Press "Enter" to skip to content

Tempi Rossoneri

Donnarumma, una cessione tanto opportuna quanto necessaria

Soltanto un anno fa Gigio Donnarumma aveva una quotazione di mercato che oscillava attorno agli 80 milioni di euro e le indiscrezioni degli addetti ai lavori raccontavano di club come PSG, Real Madrid e Juventus pronte a sgomitare per prenotare il portiere under 20 italiano. Un anno dopo sembra passata una decade: la sua valutazione è drasticamente calata e sul tavolo di Fassone & Mirabelli non paiono esserci offerte concrete di acquisto. Gli errori decisivi commessi da Donnarumma in finale di Coppa Italia contro la Juventus e successivamente nello scontro diretto di Bergamo, in campionato, ne hanno messo ulteriormente in discussione le qualità tecniche e mentali, facendo storcere naso (e…

Nel diluvio di Bergamo solo un pareggio, ma poteva andare peggio. Le pagelle dei nostri

Donnarumma 5.5 I buoni interventi non mancano (anche perchè a un certo punto è un tiro al bersaglio), le gravi incertezze neanche, vedi pareggio dei padroni di casa. Non sta diventando un caso. Lo è sempre stato. Abate 5 Avversari più vispi di lui, come era prevedibile per motivi anagrafici. Un giallo e poi si fa sfuggire Masiello in occasione del pareggio nerazzurro. Romagnoli e Bonucci 6 Barrow non è un bel cliente, ma la coppia rossonera riesce a limitarlo bene, senza ombrello, non dimentichiamolo. Rodriguez 6- Anche se mi piacciono i thriller, non riesco ad essere un suo estimatore. Per salvare una palla dal fallo laterale, per poco non combina…

Milan Favourites to Sign Simone Zaza?

Reports out of Spain suggest that Valencia striker Simone Zaza could return to Italy this summer once the transfer window opens. Spanish publication Levante-EMV reports that Simone is expected to leave Valencia in the summer, with a return to Italy looking like the most likely outcome for the 26-year-old. In addition to AC Milan, both Torino and Napoli may be interested in securing the striker’s signature. Valencia manager Marcelino has reportedly set his sights on a more “dynamic” option up front than he currently has at his disposal, which means Zaza may be on the way out of town. Most of the best betting sites had Milan listed among the…

Elliott e Berlusconi alleati contro Vivendi

Bastano due indizi a fare una prova. E quando gli indizi son più di due la prova rischia di diventare quasi schiacciante. È notizia d’inizio Marzo che il fondo statunitense Elliott ha rastrellato il 6% di azioni di Tim, diventandone il secondo socio di maggioranza dopo Vivendi, attualmente fermo al 23.9%. L’obiettivo dell’hedge fund è contrastare la gestione della società di TLC da parte della Company francese, entrando direttamente a dar parte del Consiglio di Amministrazione. Un intervento salutato positivamente tanto a Palazzo Chigi, dove la gestione di Vivendi non piace affatto, quanto da Berlusconi, che contro la società di Vincent Bollorè sta combattendo da tempo su un altro fronte:…

Le pagelle del Milan nel poker bianconero

DONNARUMMA Fino al minuto 60, voto 7+: molto più impegnato del solito risponde sempre adeguatamente su Khedira (minuto 2), su cross di Dybala (minuto 21), ancora su Dybala (minuto 32), su Mandzukic (minuto 36), ancora su Dybala (minuto 51), è strepitoso sempre su Dybala (minuto 54 e 59). Gioca bene anche con i piedi. Dopo il minuto 60, voto 4: doppio errore fatale per le speranze di rimonta (minuto 61 e 63). Il secondo errore è probabilmente figlio del primo, cioè della incapacità di reagire mentalmente nella consapevolezza di aver fatto una cappellata. Capita a 30 anni, figuriamoci a 19. Adesso tutti a dire che cederlo è un bene. Se Donnarumma…

Il primo trofeo dell’era cinese o l’ennesimo del ciclo bianconero?

Un altro trofeo nazionale che si aggiungerà ai tanti già vinti dalla Juve all’interno dei nostri confini, oppure la spunterà a sorpresa il Milan? L’attesa è molta, sugli spalti e fuori.  Sono previsti 65.000 spettatori, per un incasso che si aggirerà intorno ai quattro milioni di euro. Già pochi anni fa i rossoneri riuscirono a soffiare la Supercoppa italiana a Buffon e compagni, in quel di Doha. L’arbitro di oggi (Damato) sarà lo stesso di quella finale, che si concluse con la lotteria dei calci di rigore. Ricordate l’ultimo di Pasalic? E mentre il calcio italiano si prepara a una nuova rivoluzione, con le seconde squadre a partire dalla prossima stagione, stasera vedremo se…

L’ombra di Raiola

Dopo un periodo di silenzio il “re” dei procuratori Mino Raiola è ritornato ad agire, pur nell’ombra, per portare fermento nell’ambiente rossonero. Un fermento che non può che essere negativo considerando il complicato rapporto, se così si può definire, tra l’ex pizzaiolo e il ds Mirabelli. Dopo tutto il can can dovuto alla vicenda Donnarumma della scorsa estate e alla diverse sortite durante tutta la stagione, questa volta Raiola pare aver trasferito le sue attenzioni su un altro importante assistito che milita nelle fila rossonere ossia Jack Bonaventura. Il centrocampista marchigiano in tutti questi anni si è sempre dimostrato un eccellente modello a cui ispirarsi, serietà, rispetto, mai una parola…

Tutto nelle ultime tre gare: due strade per un unico obiettivo

Ormai siamo alla resa dei conti: due gare al termine del campionato e mercoledì finalissima di Coppa Italia con la Juve. Il Milan si gioca praticamente tutto in queste tre gare. Tutto può accadere – Una sfida quasi impossibile contro una Juventus nettamente più forte, che ha già archiviato la pratica scudetto e concentrerà le sue forze su questa finale. Come ha ribadito mister Gattuso, non sempre vincono i più forti, per cui sarà necessario scendere in campo con grinta e concentrazione. La Supercoppa di Doha non è un ricordo lontano e all’Olimpico tutto può accadere. Non dimentichiamo che una vittoria consentirebbe al Milan di accedere all’Europa League a prescindere…

Locatelli in crescita, ottimo Calhanoglu. Le pagelle dei nostri

Milan-Verona 4-1, le pagelle dei rossoneri: DONNARUMMA S.V.: dall’inizio sino al minuto 18, quando tocca la palla di piede, è molto attivo sui social network. Di lì sino al minuto 46, quando ritocca la palla di piede, partecipa al torneo di briscola dei raccattapalle. Al minuto 69 si stiracchia sulla traversa di Romulo e nel finale il tiro dello sconosciuto coreano lo coglie mentre sta smontando sdraio e ombrellone. ABATE Voto 7: parte in sordina lasciando al solo Kessie il compito di supportare Suso in attacco. La sua prima discesa è del minuto 23. Si limita all’essenziale, crescendo alla distanza in fiducia e raggio d’azione. Chiude con un esterno destro…

Verona con l’acqua alla gola, per il Milan una specie di allenamento

Proseguono gli allenamenti del Milan in vista della finale di Coppa Italia che si giocherà fra pochi giorni. Oggi è prevista una sorta di amichevole con il Verona, molto candidato a retrocedere in serie B. La squadra di Pecchia è pressochè spacciata, per prolungare almeno un pò l’agonia dovrebbe vincere oggi e augurarsi una vittoria del Benevento a Ferrara. Poi volendo si potrebbe anche sperare in un miracolo nelle prossime giornate, ma solo a voler essere sfacciatamente ottimisti. All’andata terminò 3-0 per gli scaligeri, di conseguenza ci si potrebbe aspettare voglia di rivincita da parte dei rossoneri. Ma la stessa cosa la si attendeva anche con il Benevento e sappiamo…

Porte girevoli per l’attacco rossonero del prossimo anno

Mentre l’attenzione di tutti noi tifosi è rivolta alle ultime tre giornate di campionato e alla finale di Coppa Italia di mercoledi prossimo, la dirigenza rossonera già invece è pronta per affrontare il mercato estivo che impazzerà tra meno di un mese. Gattuso ha fatto già capire di quale tipo di rinforzi necessita questa squadra, e tra questi vi è anche un bomber che possa garantire qualità ed esperienza. Questione cessioni – La questione prioritaria da risolvere è senza dubbio quella relativa alle cessioni. Quasi assodato che Kalinic farà le valige, rimarrà con noi Cutrone, da risolvere la questione Andrè Silva. Il portoghese ha certamente deluso, ma la giovane età…

Milan: progetto seconda squadra. Quali vantaggi porterebbe

Voi direte, c’è già una seconda squadra a Milano: l’Internazionale, che in Europa ha vinto perfino qualche trofeo importante, sebbene ne abbia vinti meno della metà del Milan, come anche i sassi sanno. Ma non è questo il discorso perchè stiamo invece parlando della possibilità di avere una seconda squadra di proprietà. Perchè? Perchè Two is megl che one, perchè se con una fava si possono prendere 1000 piccioni, con due se ne potranno prendere 2000. Una squadra creata allo scopo di favorire la crescita dei talenti che vi giocherebbero (si eviterebbe in tal modo di dover mandare in prestito ai quattro venti tanti giovani giocatori ancora acerbi). Una sorta di specchio tecnico…

Il calcio italiano non interessa più a nessuno

La sera del 13 novembre 2017 si è compiuta la tragedia sportiva della nazionale italiana di calcio: dopo sessanta anni l’Italia non si è qualificata per la fase finale dei mondiali di calcio. L’arbitro non ha fatto tempo a fischiare la fine della partita che già opinione pubblica e addetti ai lavori stavano vomitando analisi, sentenze e soluzioni su social networks, giornali e televisioni. Nulla di trascendentale in un Paese i cui abitanti, come disse Churchill, vivono le partite di calcio come fossero guerre, se non fosse che nessuno (o forse pochi) è andato oltre alla richiesta delle teste di Ventura e Tavecchio. Non voglio soffermarmi sulle loro indiscutibili colpe…

Raoul Bellanova, un nuovo gioiello della lunga scuola di difensori rossoneri

Di nazionalità italiana, appena 17enne, 185 cm di altezza per un peso di 78 kg, Raul Bellanova ha già ottenuto la convocazione in serie A con la prima squadra, anche se l’esordio deve ancora arrivare. In passato è stato seguito da club europei e italiani. Il ruolo dove meglio sta esprimendo le sue ottime caratteristiche è quello del terzino destro, anche se viste le sue doti fisiche, atletiche e soprattutto tattiche potrebbe essere tranquillamente schierato anche come difensore centrale. Sicuramente i suoi punti di forza sono la forza fisica, un gran senso della posizione e un ottimo tempismo negli interventi, in definitiva un’ottima fase difensiva. Mister Lupi ha ereditato da Gattuso il…

La Var ai Mondiali parlerà italiano: fra gli arbitri specialisti anche Orsato

Malgrado le feroci polemiche post Inter-Juventus, Daniele Orsato di Schio ha ricevuto la convocazione da parte della Fifa e sarà fra gli arbitri specialisti del Var ai prossimi Mondiali in Russia, ormai imminenti visto che cominceranno fra poco più di 40 giorni. Tre gli italiani presenti, scelti seguendo un criterio basato soprattutto sull’esperienza: Orsato, Valeri e Irrati. I tre fischietti nostrani si aggiungeranno al quatariota Al Jassim, ai sudamericani Sampaio (Brasile), Vargas (Bolivia) e Vigliano (Argentina); altri europei saranno i tedeschi Dankert e Zwaier, i portoghesi Lopes Martins e Dias Soares, l’olandese Makkelie e il polacco Gil. Arbitro in campo, un unico italiano: Gianluca Rocchi.

Mission News Theme by Compete Themes.