Press "Enter" to skip to content

Tempi Rossoneri

Olanda-Italia, le pagelle di Romagnoli e compagni

Donnarumma: voto 8 se l’Italia vince lo deve a lui, prodigioso sul tiro di Snejder, sicurissimo nelle altre circostanze. Si conferma un progetto di fenomeno. Rugani: voto 5,5 poco sicuro nelle chiusure, quasi assente nell’iniziare l’azione. Bonucci: voto 6 è la media fra il 7 del primo tempo (il migliore) e il 5 del secondo tempo dove lancia un avversario a rete e si fa saltare in due occasioni. Romagnoli: voto 6,5 il migliore dei tre difensori, l’autorete del tutto fortuita non lo destabilizza minimamente. Un futuro titolare. Zappacosta: voto 5,5 ha gamba e volontà, idee e lucidità ancora da dimostrare. Darmian: voto 5,5 non incide mai in avanti sbagliando…

Olanda – Italia, le probabili formazioni della sfida

Se stasera non avrete di meglio da fare, accendete la tv e godetevi l’amichevole fra due grandi squadre europee, una piuttosto spensierata (la nostra) e l’altra in piena turbolenza e con ben pochi motivi per sorridere. Alle 20.45 Olanda contro Italia: se gli azzurri li conosciamo meglio delle nostre tasche, conosciamo bene anche gente come Strootman, Sneijder e Robben, stelle di una nazionale in crisi, che ha da pochissimo esonerato il c.t. Danny Blind, e che deve ancora scegliere il suo successore. A questo proposito, pare che Louis Van Gaal aiuterà presto la federazione olandese a trovare una buona soluzione. Motivi di interesse del match: l’ennesima presenza di Daniele De Rossi,…

Mercato: obiettivi rinnovi e almeno tre acquisti di spessore

Sembra che il 14 aprile sia la data che metterà la parola “fine” ad una telenovela che dura da mesi e mesi. In programma infatti quel giorno l’assemblea dei soci che sancirà definitivamente il passaggio di consegne da Berlusconi a Yonghong Li. Secondo quanto riferito dal Corriere della Sera la nuova proprietà metterà sul tavolo una cifra che si aggira sui 100 milioni per rinforzare la squadra e tornare al più presto in Champions (dal 2018/19 le squadre che parteciperanno alla massima competizione saranno quattro e senza l’assillo dei preliminari). Rinnovi – Senza dubbio Fassone e Mirabelli dovranno operare sul fronte rinnovi per trattenere coloro i quali hanno i requisiti…

Con il closing un nuovo Cda. Leonardo: “L’operazione temo sia solo finanziaria”

Sembrerebbe che stavolta sia la volta buona. Il condizionale chiaramente è d’obbligo nella faccenda closing che ormai dura da un tempo neanche più calcolabile. Con Sino Europe Sports ormai scomparsa, è stata creata una nuova entità, la Rossoneri Sport Investment Lux, controllata da Yonghong Li, il quale si avvarrà delle società finanziarie Huarong ed Elliott (società finanziatrici, non investitrici) per recuperare i soldi necessari alla chiusura dell’affare (parliamo di 320 milioni circa). Cda – Stando alle indiscrezioni della Gazzetta dello Sport ormai si può parlare di svolta positiva dell’operazione, tanto che è possibile già delineare quello che sarà il futuro Cda rossonero. Ci saranno tre consiglieri italiani e tre cinesi.…

Il miliardario che vince sempre (e non si muove mai a caso)

Cinico businessman, spietato finanziere d’assalto, abile investitore, avvoltoio, uomo senza scrupoli, generoso benefattore. Di definizioni ne ha avute diverse, mister Paul Elliott Singer, il creatore del colosso statunitense US Elliot management Corporation, il nuovo soggetto entrato in gioco nell’affair Closing Milan. Definizioni controverse, contraddittorie, ambigue, insomma una persona non facilmente decifrabile, ma di sicuro un vincente, pragmaticamente parlando, di soldi ovviamente. Uno che ha 2,6 miliardi di dollari di patrimonio e un’azienda valutata in borsa per oltre 30 miliardi di dollari. Uno che sa scegliere sempre il momento giusto per muoversi. Anche nell’affare che vede coinvolto il Milan, Singer è entrato nel momento più importante, quello decisivo, come un ago, con la…

Berlusconi: “Ses ha garantito caparre significative, ma in caso l’affare saltasse continueremo noi”

Al quotidiano La Verità è tornato a parlare Silvio Berlusconi: con la questione closing piatto forte. Il presidente ha cercato di tranquillizzare i tifosi, disorientati e delusi da una trattativa che sembra non avere fine. “Io ci sono, la mia famiglia anche, procederemo con la vendita della società solo qualora ci siano tutte le garanzie sia finanziarie che di impegno per il rilancio del club”. Rassicurazioni quindi sul futuro del Milan, anche se dovesse saltare l’affare con Ses: “La parte cinese è stata condizionata da alcune difficoltà, ma ha garantito caparre significative: siamo pronti a rispettare i nostri impegni e pensiamo che gli acquirenti rispetteranno i loro. Se l’operazione non…

Italia – Albania 2-0: le pagelle degli azzurri

Buffon 6 Qualche patema iniziale, ma poi la serata fila tranquilla. Complimenti per le mille partite in carriera. Zappacosta 6.5 Deve vedersela con un cliente non facile, ma riesce presto a prendere le misure. Assist nella ripresa per il raddoppio azzurro di Immobile. Ha futuro. Barzagli 6 Non impeccabile su Roshi, ma sempre un maestro d’efficacia. Bonucci 6 Meno apparisciente che in passato, ma ugualmente vigile e attento in ogni occasione. Del resto non è che gli avversari lo impegnino più di tanto. De Sciglio 6 Buon periodo per lui, che non strafà mai, come d’abitudine, ma svolge con diligenza i compiti assegnategli. De Rossi 7 Freddo come il ruolo…

Italia – Albania: vittoria a tutti i costi per proseguire la lotta con la Spagna

Partita da non sbagliare quella di stasera: prosegue infatti la sfida a distanza con la Spagna per la vetta del girone (in questo momento gli iberici davanti ma solo per una miglior differenza reti). Un solo passo falso potrebbe anche essere abbastanza per non poter recuperare più il primo posto. In conferenza stampa sia il ct Ventura che il capitano Buffon hanno cercato di far capire che quella di Palermo non sarà una passeggiata. Secondo il portiere l’Albania “è una squadra da temere, è una nazionale che negli ultimi due anni ha avuto un processo di crescita esponenziale e lo ha dimostrato anche agli ultimi Europei dove ha fatto partita con tutti”.…

Non sono poi così scarsi!

E’ vero, negli anni passati siamo stati abituati all’acquisto di grandi giocatori, i vari Nesta, Rui Costa, Seedorf, Ronaldinho, Ibrahimovic, tutti campioni già affermati , oppure alle scoperte, quasi dal nulla, di gente del calibro di Pirlo, Kaka e Thiago Silva. Negli ultimi anni però, vuoi le ristrettezze economiche, vuoi la perdita di dirigenti e osservatori importanti come, ad esempio, Braida e Leonardo, il mercato del Milan si è trasformato sempre in più in una compravendita di giocatori a parametro zero, di campioni oramai sul viale del tramonto della loro carriera e di atleti discreti ma nulla di più. Anche questa estate a Milanello è arrivato un gruppo di nuovi…

La Uefa conferma le quattro italiane in Champions dal 2018/19

La Uefa, tramite comunicato, ha ufficializzato che dalla stagione 2018/19 Spagna, Germania, Inghilterra e Italia avranno quattro squadre partecipanti ai gironi di Champions League, senza passare per il preliminari. Comunicato – Nel comunicato viene espressamente dichiarato che non vi saranno cambiamenti nelle prime sei posizioni del ranking. In base a ciò le prime quattro federazioni (tra cui, come detto, anche l’Italia) avranno diritto a quattro posti nella fase a gironi di Champions League. Le federazioni al quinto e sesto posto avranno diritto a due posti nella fase a gironi più un posto nei preliminari. Inoltre la Uefa ha precisato che il Portogallo è uscito dalle prime sei posizioni e non…

Viareggio Cup: Milan eliminato agli ottavi

La Primavera di mister Nava non ce l’ha fatta: gli ottavi di finale della Viareggio Cup sono fatali ai rossoneri, che al “Fedreghini” di La Spezia sono stati sconfitti dall’Empoli con il risultato di 1-0. Gol su calcio di rigore di Damiani al 28′ della prima frazione. Nel primo tempo prestazione opaca da parte dei giocatori del Milan, con zero tiri in porta. Un pò meglio nel secondo, qualche occasione malamente sciupata, ma alla fine dei conti neanche l’ingresso di Zanellato è servito ad invertire la rotta di un incontro poco fortunato per i ragazzi di Nava.

Closing Milan – Puntata 399

La data utile per l’accredito della terza caparra avrebbe dovuto essere il 17 Marzo scorso. Alla fine della giornata si è invece verificato ciò che molti tifosi ed osservatori temevano: un ennesimo rinvio del pagamento, dovuto a non ben precisati motivi. Alcune fonti parlando di uno YongHong Li che non vorrebbe concedere la terza caparra senza prima essere certo di poter concludere il closing entro le tempistiche concordate: la data ufficiosa resta quella del 7 Aprile. Il nuovo contratto, preparato da Fininvest col consendo di SES, è pronto per essere firmato ed entrare in vigore nel momento stesso in cui si verificherà la disposizione dei 100 Milioni. Se ciò avvenisse…

Suso e Deulofeu: i due spagnoli aspettano segnali dal futuro

Inevitabile il fatto che molte mosse di mercato estive del Milan dipenderanno dalla situazione closing. In caso dovesse saltare tutto con i cinesi con ogni probabilità ci aspetta un’altra estate di lacrime e sangue, di low cost e prestiti raffazzonati all’ultimo minuto. Un interrogativo si porrà anche per quanto riguarda le situazioni dei giocatori presenti in rosa, in particolar modo dei due spagnoli che si stanno mettendo in mostra giornata dopo giornata. Suso – L’esterno spagnolo ha il contratto in scadenza nel 2019, ma ancora non si parla di rinnovo, chiaramente a causa dell’instabilità societaria. Più volte l’ex Liverpool ha comunque dichiarato di voler rimanere in maglia rossonera, ma senza…

De Sciglio e Mati Fernandez, parole di gioia

La vittoria di ieri sera rilancia ampiamente le ambizioni dei rossoneri. Ecco le dichiarazioni di alcuni dei protagonisti. Il match winner Mati Fernandez, ha parlato ai microfoni di Milan TV: “È un gol molto importante, ma molto più importante è la vittoria per mantenerci in alto. Uno si allena sempre pensando che possa giocare. Tutti noi dobbiamo continuare a essere professionisti e continuare a lavorare dando il meglio. Gol? Ho pensato subito di fare lo scavino, tutto sempre grazie a Dio. Europa? Abbiamo tanta voglia di continuare a migliorare e pensiamo alla prossima partita. La sosta sarà importante per riposare per chi ha giocato di più e per lavorare al…

Puzzles

Mancano ancora diversi pezzi importanti, ma il puzzle dell’Europa League è sulla buona strada per comporsi, pur essendo ancora presto per poter dire “finalmente”. Ieri contava solo vincere, abbiamo vinto. L’avversario era quello che era, tuttavia la partita è servita per ritrovare un elemento di cui si erano perse le tracce, Mati Fernandez, ieri in gol. Un gol non solo bello, ma anche molto pesante perchè arrivati a questo punto della stagione l’unica unità di misura credibile sono i punti, e per farne più di uno bisogna necessariamente mandare la palla oltre la linea di porta. L’altro puzzle ancora da completare, forse più indecifrabile, è quello del closing. Su questo argomento…

Mission News Theme by Compete Themes.