Press "Enter" to skip to content

Milan – Genoa: una partita da giocare per 90 minuti (+ recupero)

All’andata un goal di Dzemaili dopo solamente dieci minuti decretò il successo del Genoa, che inflisse al neonato Milan di Mihajlovic la terza sconfitta in campionato in sei gare. Il 27 di settembre i rossoneri avevano solamente 9 punti dopo 6 partite. Oggi la situazione del diavolo è ben diversa, nonostante il “mezzo” passo falso della scorsa domenica contro l’Udinese abbia rallentato un girone di ritorno iniziato con la marcia giusta. Vincere oggi contro il grifone significherebbe per i rossoneri conquistare 14 punti sui 18 disponibili in questa seconda parte di campionato. Numeri a parte, vincere serve soprattutto per non perdere il treno Champions, specie dopo la vittoria della Roma contro il Carpi e non sapendo come andrà a finire di questa sera tra Fiorentina ed Inter.

Come arrivano dunque le due squadre al lunch match di oggi?

Gasperini, dopo la consueta rivoluzione della sessione di mercato invernale, sta faticando a trovare la quadratura per la propria squadra, tanto che prevedere la formazione che schiererà in campo oggi è davvero complicato considerando le molteplici soluzioni che ha a disposizione. Sicuri assenti per infortunio saranno Ansaldi ed il goleador della squadra rossoblu Pavoletti oltre a Rincon per squalifica. Tre assenze pesanti per il grifone, che obbligano Gasperini a rivedere nuovamente il proprio undici titolare. Ci sono molti ballottaggi specie in attacco, dove il neoarrivato Matavz sembra essere l’unico sicuro del posto. I restanti se li giocano i due ex rossoneri Cerci e Suso, Laxalt e Tachtsidis.

Dall’altra parte del campo Mihajlovic dovrà fare a meno dell’ex Kucka, elemento vitale per il centrocampo rossonero vista l’energia che in ogni partita ha saputo mettere in campo. Sembrava che il tecnico serbo dovesse rinunciare anche a Niang (altro ex), invece il giovane attaccante francese sembra essere recuperato. Per il posto a fianco di Bacca si annuncia quindi un ballottaggio proprio tra Niang, spalla ottimale del colombiano, e Mario Balotelli, auspicando che questa possa essere la partita del suo rilancio. Tornando al centrocampo, il posto di Kucka dovrebbe essere preso da Jack Bonaventura, pienamente recuperato e pronto a riprendere in mano le redini della mediana rossonera. In difesa Mattia De Sciglio dovrebbe sostituire Abate. Per il resto la linea difensiva è confermatissima, seppur la scorsa domenica non sia parsa così solida (eccezion fatta per Donnarumma), come aveva dimostrato invece nelle più recenti occasioni.

Il primo tempo con l’Udinese deve essere dimenticato, questa è una sfida da giocare con grinta, determinazione e passione fin dal primo minuto; i tre punti sono fondamentali.

La gara sarà diretta dall’arbitro Calvarese.

Le probabili formazioni:

Milan (4-4-2): Donnarumma, De Sciglio, Alex, Romagnoli, Antonelli, Honda, Montolivo, Bertolacci, Bonaventura, Bacca, Balotelli. All. Mihajlovic

Genoa (3-4-1-2): Perin, Munoz, Burdisso, Izzo, Fiamozzi, Rigoni, Dzemaili, Gabriel Silva, Tachtsidis, Cerci, Matavz. All Gasperini


Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook , Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove. Basta cercarci! --> Social Zone
Mission News Theme by Compete Themes.