Press "Enter" to skip to content

Milan – Empoli: tutte le dichiarazioni dei protagonisti

Mihajlovic: abbiamo fatto male, mi sento come se avessi perso la partita. Abbiamo fatto due gol senza creare un’occasione. Non va bene, ho visto troppa paura. I vecchi incubi. La differenza l’hanno fatta Bacca e Luiz Adriano. Rispetto all’anno scorso non è cambiato nulla. Magari lo scorso anno queste partite si perdevano, perché non c’erano due attaccanti così. Dobbiamo ritrovare fiducia e autostima, perché abbiamo giocato con troppa paura. Dopo l’1-1 è stato un buio totale e non va bene. Salvo solo il risultato, che era importante. I ragazzi hanno corso, però li ho visti troppo bloccati. La squadra mi piace, ma non capisco questa paura. Sappiamo che San Siro è uno stadio esigente, ma dobbiamo avere più personalità. In settimana lavoriamo bene, ma in partita non abbiamo fatto quasi nulla di quello che abbiamo provato. Non so perché, devo parlare con i ragazzi. C’è qualcosa che non va nella loro testa. Si devono scrollare di dosso questa paura e giocare cercando di divertirsi. Per fortuna abbiamo due settimane davanti per lavorare. Era importante vincere, anche se non sono contento. Mi prendo tutte le responsabilità. È il mio lavoro quello di trasmettere carattere, grinta e personalità. Quando ci saremo sbloccati, faremo molto meglio. Derby? E’ una partita particolare per noi come per loro, vincerà chi sbaglierà di meno, chi oserà di più e chi avrà più coraggio.

Galliani: il secondo tempo l’ho visto negli spogliatoi per la troppa sofferenza. Fortunatamente le sofferenze passano e i 3 punti rimangono. Lo scorso anno non era mai successo che le due punte segnassero su azione, significa che siamo migliorati in avanti. Dobbiamo cercare di capire come migliorare il gioco a centrocampo. Credo che l’allenatore troverà il sistema, è il lavoro più importante da fare in questi 15 giorni. In quella zona abbiamo molta qualità ma dobbiamo farla venire fuori, non è una critica all’allenatore, ma credo sia il reparto dove c’è più da lavorare. Mercato? Vediamo, vediamo. Non voglio dire cose, poi si verificano, non si verificano, vediamo…

Bacca: dovremo migliorare la qualità del gioco, ma abbiamo affrontato la partita con il giusto atteggiamento. L’Empoli ha fatto una grande prestazione, facendo molta pressione sui portatori di palla, ma siamo riusciti a vincere. Balotelli? È una concorrenza sana in attacco, l’importante è che a beneficiarne sia il Milan. Mario è arrivato da una settimana, dovrà lavorare molto, poi deciderà Mhajlovic se giocare con due o tre punte. Ma sempre per il bene del Milan. Luiz Adriano? Giochiamo molto bene insieme, stiamo lavorando per affinare la nostra intesa. L’Inter? Sarà una partita molto difficile, il derby per me è come un finale. Ora penserò alla Colombia ma poi quando ritornerò sarò proiettato sull’Inter.

Kucka: l’esordio? Non mi aspettavo di giocare, sono contento di aver giocato e che abbiamo vinto. Potevo fare meglio, non è stata una prestazione ottima. Sono arrivato ieri, non conosco tutti i giocatori. Con Antonelli mi sono trovato bene perché lo conoscevo già. Mihajlovic mi ha messo come mezzala sinistra, a Genova ho giocato sia a destra che a sinistra quindi non c’è problema. Devo ringraziare Gasperini per tutto quello che mi ha insegnato in questi anni, ho imparato a fare più ruoli. Il mister era contento per la vittoria, ma dobbiamo migliorare nel gioco.

Antonelli: l’unica cosa da salvare sono i 3 punti. Abbiamo fatto bene fino al gol subito poi ci siamo bloccati al gol del pareggio ma non sappiamo perchè, però ci prepareremo al meglio per il derby. Stiamo lavorando tantissimo durante la settimana per migliorare al meglio tutto. L’Empoli è una squadra ben organizzata, i 3 punti sono stati fondamentali, ora affrontiamo il derby nel modo migliore.

*          *          *

Giampaolo: in queste partite devi portare a casa il risultato, perché rimangono i complimenti, ma i tre punti li porta a casa l’avversario. Quando giochi bene devi raccogliere. Alla squadra non posso rimproverare nulla, siamo dispiaciuti per non essere stai premiati dal risultato dopo un’ottima prestazione. Sono molto orgoglioso della mia squadra, soprattutto quando lavora così. Saponara? Il valore aggiunto di questa squadra, che è stata costruita con lui protagonista. Il primo gol? Dovevamo accorciare prima e abbiamo lasciato spazio a Bacca.

Dioussè: è stata una bella emozione giocare a San Siro, non era facile, ma grazie all’aiuto dei miei compagni ce l’ho fatta. Oggi abbiamo cercato di tenere la squadra alta, dobbiamo continuare su questa strada e fare risultato. Io devo continuare a lavorare per crescere e migliorare, le soddisfazioni poi arriveranno.

Croce: la partita è stata equilibrata fino alla fine, peccato, potevamo portare punti a casa. La condizione sta crescendo ma non potevamo pensare di fare un primo tempo con il Milan come contro il Chievo, abbiamo fatto una buona prova. Siamo arrivati al pareggio e abbiamo avuto occasioni per andare in vantaggio, abbiamo preso un gol in contropiede ed uno su calcio d’angolo.


Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook , Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove. Basta cercarci! --> Social Zone
Mission News Theme by Compete Themes.