Press "Enter" to skip to content

Milan – Torino, una partita in cui essere toreri

Questa sera il Milan affronterà il Torino, una squadra che quest’anno ha fatto dell’incostanza il suo marchio di fabbrica. L’aria nel capoluogo piemontese non è delle migliori considerando le recenti critiche della tifoseria granata nei confronti del tecnico Ventura. Però, classifica alla mano, il Toro non sta disputando un campionato così male, undicesimo in classifica a soli sei punti da quel settimo posto (miglior piazzamento degli ultimi anni), conquistato due stagioni fa, che gli permise di giocarsi l’Europa League. Questo momento delicato dei granata non deve certo far abbassare la guardia ai rossoneri che, con un’eventuale vittoria, avrebbero la possibilità di avvicinarsi al terzetto Champions che li precede, considerando anche gli scontri diretti di questa giornata (Juventus – Inter e Fiorentina – Napoli). Analizziamo dunque le due possibili formazioni che si affronteranno questa sera.

Ventura si affida al suo consolidato 3-5-2 confermando la propria linea difensiva a tre che può diventare un vero e proprio fortino quando i due esterni di centrocampo, Zappacosta e Peres, arretrano. Centrocampo di molta sostanza con il faro Baselli (molto vicino ad indossare la maglia rossonera un anno fa) e attacco con il duo italico Belotti-Immobile, sempre pronto a colpire l’avversario nei modi più diversi.

Anche Mihajlovic conferma il proprio modulo riproponendo quel 4-4-2 che sta ben figurando negli ultimi due mesi. Gli “attori” scelti dal “regista” serbo saranno con ogni probabilità gli stessi delle ultime “opere” con due sole eccezioni, perlomeno una sicura e una probabile. Il primo cambio sarà Bertolacci al posto dello squalificato Montolivo, mentre il secondo potrebbe essere Zapata (dopo l’ottima prova di Napoli come lasciarlo fuori?) in sostituzione di Romagnoli, non ancora al meglio della forma dopo l’influenza della scorsa settimana. Per il resto tutti promossi e confermati, in previsione anche della sfida di martedì contro l’Alessandria che potrebbe portare i rossoneri in finale di Coppa Italia.

Il Torino non va sottovalutato (ricordando il pareggio dell’andata), si tratta anzi di una squadra da trattare con le pinze, che ora ridispone di un terminale offensivo micidiale, come Ciro Immobile. Il Diavolo dovrà calarsi nella parte del bravo torero, portare rispetto al toro e stare attento alle incornate, ma, allo stesso tempo, essere abile ad imporre la propria superiorità sull’animale!

La gara sarà diretta dall’arbitro Celi.

Milan (4-4-2): Donnarumma, Abate, Alex, Zapata, Antonelli, Honda, Kucka, Bertolacci, Bonaventura, Bacca, Niang. All. Mihajlovic

Torino (3-5-2): Padelli, Maksimovic, Glik, Moretti, Zappacosta, Acquah, Vives, Baselli, Peres, Belotti, Immobile. All. Ventura


Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook , Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove. Basta cercarci! --> Social Zone
Mission News Theme by Compete Themes.