Press "Enter" to skip to content

Posts tagged as “De Sciglio”

Mercato Milan, tra acquisti e cessioni

Weekend di lavoro per Fassone e Mirabelli: Andrè Silva potrebbe aggiungersi agli acquisti già ufficiali di Kessie, Musacchio e Rodriguez. Visite mediche in corso per l’attaccante esterno portoghese che sembrava solo una delle alternative di ripiego rispetto a giocatori top come Alvaro Morata e Pierre Aubeyamang. La dirigenza rossonera, un pò a sorpresa, ha chiuso con il Porto l’acquisto del ventunenne per una cifra che oscilla attorno ai 38 Milioni (eventuali bonus compresi) nonostante la clausola rescissoria di 60 Milioni. Se la scelta sia esclusivamente tecnica o soprattutto economica (per Morata e Aubemayang il budget richiesto era superiore ai 70 Milioni) non è dato al momento sapere. Sembra invece certo…

Mattia, non mi mancherai!

Negli ultimi giorni la vicenda Donnarumma sta tenendo banco in casa rossonera, ma non solo: un altro caso spinoso sarà preso da risolvere o, forse, è già stato risolto. Naturalmente sto parlando di De Sciglio. Il probabile arrivo di Rodriguez e il forte interessamento per Conti sono più che un indizio che il laterale milanista è destinato a cambiare squadra. E con ogni probabilità la sua nuova maglia sarà a tinte bianconere. Ora, se De Sciglio se ne vuole andare, che la faccia breve: lo dica apertamente e la Juventus si presenti con un’offerta congrua per rendere effettivo il trasferimento. E’ inutile continuare con questa storiella, con questo tiro e…

Caso De Sciglio: rinnovo lontano, la Juventus all’orizzonte

Il 14 aprile dovrebbe essere il giorno di insediamento della nuova dirigenza, ma già ora si prospettano all’orizzonte tanti nodi da sciogliere per Fassone e Mirabelli. In primis, come già tante volte ripetuto, c’è da lavorare sul rinnovo di Donnarumma e Suso, trattative che potrebbero nascondere delle insidie, nonostante pare che i milioni in tavola ci siano eccome. Dopo di che c’è da risolvere anche il problema De Sciglio. Juventus – A quanto pare, però, non è che ci siano i margini per considerarlo un problema vero e proprio. Il terzino, cresciuto nella Primavera rossonera, non vorrebbe rinnovare il contratto in scadenza il prossimo anno e sarebbe quindi pronto a…

De Sciglio e Mati Fernandez, parole di gioia

La vittoria di ieri sera rilancia ampiamente le ambizioni dei rossoneri. Ecco le dichiarazioni di alcuni dei protagonisti. Il match winner Mati Fernandez, ha parlato ai microfoni di Milan TV: “È un gol molto importante, ma molto più importante è la vittoria per mantenerci in alto. Uno si allena sempre pensando che possa giocare. Tutti noi dobbiamo continuare a essere professionisti e continuare a lavorare dando il meglio. Gol? Ho pensato subito di fare lo scavino, tutto sempre grazie a Dio. Europa? Abbiamo tanta voglia di continuare a migliorare e pensiamo alla prossima partita. La sosta sarà importante per riposare per chi ha giocato di più e per lavorare al…

I Flop di novembre 2016

In questo Milan che torna a far sognare i tifosi rossoneri, non può passare inosservato il momento negativo di Carlos Bacca: “El peluca” sembra sempre più distante dalla forma perfetta non timbrando il cartellino da 6 partite di campionato. In campo l’atteggiamento è diametralmente opposto a quello di Lapadula: il colombiano appare svogliato, con una scarsa propensione a giocare per la squadra e con la squadra. Lontano parente del bomber ammirato a Siviglia, non è passata inosservata una “visita” ai suoi vecchi compagni spagnoli, tanto per aizzare ancora di più voci di mercato. Mati Fernandez: a dire la verità è difficile giudicarlo, ha giocato davvero pochissimi minuti, e diciamo anche…

Italia – Spagna per il primato nel gruppo G ma non solo

Altro esame per la nuova (nuova?) Italia di Ventura, che stasera affronterà la Spagna. Gli iberici hanno appena finito un ciclo super vincente, quello di Del Bosque, e con altri giovani vorrebbero ora cominciarne un altro. Il nuovo selezionatore si chiama Julen Lopetegui, classe ’66, un ex portiere che mai si distinse particolarmente fra i pali delle squadre in cui giocò, Barcellona compreso. Meglio è andata la sua carriera in panchina, almeno come selezionatore dell’under 19 prima e dell’under 21 poi (due titoli conquistati); alla guida dei club invece non ha mai vinto niente. Il nostro Ventura, uno dei più grandi veterani del panorama calcistico nazionale, ha cominciato invece la…

Pazienza e fiducia

In un periodo in cui “ottimismo” non è certo la parola più pronunciata da tutti i tifosi milanisti, noi proviamo ad andare leggermente controcorrente, andando a vedere cosa c’è di buono in una squadra che forse non è tutta da buttare come tanti, fra rabbia e sconforto, sostengono. Nell’ultimo periodo, risultati altalenanti a parte, un dato di fatto è innegabile: i rossoneri si stanno schierando in campo con una squadra sempre più giovane. L’età media si attesta tra i 25 ed i 27 anni, ben lontana da quell’over 30 di qualche anno fa. In prima battuta, si pensa subito a Gigi Donnarumma (classe ’99) con i suoi 16 anni che…

I flop rossoneri del mese di Ottobre

Diego Lopez: senza dubbio il suo peggior momento da quando è in rossonero. Inaspettatamente perde il posto da titolare conquistato dal giovane Donnarumma ma con grande stile non alza polveroni. Ad inizio Ottobre l’imbarcata di gol col Napoli, in cui non è perfetto sulla punizione di Insigne, mentre all’Olimpico di Torino è complice sul gol di Baselli, dopodiché si perdono le sue tracce. Luiz Adriano: brutte le sue prestazioni con il Napoli e il Torino, si riscatta segnando il gol vittoria con il Sassuolo, troppo poco. In campo si fa vedere pochissimo e l’alibi della cattiva assistenza di centrocampisti e colleghi di reparto è vera solo in parte: i pochi…

Ancora 4-3-3 con le “novità” De Sciglio e Bertolacci

Donnarumma; Abate, Alex, Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Montolivo, Bertolacci; Cerci, Bacca, Bonaventura. Sarà con ogni probabilità questa la formazione del Milan stasera in occasione della partita casalinga contro il Chievo Verona. Un impegno per niente facile, con un avversario che aveva cominciato il campionato molto bene, ma che attualmente sta accusando una certa flessione (non vince da quattro turni). Alcuni dati, però, sono positivi: ci riferiamo ai gol segnati e a quelli subiti, in entrambi questi due casi i giallublu hanno fatto meglio del Milan, pur avendo un punto in meno in classifica. Alcune piccole novità in casa Milan: torna De Sciglio titolare, con Antonelli che si riaccomoda in panca dopo…

L’attacco rossonero ingrana, la difesa un po’ meno

Guardando la classifica dei rossoneri la prima cosa che balza agli occhi dopo queste prime quattro giornate di campionato è senza dubbio la differenza reti negativa, cosa non certo usuale per una squadra come il Milan. Il bottino di cinque reti potrebbe anche starci bene, considerando anche di aver già incontrato Fiorentina e Inter, ma i sei gol incassati sono davvero la nota stonata. Un attacco in salute – Il nome che balza agli onori delle cronache è senza dubbio Carlos Bacca, il bomber letale di cui il Milan aveva un disperato bisogno: il colombiano con un po’ di fortuna e continuità potrebbe tranquillamente superare i 20 gol stagionali. Un…

1992

No, non ci riferiamo alla serie tv di cui molti hanno certamente sentito parlare. Il 1992 è l’anno di nascita di due calciatori che a volte critichiamo in maniera decisa, ma che ci stanno molto a cuore. Due talenti del Milan e del calcio italiano, che per vicende non troppo differenti, non sono riusciti a proseguire la loro carriera nella stessa sfavillante maniera con cui l’avevano cominciata. I due protagonisti non hanno in comune solo l’anno di nascita, ma anche il mese: ottobre. Per l’esattezza sono nati ad una sola settimana di distanza. Mattia De Sciglio, che qualcuno ha forse troppo frettolosamente accostato a Paolo Maldini, dopo un promettente avvio di carriera ed…

Terzini veramente sinistri

E pensare che una volta c’era Paolo Maldini a presidiare la fascia sinistra. Che tempi fenomenali… Per anni, molti anni, c’è stato solo lui, che pure era destro di piede, a dettare legge. Una leggenda, adesso accantonata da una dirigenza cieca e colpevole, che non vuol saperne di dargli un ruolo chiave nel settore tecnico. Dopo Jankulovsky e Zambrotta, che fenomeni non erano ma se la cavavano più che bene, il tracollo. Da Constant ad Armero, passando per Emanuelson, Taiwo, Didac Vila, Grimi, Montelongo, Mesbah e De Sciglio, nessuno di questi si è dimostrato all’altezza di una squadra come il Milan. Con De Sciglio ci abbiamo pure rinunciato, perchè lo si vede meglio a destra…

Si ferma De Sciglio, al suo posto Armero (forse)

Una grossa novità in casa Milan in vista dell’impegno di oggi pomeriggio con l’Udinese. De Sciglio non ce la fa per via di una tacchettata nel derby e dunque al suo posto scenderà in campo il mai visto Armero (a meno che Inzaghi non decida di fare un ennesimo dispetto al colombiano, ricorrendo all’opzione Rami terzino o perfino Bonera). Proprio Armero non gioca addirittura dal 31 agosto e molti tifosi si chiedono infatti per quale misterioso motivo il giocatore sia stato acquistato, se non per giocare almeno un pò ogni tanto… Altra novità potrebbe essere rappresentata da Van Ginkel al posto del ghanese Muntari, mentre in attacco tornerà dal primo minuto…

Le parole di De Sciglio e la programmazione fantasma

“E’ chiaro che mi fa molto piacere essere seguito da squadre importanti come il Real Madrid. Nel momento in cui il Milan dovesse chiedermi per questioni economiche di essere ceduto prenderei in considerazioni determinate offerte”. Queste le parole del nostro amato De Sciglio che hanno alzato un polverone mediatico. Solo per dire che non ci troviamo nulla di strano, di compromettente o di catastrofico in parole assolutamente logiche e banali: a chi non farebbe piacere la corte del Real Madrid? E ancora, se la tua società ti comunica la volontà di cederti, è normalissimo che tu e il tuo agente cominciate a valutare determinate offerte. Invece via sulla stampa a…

Contro i viola De Sciglio e Montolivo non ci saranno

Fra sconfitte e scialbi pareggi, fra un vertice societario e l’altro, andiamo ad analizzare la situazione infortunati, vista la prossimità della partita con la Fiorentina (turno infrasettimanale). Così recita l’ultimo comunicato ufficiale della società rossonera: AC Milan comunica che Mattia De Sciglio è stato sottoposto a esami strumentali e consulto con il Prof. Andrea Ferretti. Il giocatore ha riportato un trauma distorsivo della caviglia destra; verrà rivalutato fra 2 settimane. Per lui si temono almeno 20 giorni di stop. Problemi pure per Montolivo, che rischia di saltare la Fiorentina. Anche in casa viola, però, non c’è tanto da stare allegri: come riportato sul sito ufficiale della società toscana, l’attaccante Mario Gomez…

Mission News Theme by Compete Themes.