Press "Enter" to skip to content

Cusiosità sull’Empoli (che fa 400)

Dopo la sgradevolissima sconfitta con la Fiorentina della settimana scorsa, i ragazzi di Martusciello incontrano il Milan con il morale quasi a terra. Una batosta che potrebbe far cadere la squadra toscana nel baratro del pessimismo, oppure, grazie alla quale, poter ritrovare animo e forza per andare avanti.

Stasera al Castellani l’Empoli giocherà  la sua 400esima partita in Serie A: la prima partita dei toscani venne giocata il 14 settembre 1986 con la vittoria per 1-0 sull’Inter. Da allora, il rendiconto dei toscani è di 102 vittorie, 116 pareggi e 181 sconfitte; con 381 reti siglate e 558 al passivo. Quest’anno i biancocelesti stanno disputando la loro 12esima stagione in massima serie: il miglior risultato lo hanno conseguito nel 2006/’07 (settimo posto).

Massimo Maccarone, soprannominato “BIG MAC“, è arrivato a quota 98 gol con la maglia dell’Empoli, -2 dall’ambito sogno dei 100, in 265 presenze ufficiali.

Leggendo le statistiche riguardanti l’Empoli salta subito all’occhio il fatto che abbia il peggior attacco del campionato. Sono infatti solo 6 i gol realizzati, oltretutto la squadra di Martusciello non segna in casa da 484 minuti. L’ultima rete azzurra in casa risale al lontano 12 settembre, in Empoli – Crotone.  Non male, invcce, la difesa dei toscani, che in fin dei conti hanno incassato lo stesso numero di gol dei rossoneri (17).

Attenzione poi al fattore rigore: l’Empoli, infatti, è tra le 4 squadre (insieme al Palermo, Napoli e Bologna) che in questo campionato non ha mai ricevuto un penalty a favore. Stupisce, inoltre, il fatto che la squadra toscana sia andata in vantaggio solo con giocatori titolari. Il Milan non vince ad Empoli da ben 8 anni, ma attenzione ad un possibile pareggio: i biancocelesti solo la squadra regina degli 0-0.


Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook , Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove. Basta cercarci! --> Social Zone
Mission News Theme by Compete Themes.