Author Archive

Suso out, spazio a Cutrone. Quanti italiani in campo in Milan-Fiorentina!

Potrebbe essere l’ultima partita di Donnarumma e Kalinic con la maglia del Milan, ma anche di altri giocatori. Non l’ultima di Suso, che sarà assente per infortunio e dunque la sua ultima gara potrebbe perfino averla già giocata. Una sfida con tanti italiani in

Nel diluvio di Bergamo solo un pareggio, ma poteva andare peggio. Le pagelle dei nostri

Donnarumma 5.5 I buoni interventi non mancano (anche perchè a un certo punto è un tiro al bersaglio), le gravi incertezze neanche, vedi pareggio dei padroni di casa. Non sta diventando un caso. Lo è sempre stato. Abate 5 Avversari più vispi di lui,

Il primo trofeo dell’era cinese o l’ennesimo del ciclo bianconero?

Un altro trofeo nazionale che si aggiungerà ai tanti già vinti dalla Juve all’interno dei nostri confini, oppure la spunterà a sorpresa il Milan? L’attesa è molta, sugli spalti e fuori.  Sono previsti 65.000 spettatori, per un incasso che si aggirerà intorno ai quattro milioni di euro. Già

Milan: progetto seconda squadra. Quali vantaggi porterebbe

Voi direte, c’è già una seconda squadra a Milano: l’Internazionale, che in Europa ha vinto perfino qualche trofeo importante, sebbene ne abbia vinti meno della metà del Milan, come anche i sassi sanno. Ma non è questo il discorso perchè stiamo invece parlando della possibilità

La primavera degli addii

Partiamo dai fatti più recenti. La Svezia ha ufficializzato che il 36enne Zlatan Ibrahimovic non parteciperà ai Mondiali di Russia. Pare che alcuni suoi ex compagni non lo volessero più fra i piedi. Lui ha replicato con ironia mica tanto velata: “Senza di me la

L’imprendibile: Roberto Donadoni

Ci sono calciatori che possono farti innamorare del gioco del calcio: Roberto Donadoni, a mio personalissimo parere, è stato (anzi è) uno di questi. Nato in un piccolo comune del Bergamasco nel settembre del 1963, annata peraltro eccezionale per la produzione di talenti («El

Chi pensa allo scudetto e chi al tandem imperfetto

Non solo il derby romano nella 32ma di serie A. Oggi ci sono anche Juve-Sampdoria e Milan-Napoli. Se a Roma si parla di Champions League, i risultati delle due altre partite sono importanti in chiave scudetto. Ed anche in ottica europea, per il Milan. Se

Non è questione di età ma di qualità: ben vengano i 31enni come Callejon

Voci, croci, pensieri atroci. Privarsi di Suso? Non sia mai! Così la pensa una forte corrente di pensiero milanista, mi ci metto anche io fra questi, se non altro perchè ho sempre puntato su Suso, anche quando gente come Inzaghi non lo faceva mai

Spunti di flessione

Ci siamo. Il campionato volge al termine: il rettilineo finale ormai è in vista e la volata per il primo posto, se volata sarà, è un discorso ristretto a due squadre, con la Juventus nettamente favorita. Il nuovo Milan dell’era cinese, se tutto va bene, può

Juve – Milan: potenza contro tendenza

Numeri: Dybala da solo segna quanto i 3 migliori cannonieri del Milan messi insieme (un gol in meno, ad esser pignoli). Potremmo quasi fermarci qui, perchè questo dato spiega già molte cose. Oppure il fatto che Higuain, da solo, segna più di Suso e Cutrone

Argentina-Italia: lacrime da ingoiare

Amichevole Argentina-Italia. Già il fatto che si giochi a Manchester un pò trasmette indifferenza da parte del suolo italiano nei confronti di una partita che non vale nulla. Comunque era in programma, l’Argentina si deve preparare al Mondiale, perciò facciamole il favore di allenarla

Balotelli, tanti gol e tanti cartellini (gialli e rossi). La nazionale ha bisogno di uno così?

Raiola domanda: Perchè non convocano Balotelli in nazionale? Io invece mi chiedo: perchè mai Balotelli dovrebbe tornare in nazionale? Nelle ultime 10 partite ufficiali di Balotelli con la maglia azzurra, il bresciano ha ricevuto un cartellino rosso e 6 gialli. L’ultima volta che Balotelli

Un Conti in più, un Kalinic in meno

A poche ore da Milan – Chievo, tiene banco l’inattesa esclusione di Kalinic dalla lista dei convocati. Il croato a quanto pare si sarebbe volutamente allenato a ritmo troppo ridotto, dopo aver appreso che sarebbe partito dalla panchina. Gattuso non tollera comportamente di questo

S(c)orci di Londra

Quasi 9 milioni di persone vivono a Londra. Per i London fanatics, forse poco abituati al confronto, questa città è l’indiscussa capitale del mondo, il centro dell’universo, il posto migliore dove vivere. Una cosa è certa: negli ultimi decenni tutti volevano venire qui: russi,

Milan – Arsenal, le probabili formazioni

Come è strano ritrovarsi qui, per Milan e Arsenal, due big d’Europa di certo più abituate al palcoscenico della Champions League. Infatti, anche se l’Arsenal non ha mai vinto il massimo trofeo continentale, ci è arrivato in finale nel 2006 e tante volte si è fermato

Gattuso come Willy Garbutt. Curiose analogie numeriche (e di carattere) fra due uomini di calcio

«[..] Se tra voi c’è qualche fuori-classe lo sopporterò, altrimenti per fare una grande squadra mi accontenterò dei grandi giocatori, cioè di quei giocatori che hanno un grande entusiasmo, il coraggio grande e il cuore grande. Chi non ha queste virtù non è un

Lazio – Milan vale la finale. Le probabili formazioni

Dicevano che non aveva cartucce o che lui stesso era una mezza cartuccia, che la panchina della serie A era un palcoscenico troppo grande per lui. Ma quando poi ha sparato sono stati tutti zitti. E ora il Milan è lanciatissimo come un proiettile. Dopo

Cronistoria recente del Milan: Montella, Gattuso e i raid post atomici

Apriamo il compasso sul Milan e giriamo indietro di qualche mese, in senso antiorario. Riviviamo velocemente l’autunno rossonero, ovvero la stagione delle disillusioni, dei risultati così negativi da mettere in ridicolo tutte le grandi promesse/speranze estive. Dopo aver perso con Lazio, Sampdoria, Roma e

Milan-Ludogorets 1-0, le pagelle rossonere

A.Donnarumma 6.5 Sarà che dare sicurezza è una virtù di famiglia, il custode temporaneo della porta si comporta bene esattamente come in occasione del suo esordio. Non riceve minacce particolari. Abate e Rodriguez 6: Ordinaria amministrazione, con scarsa volontà di avanzamento e pochi cross. Qualche

Nigel De Jong, in Germania per gli ultimi squilli di tromba

Anno nuovo vita nuova per Nigel De Jong. Dopo una veloce avventura a Los Angeles e un periodo difficile al Galatasaray, il 33enne ex rossonero da poche settimane è in forza al Magonza (Mainz), in Bundesliga, dopo aver risolto consensualmente il contratto con la

Berardi, da cigno a brutto anatroccolo

Capita, a volte, che accadano fenomeni inspiegabili razionalmente. L’ involuzione di Domenico Berardi è uno di questi casi. Negli ultimi decenni raramente è accaduto qualcosa di simile. Dagli 11 gol della stagione 2012-2013 ai 31 gol realizzati nei due campionati successivi. Poi il calo:

Discorso già chiuso a Razgrad. Le pagelle di Romagnoli e compagni

Donnarumma 6: Bravo su Misidjan, meno bravo in alcuni disimpegni, ma è un peccato molto veniale. Abate 5:  Fallaccio (e giallo) in avvio, tiraccio al 15′ , in difficoltà un pò per tutta la partita (dal 59′ Rodriguez 6,5: Entra e subito segna il rigore della sicurezza.

Razgrad, Bulgaria

Bulgaria nord orientale, quasi al confine con la Romania. La città si chiama Razgrad, poco meno di 40.000 abitanti se comprendiamo anche i paesini intorno. Gli archeologi non hanno ancora determinato con precisione la data di nascita di questo centro, ma una cosa è

Un altro derby vinto: al Milan il trofeo Caroli Hotels under 14

Trionfo rossonero nella finale di uno dei tornei giovanili più importanti a livello internazionale. A Gallipoli, in terra salentina, ieri 13 febbraio il Milan di Stefano Nava ha sconfitto con il punteggio di 3 a 1 i “cugini” dell’Inter guidati in panchina da Mandelli.