Press "Enter" to skip to content

Posts tagged as “Giampaolo”

Tempo di ̶s̶c̶o̶r̶i̶e̶ storie a lieto fine

Arnault e Ibrahimovic, praticamente non si parla d’altro e se di altro si parla, non è niente di confortante, Theo Hernandez a parte. Il periodo natalizio è da sempre tempo di fiabe a lieto fine, di neve candida che copre ogni macchia, di renne volanti e storie da raccontare ai bambini per farli fantasticare, sognare e desiderare un regalo. Noi tifosi del Milan, che bambini (e ingenui) lo siamo ancora, a dire il vero di sorprese negli ultimi tempi ne abbiamo avute già troppe e quasi tutte brutte, da Bonucci a Higuain, da Yonghhong Li a Fassone, da Mirabelli a Leonardo, fino ad arrivare a Giampaolo e fermiamoci qui che…

Dallo striminzito al ringalluzzito (ma con riserva). Le prime 5 di Giampaolo e Pioli a confronto

Il Milan sta attraversando l’ennesima fase di cambiamento dovuta all’avvicendamento tecnico in panchina. Ma nei fatti si tratta davvero di un cambiamento? Vediamo di analizzare cosa dicono i numeri in proposito. 3 gol fatti e 5 gol subiti: così Giampaolo iniziò la sua avventura nel Milan, nelle sue prime cinque partite di campionato. Poi sappiamo tutti come è finita, due partite dopo. Con la nuova gestione Pioli, invece, dopo altrettante giornate registriamo 5 gol fatti e 7 subiti. Con Giampaolo gli avversari del Milan riuscivano a bucare il portiere rossonero solo nel secondo tempo, mentre con Pioli riescono a segnare anche nel primo. In compenso con la nuova gestione si…

Abilità al tiro: Kessie ne azzecca 1 su 10 e il più preciso dei rossoneri non è Suso

Che il Milan non brilli per numero di tiri nel corso delle sue partite è ormai cosa risaputa, con Giampaolo la situazione era particolarmente evidente, ma non è che con l’arrivo di Pioli sia cambiato poi tanto. Ciò che stupisce, tuttavia, è anche la scarsa qualità dei tiri. Per farci capire, decidiamo di chiamare precisione relativa la capacità di inquadrare lo specchio della porta rispetto ai tiri totali effettuati da ogni singolo giocatore. Ebbene, il più preciso dei nostri risulta essere Theo Hernandez con 4 tiri su 8 nello specchio della porta (50% di precisione relativa). Insieme a lui ci sarebbero anche Biglia e Bonaventura sempre col 50%, ma con…

I quattro dell’Ave Maria e il numero chiave (che è sempre il 4)

Quattro. Il numero chiave è 4. Come il mostro, l’idra dirigenziale a quattro teste che sta guidando il Milan non si sa bene verso dove: Massara, Gazidis, Boban e Maldini. Li ricordiamo seduti nella sala della conferenza stampa di presentazione dell’ultimo allenatore rossonero (Stefano Pioli). Sì, c’era anche Pioli con loro, ma questo è solo un dettaglio. Prima di lui ce ne sono stati altri e forse altri ce ne saranno dopo. I 4 dell’Ave Maria stanno appunto pregando intensamente affinchè ciò (ri)accada il più tardi possibile e non dopo appena tre mesi, come verificatosi in quest’ultimo emblematico (e un pò imbarazzante) caso. Molti di noi non fanno che domandarsi…

GiampaolOut: esonero doloroso ma doveroso

Impossibile continuare la stagione con l’ex allenatore della Sampdoria, che dopo mesi di lavoro con la rosa a disposizione non è riuscito a dare nessuna parvenza di gioco alla squadra. Dev’essere questo che hanno pensato i vertici della società rossonera, per giungere alla scelta di esonerare il tecnico nonostante la vittoria sofferta contro il Genoa di Andreazzoli. Scelte di formazione alquanto discutibili: Leao in panchina per fare posto a Bonaventura nel tridente d’attacco, Biglia ripresentato dal primo minuto in sostituzione di Bennacer e l’impresentabile Calhanoglu nuovamente in mediana. L’allenatore sembra privo della calma e della serenità necessarie per portare avanti il proprio lavoro: difficile dire se il motivo sia da…

Genoa-Milan 1-2, le pagelle di Reina e compagni

Reina 5,5 Il voto sarebbe 3 senza l’importante parata sul penalty (che probabilmente non c’era). L’errore sul tiro di Schone ha causato la rincorsa del Milan, sarebbe stato meglio dimostrare esperienza e sicurezza anche in quell’episodio. Calabria 4 Stagione cominciata male e proseguita peggio. Sì, proseguita perchè siamo già alla settima giornata. Il rinnovo pare sia già pronto, ma davvero se lo merita? Duarte 5,5 Non è neanche colpa sua se finora ha giocato quasi zero, accumulando minuti può solo migliorare e pare che ce ne sia un pò bisogno. Come pareva per Musacchio ai suoi esordi rossoneri. Romagnoli 6+ Non sempre bene nella stagione in corso, ma spesso il…

L’oroscopo di Giampaolo Fox per il mese di ottobre

Potrebbe essere il mio ultimo oroscopo (ma anche il vostro ultimo). Ariete: Plutone torna a favorirvi dopo un periodo alquanto opaco. Con coraggio e pazienza, dovete tener duro ancora per poco. Non mollate di un millimetro e presto vedrete i frutti positivi della vostra resistenza. Se invece dovesse andar male, almeno avrete la soddisfazione di poter dire di essere stati coerenti con i vostri principi. Colore fortunato: blu plumbeo. Toro: Contro i capricci di Mercurio c’è poco da fare, ma con qualche piccolo accorgimento è possibile limitare i danni. Siate meno volubili, più saggi e maggiormente comprensivi. Così facendo, invece di muri davanti a voi troverete birilli che sarà sufficiente…

Mission News Theme by Compete Themes.