (50% di precisione relativa). Insieme a lui ci sarebbero anche Biglia e Bonaventura sempre col 50%, ma con…

Darkhorse Chronicles: AC Milan

AC Milan is getting noticed because of the recent appointment of Stefano Pioli who was appointed 9 October 2019 with the club in 13th place. Pioli has coached exclusively in Italy spanning a 16 year career. Overall he has been a coach for 631 games and has won 37.08% of them. By percentage, his second best stint in Italy came with Milan’s biggest rivals, Inter, where he accumulated an 51.85% win ratio over 27 games, but despite this winning percentage he was sacked with less than a month to go in the season.  Pioli always preferred formation is a 4-3-3, 4-2-3-1, or a 3-5-2 formation. While with Lazio he was…

Gestione Giampaolo, i migliori e i peggiori per media voto

Piccolo résumé analitico, realizzato con l’intento di approfondire le prestazioni dei giocatori durante il breve arco della gestione Giampaolo (7 partite ufficiali). Per fare questo abbiamo preso in considerazione i voti da noi dati al termine di ogni singola partita, da quella d’esordio a Udine fino all’ultima, con il Genoa. Ebbene, viene fuori che i giocatori più positivi dell’era Giampaolo sono stati i seguenti: 6,75 Leao 6,70 Donnarumma 6,16 Bennacer 6,12 Theo Hernandez 6,00 Paquetà e Romagnoli I migliori, dicevamo. E’ bene sottolineare che oltre ad essere stati i migliori, questi sono stati anche gli unici che abbiano raggiunto almeno la sufficienza. Nel Purgatorio della mediocrità (delle insufficienze) possiamo invece…

Il derby (femminile) è rossonero: le ragazze di Ganz battono l’Inter 3-1

Nella cornice dello stadio Breda di Sesto San Giovanni (tutto esaurito) , il Milan femminile allenato da Maurizio Ganz ha battuto l’Inter per 3-1, in quello che è il primo derby della storia della serie A donne. Partita vivace con varie occasioni per parte. Rossonere meritatamente in vantaggio al 35′ con la slovena Dominika Conc; il pareggio delle nerazzurre arriva al 9′ minuto della ripresa (gol di Marinelli). Un paio di minuti dopo però il Milan ristabilisce le distanze ancora una volta grazie alla segnatura di Conc. Il sigillo finale giunge sul finire della partita, al 42′, con il golò di testa di Rinaldi. Grande soddisfazione e gioia per mister Ganz,…

GiampaolOut: esonero doloroso ma doveroso

Impossibile continuare la stagione con l’ex allenatore della Sampdoria, che dopo mesi di lavoro con la rosa a disposizione non è riuscito a dare nessuna parvenza di gioco alla squadra. Dev’essere questo che hanno pensato i vertici della società rossonera, per giungere alla scelta di esonerare il tecnico nonostante la vittoria sofferta contro il Genoa di Andreazzoli. Scelte di formazione alquanto discutibili: Leao in panchina per fare posto a Bonaventura nel tridente d’attacco, Biglia ripresentato dal primo minuto in sostituzione di Bennacer e l’impresentabile Calhanoglu nuovamente in mediana. L’allenatore sembra privo della calma e della serenità necessarie per portare avanti il proprio lavoro: difficile dire se il motivo sia da…

Calendario serie A: alla prima il Milan affronterà l’Udinese

Finalmente effettuato il sorteggio relativo al calendario di serie A edizione 2019-2020. Il Milan esordirà fuori casa contro l’Udinese , affronterà il Brescia in casa alla seconda, mentre l’avversario dei rossoneri nella terza giornata sarà il Verona. Il Derby milanese è previsto già alla quarta giornata. Ecco tutti gli impegni del Milan giornata per giornata: Udinese-Milan Milan-Brescia Verona-Milan Milan-Inter Torino-Milan Milan-Fiorentina Genoa-Milan Milan-Lecce Roma-Milan Milan-Spal  Milan-Lazio Juventus-Milan Milan-Napoli Parma-Milan Bologna-Milan Milan-Sassuolo Atalanta-Milan Milan-Sampdoria Cagliari-Milan 

Mission News Theme by Compete Themes.