Press "Enter" to skip to content

Milan – Sampdoria, Mihajlovic: “Non firmerei per dieci punti da qui a Natale”

Conferenza stampa pre Milan-Sampdoria per il tecnico Mihajlovic. Sulla possibile svolta ora che il calendario è più abbordabile: “Dopo il Napoli abbiamo avuto più di 2 punti di media a partita e sono convinto che nelle restanti riusciremo a mantenere questa media che l’anno scorso garantiva l’accesso in Champions. Mancano 6 partite alla fine del girone di ritorno, poi avremo quasi tutti gli scontri diretti e sono convinto che faremo meglio. Abbiamo bisogno di trovare continuità. Ora ci sono partite che sulla carta ci permettono di stare subito su in classifica, ma non firmerei per dieci punti da qui a Natale. So che se giochiamo come sappiamo possiamo far bene. La svolta si vede sul medio-lungo periodo”. Sulla mancanza di Bertolacci in mediana: “Sicuramente non aver quasi mai avuto l’investimento più importante a centrocampo ha pesato, ma un giocatore non fa decidere per un modulo. Così come Balotelli, che spero di avere entro Natale. Indipendentemente dal modulo avremo sempre 4-5 giocatori offensivi. A volte è vero che non siamo riusciti ad esprimere questo potenziale, ma l’idea è sempre quella”. Su cosa sia andato storto a Torino: “Abbiamo perso contro una squadra che non è ultima in classifica, che ha battuto il Manchester City l’altro ieri. Poi certo, dovevamo fare meglio in fase propositiva, ma eravamo poco lucidi anche per la grande fase difensiva che abbiamo fatto. È stata comunque una partita equilibrata, abbiamo fatto poco sia noi che loro. Il problema è stato sbagliare troppi passaggi e non essere riuscito a tenere la palla sulla trequarti”. Sul problema negli scontri diretti: “Preso un gol non riusciamo a reagire? Succederà che quando si prende gol si vincerà una partita, anche se mi auguro di non prendere gol per primo. In tante partite dove abbiamo preso gol abbiamo avuto una reazione, ma non siamo nemmeno stati fortunati. Nel girone di ritorno a parte il Napoli, le affronti tutte in casa e penso che sia più facile vincere in casa che fuori, pur dipendendo da tanti fattori”. Sulla Samp di Montella e le parole di Ferrero: “È una squadra ostica con giocatori che dalla metà campo in su possono risolvere la gara in ogni momento. E’ vero che quest’anno hanno portato a casa solo 2 punti in trasferta, ma dovremo stare attenti. Auguro sempre il meglio alla Sampdoria e al mio ex presidente auguro di non perdere mai il sorriso, gli dico che il Milan è come le belle mogli, sono più capricciose di quelle meno belle. Sono convinto che domani la vinciamo, sarà dura, ma dipende da noi”.

Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook, Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove! --> Social Zone
Sei un appassionato di scommesse? Scopri il bonus di benvenuto Sisal!
Mission News Theme by Compete Themes.