Press "Enter" to skip to content

Posts tagged as “Ibrahimovic”

Inter – Milan 1-2: le pagelle incoronano re Zlatan

Donnarumma 6: Forse poteva fare di più in occasione del gol di Lukaku, alla fine però sventa l’occasione del pareggio. La grande paura in occasione del contatto con il belga che poteva portare al rigore. Tutto è bene quel che finisce bene. Calabria 6: Riesce a disinnescare Perisic fornendo una bella prova difensiva. Conferma nella gara più importante il suo momento di crescita. Kjaer 6,5: Il vichingo trova sulla sua strada un avversario durissimo come Lautaro, che in velocità è imprendibile. Il nostro Simon però con esperienza e coraggio vince il duello con l’argentino e per di più aiuta il capitano quando è in difficoltà. Romagnoli 5: Al ritorno in…

Milan – Bologna 2-0: le pagelle dei rossoneri

21 settembre 2020, Milan-Bologna 2-0, doppietta di Ibrahimovic. I voti dei rossoneri: *** Donnarumma 6,5: Un momento di paura all’inizio sul tiro di Soriano, poi passa la serata a guardare i compagni. Si guadagna la pagnotta nel finale con gli interventi su Skov Olsen e Sansone. Calabria 7: Uno dei migliori in campo. Attacca con cattiveria e difende con attenzione, senza sbagliare mai. La speranza è che possa trovare continuità nell’arco della stagione. Kjaer 7: Affidabile come al solito. Sporca la conclusione di Soriano all’inizio che poteva mettere il match su altri binari, poi praticamente è insormontabile. Senza Romagnoli è lui il vero baluardo difensivo. (Dal 71’ Duarte s.v.: Entra…

Magico Ibra, altri 3 punti con la Samp. Le pagelle del Milan

Sampdoria – Milan 1-4, mercoledì 29 luglio 2020 *** DONNARUMMA Voto 7,5: primo tempo quasi inoperoso, a meno di un’uscita volante al minuto 13 e di una facile presa al minuto 22 su Ramirez. Nella ripresa, para al minuto 50 e al minuto 59 su Quagliarella, poi Maroni gli telefona al minuto 66. È inutile dargli rigori contro, lui li para, come al minuto 77 sullo stesso Maroni. Incolpevole sul tiro della domenica di Askildsen. Strepitoso. CALABRIA Voto 6+: sembra tornato quello dei tempi degli esordi in A. Si allarga sulla fascia e spinge Saelemaekers al centro del campo. Appare più in fiducia e concentrato e la prestazione ne beneficia.…

Sassuolo – Milan 1-2, le pagelle dei nostri

DONNARUMMA Voto 6: nulla o quasi da segnalare. Una parata su Berardi al minuto 13, poi si scalda le mani su un tiro cross di Rogerio (minuto 50). Incolpevole sul rigore di Caputo. 200 e non sentirle. CONTI S.V.: la sua partita dura meno di 10 minuti. Esce per un problema al ginocchio. KJAER Voto 6,5: glaciale di piede e di testa, come la sua espressione del volto. Come suo solito non oltrepassa mai la linea di metà campo e comanda la difesa gestendo al meglio la circolazione della palla, mura al minuto 33 la volata di Raspadori. ROMAGNOLI Voto 6.0: il tempo di prendere le misure all’attacco avversario, poi…

Milan-Parma 3-1. Le pagelle del Milan

Milan – Parma 3-1, 15 luglio 2020 Marcatori: Kurtic al 44′, Kessie al 55′, Romagnoli al 59′, Calhanoglu al 77′. *** DONNARUMMA Voto 6,5: sul finire di un primo tempo che lo ha visto del tutto inoperoso arriva il fendente di Kurtic (minuto 44) che si insacca sul primo palo. Poteva fare di più? Quien sabe, dicono a Città del Messico. Si riscatta su Inglese al minuto 75 dando il via all’azione della terza rete e poi devia su cross di Darmian (munito 85). CONTI Voto 5,5: prova a superare la linea di metà campo sin dall’inizio. Pioli lo richiama all’ordine, ma lui insiste quando Gervinho si sposta in altra…

Da Ibrahimovic a Ibrahimovic, l’ultimo decennio del Milan

Sembra passato pochissimo tempo, eppure il lasso di tempo nel quale Zlatan Ibrahimovic ha lasciato l’AC Milan per poi farvi ritorno è durato ben sette anni e mezzo. Un periodo lunghissimo ha diviso le due esperienze in rossonero del possente attaccante svedese, venduto nell’estate del 2012 al Paris Saint Germain insieme al difensore brasiliano Thiago Silva e tornato a Milanello solamente nel gennaio scorso. A 38 anni suonati, l’attaccante sicuramente non può contare sul fisico che lo accompagnò al suo primo arrivo al Milan, quando aveva da poco compiuto trent’anni e si apprestavo a realizzare una delle sue migliori stagioni di sempre, portando tra l’altro i rossoneri a vincere l’ultimo…

A Firenze il Milan si sgonfia nel finale. Le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 6– Perde una palla provocando una situazione di potenziale pericolo, poi esce per infortunio. Niente di particolare da segnalare. Begovic 7 Un paio di ottime parate e per poco non neutralizza anche il penalty. Conti 6 All’inizio sembra voler andare all’arrembaggio, ma l’intenzione dura poco. E l’attenzione.. non dura fino al 90′. Theo Hernandez 6 Nulla di speciale, un paio di sgroppate delle sue e un paio di rischi – cartellino rosso. Gabbia 6,5 Altra prova convincente, sembrava Filippo Galli. Avrà sofferto un pò troppo nel secondo tempo? Però con lui in campo si era andati in vantaggio senza subire gol. Musacchio 5,5 Entra nel finale, non ha colpe…

Classifica cannonieri: nessun rossonero fra i primi 25

Se pensiamo che il miglior marcatore del Milan in campionato è un difensore, cioè il francese Theo Hernandez, con 5 centri all’attivo, ci rendiamo bene conto di come la carenza di giocatori capaci di vedere la porta sia uno dei primi problemi della squadra di Pioli. A metà febbraio 2020, la classifica marcatori è impietosa: fra i primi 25 migliori marcatori del massimo torneo nazionale ci sono sì bomber conclamati come Immobile, Ronaldo e Lukaku, ma anche giocatori che non dovrebbero fare del gol il loro pane quotidiano, per esempio Ilicic dell’Atalanta, Mancosu del Lecce (8 gol) o Gosens dell’Atalanta (7 reti). Ci sono anche vecchie volpi come Joao Pedro…

Il bilancio di questo “caldo” mercato invernale

In questa ultima sessione di mercato abbiamo visto un Milan molto attivo sia in entrata che in uscita. Definire quindi “di riparazione” questa finestra di calciomercato mi pare un errore, o comunque, una mera semplificazione della strategia che ha messo in atto la società. La stagione rossonera ha toccato il punto più basso pochi giorni prima di Natale con i cinque schiaffi presi dall’Atalanta. Maldini e Boban sono stati così costretti a dare concretezza alle voci riguardanti il ritorno di Ibra. Un Milan agonizzante e tramortito necessitava di un campione che fosse leader dentro e fuori dal campo, che catalizzasse su di sè tutta l’attenzione distogliendola dai problemi della squadra e…

Milan – Torino 4-2 d.t.s.: le pagelle dei rossoneri (28/01/2020)

Donnarumma 6: Non può fare molto sui due gol di Bremer, ma guadagna la pagnotta facendo sentire la sua presenza a Belotti e Millico all’inizio dei supplementari. Conti 5: Perennemente in ritardo su ogni pallone, dalle sue parti il Torino ha vita facile. In netto calo fisico, deve ricorrere sistematicamente al fallo. Kjaer 6: Provvidenziali due salvataggi che avrebbero potuto dare una strada diversa alla gara. Riesce a dare sicurezza a tutto il reparto. Romagnoli 5,5: Ha colpe in entrambi i gol del Torino, soprattutto sul raddoppio salta fuori tempo consentendo un facile colpo di testa. Per il resto gara tenuta sotto controllo. Hernandez 5,5: Momento di rifiato per il…

Cagliari-Milan 0-2, le pagelle di Leao e compagni

Ibra torna al gol e colpisce un palo. Con lui si risveglia pure Leao. Le pagelle dei nostri: Donnarumma 6: qualche uscita alta, una parata facile su Simeone (minuto 39), un’uscita bassa (minuto 57). La cosa più difficile la fa al minuto 36 rimediando con una corsa all’indietro ad un suo errore di valutazione su Nandez.  Calabria 6: non fa danni e questa è già una buona notizia. Si mette in evidenza al minuto 16 con una puntuale chiusura difensiva condita da successivo dribbling ad uscire. Al minuto 34 va al tiro da lontano. Anche nella ripresa sembra fare lo stesso quando i soliti problemi alla caviglia lo costringono alla…

Come due piselli in un baccello: Zlatan Ibrahimovic e Steven Seagal

Si assomigliano, vero? Lo durezza dello sguardo, la sicurezza, la spavalderia. Ma non solo. Zlatan Ibrahimovic e Steven Seagal hanno altri punti in comune. Eccone tre abbastanza significativi: Arti Marziali – Fin da ragazzino Zlatan Ibrahimovic pratica con grande interesse le arti marziali, in particolare il taekwondo. Lo svedese ha mantenuto questa passione negli anni, arrivando anche a ricevere la cintura nera honoris causa da parte federazione italiana, negli anni in cui era in rossonero. Addirittura, quando può, si allena con Nilson Damacena, maestro brasiliano 4 volte campione sudamericano di Taekwondo. Steven Seagal, come tutti sanno anche grazie ai suoi action movie a base di arti marziali, è una leggenda…

Tempo di ̶s̶c̶o̶r̶i̶e̶ storie a lieto fine

Arnault e Ibrahimovic, praticamente non si parla d’altro e se di altro si parla, non è niente di confortante, Theo Hernandez a parte. Il periodo natalizio è da sempre tempo di fiabe a lieto fine, di neve candida che copre ogni macchia, di renne volanti e storie da raccontare ai bambini per farli fantasticare, sognare e desiderare un regalo. Noi tifosi del Milan, che bambini (e ingenui) lo siamo ancora, a dire il vero di sorprese negli ultimi tempi ne abbiamo avute già troppe e quasi tutte brutte, da Bonucci a Higuain, da Yonghhong Li a Fassone, da Mirabelli a Leonardo, fino ad arrivare a Giampaolo e fermiamoci qui che…

Calciomercato: come sempre il Milan batte diverse piste e come al solito rischia di rimanere con un pugno di mosche in mano (o ancora in rosa)

Rodriguez, Borini, Kessie e Piatek: questi quattro sono forse i principali (ma non gli unici) candidati a lasciare Milanello a gennaio. L’unico vero dubbio riguarda l’attaccante polacco, che può ancora salvarsi dall’ “epurazione” facendo bene nelle poche partite che restano prima della fine dell’anno. Non facile, ma possibile. Ad arrivare saranno con ogni probabilità tre nomi importanti, uno potrebbe essere Ibrahimovic, e se ne sta parlando già da tempo. L’altro un centrocampista di valore: Granit Xhaka o il sogno Dani Olmo (ma da battere c’è la concorrenza di club con maggiore appeal, per così dire). Nelle ultime ore è salito invece il nome di Emre Can, che nella Juventus gioca…

Per gli scommettitori Ibra andrà al Milan

Secondo le quote Snai riguardanti la destinazione di Zlatan Ibrahimovic a gennaio, il campione svedese finirà al Milan. La quota dei bookmakers è 1,75. Al secondo posto il Bologna a 4,50, poi il Napoli a 6,50. Roma, Fiorentina e Atletico Madrid a 15,00. Interessante segnalare che l’ipotesi che Ibra invece non vada in nessuna squadra è data a 7,50: immaginiamo in tal caso che si pensi a un possibile ritiro dal calcio agonistico per un atleta che, con grande continuità, ha già vinto oltre 30 trofei in carriera. Praticamente tutto quello che c’era da vincere, ad eccezione della Champions League.  

Mission News Theme by Compete Themes.