Press "Enter" to skip to content

Crotone-Milan 0-2: Kessie dominante, Tonali lucido

DONNARUMMA S.V.: primo tempo, unico problema il vento contrario. Secondo tempo, qualche mischione su palla inattiva. Inganna il tempo canticchiando “il cielo è sempre più blu”.

CALABRIA Voto 6+: si propone con buona lena pur senza eccellere nella rifinitura e nel cross. Collabora al gran pressing in coordinazione con altri. Molto attivo ma anche attento in fase difensiva. Sta proseguendo nella fase di rinascita, adesso ci aspettiamo la crescita definitiva.

KJAER Voto 6,5: gioca con tale leggerezza d’animo che sembra persino non sudare. Ingaggia duelli da lotta greco-romana con Simy riducendolo a più miti pretese. Colpisce la traversa di testa su angolo al minuto 18, poi due grandi chiusure ai minuti 61 e 80.

GABBIA Voto 6+: esordisce con una bella chiusura al minuto 5, poi insieme al sodale compare di reparto mette in mezzo il lungagnone colorato. Gioca semplice ma se serve non tira indietro la gamba. Per partite di questo livello va più che bene, il resto lo vedremo.

HERNANDEZ Voto 6: subito una leggerezza su una palla che porta al tiro Messias, poi sale di attenzione anche difensiva. Quado parte è il consueto devastatore. Stasera serata di riposo.

KESSIE Voto 7+: insuperabile. Sradica la palla dai piedi avversari spostandoli come fossero fuscelli, vince praticamente tutti i contrasti, gioca con autorevolezza. Sblocca il risultato al minuto 46. Dominante.

TONALI Voto 6+: veniva descritto “fuori condizione”, invece gioca lucidamente, mostra idee, belle aperture di gioco, padronanza dei propri mezzi. Mette minuti importanti nelle gambe.

SAELEMAEKERS Voto 6,5: va su e giù per la fascia, costituendo punto di riferimento per l’azione manovrata, collabora al pressing, si accentra per portare scompiglio, galoppa per il cross nell’azione del raddoppio. I “professori di calcio” sui social lo denigrano ingiustamente, per quanto mi riguarda è utilissimo, ordinato, diligente, ha fiato e corsa da vendere.

CALHANOGLU Voto 7+: va al tiro al minuto 7 impegnando Cordaz, poi ancora al minuto 16. Gran passaggio filtrante al minuto 37. Assolutamente al centro del gioco e del centrocampo, forse lo stiamo vedendo soltanto ora nel suo valore. Serve Saelemaekers, vedendolo arrivare con il terzo occhio, per il cross che porta al raddoppio.

BRAHIM DIAZ Voto 6,5: esordio con gol, al minuto 50, nell’area piccola, da rapace dell’area di rigore, meglio di così non poteva andare. Parte a sinistra ma svaria su tutto il fronte d’attacco. Al minuto 13 impegna Cordaz di destro. Mostra personalità (d’altra parte se a quell’età ti fanno indossare la camiseta blanca del Real Madrid un motivo dovrà pur esserci). Consiglio: impari a passare la palla un secondo prima.

REBIC Voto 6,0: Là davanti in solitudine, spalle alla porta, è un duro lavoro ma qualcuno dovrà pur farlo se manca Ibra. Lui ci mette del suo, come al solito, esagerando con i tocchi. Però, daje de tacco e daje de punta, piazza il dribbling giusto sul quale lo sgambettano per il rigore del vantaggio. A proposito, come disse qualcuno, “petto, petto netto”. Esce per una lussazione al gomito.

PIOLI Voto 6,5: chi mi legge sa che non sono mai stato tenero con Pioli da me definito “minestraro”.Tutto ciò premesso, non posso non osservare (e riconoscere) i meriti del minestraro nel rendimento della squadra dalla ripartenza sino ad oggi, meriti ascrivibili, per me, non tanto alla sua idea di calcio ma al realismo da buon padre di famiglia con il quale ha messo in ordine le cose del campo e dello spogliatoio usciti entrambi devastati dall’esperienza Giampaolo. Essendo poi un ex calciatore, a suo tempo non avrà gradito l’ossessività di certi allenamenti e immagino ne abbia tratto i giusti ammaestramenti. Sinora sta guidando il gruppo attraverso una serie di curve pericolose peraltro non ancora terminate. Il Rio Ave e lo Spezia e poi la prima parte di questa anomala stagione potrà dirsi un successo.

BENNACER Voto 6,0: Mototopo si mette nel mezzo a far coppia con Autogatto-Kessie e far girare la palla.

CASTILLEJO S.V.: un po’ troppo lezioso anziché no.

LEAO S.V.: sfiora la rete dopo azione prolungata in contropiede.

KRUNIC S.V.: spizza la traversa sul seguito dell’azione gol di Leao. Se accetta il ruolo, può essere utile.

COLOMBO Voto 6,0: grande e grosso com’è, lui si che sa fare la prima punta. Lotta, combatte, la prende di testa. È un 2002, all’ora in cui alla domenica i suoi coetanei bevono lo Spritz lui gioca in Serie A. 


Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook , Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove. Basta cercarci! --> Social Zone
Mission News Theme by Compete Themes.