Press "Enter" to skip to content

Le Pagelle del Milan: solo Fernando Torres sotto la sufficienza

Abbiati 6 Bene in uscita su Meggiorini, nella ripresa. Nel complesso più sicuro delle sue ultime apparizioni, ma non è che il Chievo lo impegni poi tanto.

Abate 7 Costantemente fra i migliori in questo suo brillante inizio di stagione. Ha benzina da vendere, sembra quasi un ragazzino. Complimenti!

Alex 6.5 Con lui in campo sono arrivate tre vittorie, questo dato dimostra già tanto. Sicuro, determinato, sempre nel posto giusto. In coppia con Rami non è poi così male.

Rami 6.5 A parte qualche ingenuità, che ci può sempre stare, tiene bene la difesa e non lesina proiezioni offensive per far valere il suo ottimo gioco aereo. Non a caso nel campionato scorso fece 4 gol.

De Sciglio 6.5 Finalmente Mattia! Era da tempo che non lo vedevamo così bene in campo. Presidia con attenzione la sua fascia e spinge quanto basta, mettendo dentro cross pericolosi. E’ tornato sulla buona strada?

Bonaventura 7 Molto attivo e reattivo. Dà la sensazione di avere in testa un cervello calcistico di primo livello. Se n’è accorto anche Antonio Conte, che ieri lo ha convocato in nazionale.

De Jong 6.5 Difficile dargli un voto peggiore di questo, nonostante l’ammonizione che gli costerà la prossima partita. Chiude bene diverse situazioni, sempre presente quando serve, una garanzia di marchio tedesco, anzi olandese.

Muntari 6: Ha il merito di cambiare la partita con un bel gol, perchè certi palloni bisogna saperli colpire, non è solo fortuna. Però è spesso disattento, tanto da far partire un paio di contropiedi gialloblu, che potevano far davvero male (dal 43’ st Essien s.v.).

Menez 6 Quando si accende son dolori per tutti, fortuna per il Chievo che lo fa solo a sprazzi. Piace il suo spirito comunque propositivo e sempre volto ad offendere. Ieri però non è stata una delle sue giornate migliori.

Torres 5: Non male nella prima parte del match, poi si vede sempre meno fino alla giusta sostituzione. Da rivedere, magari con meno nervosismo da parte sua (dal 29’ st El Shaarawy 6: guadagna la punizione del gol del raddoppio).

Honda 7: Qualità e precisione, ci mette anche il fisico quando serve. Ha il piede d’argento e lo dimostra a tutti trasformando in gol un calcio di punizione. Continua a sorprendere e ad essere decisivo. (dal 35’ st Poli s.v.)

Inzaghi 6.5: Bene con il 4-2-3-1, pur non essendo tutto oro quel che luccica. Ma già il fatto di non aver subito nessun gol è un punto di merito.

Ci trovi anche su Facebook e su Twitter


Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook , Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove. Basta cercarci! --> Social Zone
Mission News Theme by Compete Themes.