Press "Enter" to skip to content

Milan – Atalanta, Mihajlovic: “Nessuno è indispensabile, chi vuole può andarsene…”

Classica conferenza stampa del tecnico Mihajlovic alla vigilia di Milan-Atalanta. Sulla situazione attuale: “bisogna continuare così, contro la Lazio la squadra ha dimostrato di essere un gruppo unito, con qualità e che sa anche soffrire. Vedendo questi risultati, ci sono più applausi e meno critiche, ma servirebbe più equilibrio nei giudizi. Non eravamo scarsi prima e non siamo perfetti ora, dobbiamo ancora lavorare. Non possiamo dire che abbiamo risolto tutti i nostri problemi, non dobbiamo abbatterci nè esaltarci per una vittoria del genere. Sappiamo che non vincendo domani, tornerebbero le critiche e si metterebbe di nuovo in dubbio tutto ciò che è stato fatto di buono finora. Non dobbiamo permetterlo, domani è la partita più importante dall’inizio della stagione, affrontiamo una squadra tosta da non prendere sottogamba. Stimo il loro allenatore, è esperto e capace, ma farò di tutto per batterlo. Abbiamo qualche giocatore infortunato, ma sono convinto che chi ci sarà farà altrettanto bene. La classifica? In questo momento non dobbiamo guardarla, cerchiamo di ottenere più punti possibili. Siamo stati bravi a recuperare e siamo ora in un posto che ci meritiamo, senza aver rubato nulla, anzi ci manca qualche punto che spero recupereremo nel corso della stagione. L’obiettivo è andare in Champions League, anche se non sarà facile perchè ci sono tante squadre forti”. Sullo scontento Honda: “quando uno sta al Milan deve stare bene, se vuole andarsene può andare. Honda mi sembra che abbia avuto la possibilità di giocare. Comunque qua nessuno è indispensabile, non abbiamo nè Maradona nè Messi in squadra, quindi devono allenarsi duramente in settimana, perchè in caso contrario non avranno mai la possibilità di giocare. Devono aspettare e cogliere l’occasione, continuando a dare il massimo e prima o poi avranno una chance, ci sono squalifiche, infortuni. Non se la devono prendere con me se giocano meno, ma con sè stessi”. Sull’assenza di Bonaventura: “mi spiace per Jack, perchè in questo momento ha fatto la differenza ed era uno dei migliori. Mi spiace che non potrà giocare contro la sua ex squadra. Comunque ho fiducia in tutti, come già detto, e non sono preoccupato per i sostituti. Cercheremo di cambiare il meno possibile, mettendo i giocatori nel ruolo dove possono dare il massimo. Bisognerà vedere chi giocherà e dove giocherà, ma non penso ci saranno scelte clamorose”.

[adinserter name=”Maglia casa – Milan”]

Vuoi commentare questo articolo? Fallo sui nostri Social! Ci trovi su Facebook , Twitter, Instagram, Tumblr, Flipboard ed anche altrove. Basta cercarci! --> Social Zone
Mission News Theme by Compete Themes.