Press "Enter" to skip to content

Tempi Rossoneri

L’allegro circo rossonero

Mentre qui in Italia discutiamo del presente e del futuro di questo disastrato Milan, in Brasile è da poco terminata la conferenza stampa di Seedorf, che annuncia ufficialmente il suo nuovo incarico, quello di allenatore del Milan. In questi giorni siamo stati costretti a subire l’ennesima, tragicomica, farsa di un manipolo di artisti circensi di bassa lega, che puoi trovare solo in un circo da quattro soldi. O al Milan. E non ce ne voglia la signorina BB, ma lei non è assolutamente esente da colpe: inutile erigersi a bambina viziata figlia del capo che affida all’Ansa, dopo Reggio Emilia, i suoi sentimenti e la sua voglia di fare moralismi,…

Sassuolo-Milan: prestazioni da incubo

Abbiati 4.5 Colpevole su un paio di gol neroverdi, in generale è poco reattivo e questo accade ormai da tempo. Non dà mai l’impressione di essere sicuro e sembra sempre più lento non solo dei tiri, ma anche delle idee degli avversari. De Sciglio 4.5 Timido, evanescente e poco propositivo, se non nell’assalto finale.  Bonera 4 Colto impreparato in diverse fatali occasioni, si ricorderà a lungo di Berardi e di questa serata. Zapata 4 Come Bonera, anche lui spesso sorpreso dalla rapidità degli avversari, Zaza in primis, e più volte nel posto sbagliato. Emanuelson 4.5 Berardi lo brucia in occasione del terzo gol del Sassuolo. A volte ha dei lampi improvvisi…

Berardi annienta il Milan e condanna Allegri all’addìo

Che dire di questo incredibile 4-3 che vede il neopromosso Sassuolo annientare quella che fino a ieri sera era la squadra di Allegri? Non è facile commentare una partita così orribile per il Milan, che pure aveva cominciato bene la gara, portandosi in pochi minuti sul 2-0 con i goal di Robinho e Balotelli. Sembrava dovesse essere una serata perfetta, invece si è trasformata in un incubo. Una prestazione inguardabile da parte di tutta la difesa, con Zapata e Bonera in perenne ritardo su Zaza e Berardi. Proprio quest’ultimo è stato il grande protagonista, con un sensazionale poker che Abbiati e la difesa rossonera ricorderanno a lungo. Complimenti a Di…

Allegri esonerato, stavolta è finita davvero

Ecco il comunicato ufficiale della società rossonera, diffuso nella mattinata di oggi: L’AC Milan comunica di aver sollevato dall’incarico di allenatore della prima squadra, con effetto immediato, il Signor Massimiliano Allegri e il suo staff. L’AC Milan desidera ringraziare il Signor Allegri e il suo staff per l’opera svolta e augura loro i migliori successi professionali. La squadra è provvisoriamente affidata alla guida tecnica del Signor Mauro Tassotti. Fatale la clamorosa sconfitta di ieri sera con il Sassuolo. 4-3 per i neroverdi, con ben quattro goal segnati dal giovanissimo Berardi (il Milan vinceva 2-0 prima della straordinaria rimonta della squadra di Di Francesco). Si vocifera che Clarence Seedorf possa arrivare…

Verso Sassuolo – Milan: una Honda…ta di entusiasmo

Si avvicina il match di Reggio Emilia di domani sera. L’attenzione mediatica sarà tutta per il neo acquisto Honda, che sembra abbia portato entusiasmo nello spogliatoio, fondamentale per uscire dalle zone anonime della classifica. Dalla conferenza stampa di mister Allegri è emerso qualche indizio sulla formazione titolare: sicuri del posto Abbiati, De Sciglio ed Emanuelson sulle fasce e Zapata centrale. Accanto a lui molto probabile l’impiego di Bonera, con in panchina la coppia francese Mexes – Rami. A centrocampo l’inamovibile De Jong sarà affiancato con ogni probabilità da Montolivo con il ritorno di Cristante in panchina, mentre ci sarà ballottaggio Nocerino – Poli per la terza maglia, con il primo…

Chi crede alle parole di Galliani?

Alzi la mano chi crede o ha mai creduto alle parole di Galliani. A quanto pare con Rami (oggi presentato ufficialmente) e Honda il mercato sembra essere chiuso, ma c’è troppo fermento attorno all’ambiente Milan per poter pensare una follia del genere! Sfumato Nainggolan, sfumato, almeno sembra, D’Ambrosio, tutti gli sforzi stanno per virare sul prestito del forte mediano del Chelsea, Michael Essien, in rotta con Mourinho. Ma in queste ore i nomi più caldi si fanno sul fronte cessioni: in difesa dovrebbero partire Vergara (sfumata la Reggina ancora ignota la destinazione), Gabriel (ritorno in Brasile o Portogallo) e Zaccardo (West Bromwich o Besiktas), mentre l’affare del mese quasi sicuramente…

Il sogno di Keisuke Honda

Da bambino sognava di giocare in Italia, in quello che certamente veniva percepito come uno dei campionati più belli del mondo. Dal Giappone all’Olanda, per capire qualcosa del calcio europeo, poi in Russia al Cska Mosca, nel frattempo la vittoria della coppa d’Asia con la nazionale nipponica. Ed ora, finalmente sul palcoscenico dei suoi desideri: San Siro, il Milan. Keisuke Honda è nato il 13 giugno 1986, quasi insieme al Milan di Berlusconi, che nel giugno di quell’anno aveva appena 4 mesi di vita. Dopo lunghe girandole del destino, le strade del giapponese e del club rossonero si sarebbero incrociate quasi 28 anni dopo. Un traguardo che per Honda non…

Mission News Theme by Compete Themes.