Author Archive

Occhio malocchio prezzemolo e finocchio

Un occhio, magari non troppo attento, certamente i tifosi del Milan lo butteranno alla partita di stasera fra Lazio e Udinese. Sia perchè c’è da augurarsi che l’Udinese non perda (ma anche che non vinca, essendo a pochissimi punti dai rossoneri), sia perchè la

Cagliari-Milan: i probabili schieramenti in campo

Una squadra che punta solo a salvarsi, possibilmente in modo tranquillo, affronta stasera alle ore 18.00 una squadra che non sa ancora se può ambire a qualcosa, impelagata com’è al centro della classifica, a pochi punti dalla zona Europa League, ma comunque fuori dalla

21ma giornata di A: le principali quote degli scommettitori

Il big match della imminente ventunesima giornata di campionato è senza dubbio Inter-Roma. Stando alle quote degli scommettitori Snai, potrebbe esserci un sostanziale equilibrio, con l’Inter favorita per via del fattore campo (quota 2,35); la vittoria dei giallorossi è data invece a 2,95, il pareggio

Mai più un mago sul rettangolo di gioco: l’addio di Ronaldinho

A breve distanza dall’addio di Francesco Totti, stavolta tocca a Ronaldinho appendere le scarpe al chiodo, a conclusione di una carriera ricca di vittorie, trofei, gol e numeri da circo. Lo ha annunciato il fratello Roberto de Assis Moreira in un’intervista rilasciata a O Globo: «E’ finita,

Milan, allenamenti ripresi e Conti prende la rincorsa

Con la doppia seduta di allenamento odierna, il Milan ha ripreso ad allenarsi a pieno ritmo in vista della ripresa del campionato (domenica l’avversario, in esterna, sarà il Cagliari). Allenamento, ma solo uno, anche domani a mezzogiorno, mentre mercoledì ancora due sedute per gli

Calciomercato, piovono bombe

Un veloce ed incompleto riepilogo di quanto ho letto in questi giorni. Cominciamo con le bombe di mercato: Marco Fassone starebbe pensando di liberarsi in un solo colpo di Gigio Donnarumma e di Gattuso, per portare a Milanello Reina e Maurizio Sarri. La soffiata giunge

Mirabelli (quasi) come il primo Marotta alla Juve: i punti di differenza in classifica sono pochi

Premessa. Questo non è un articolo di difesa nei confronti di Mirabelli, si tratta invece del tentativo di dare un giudizio equilibrato. Quanto sto per dire, infatti, si basa esclusivamente sui numeri di due classifiche a confronto. Perche’ questo confronto? Perche’ nel Milan nuovi

Episodi ed… episoldi decisivi

Ho gia’ scritto come, a mio parere, questa stagione del Milan sia stata pesantemente condizionata (anche) dalla sfortuna. In questo articolo del 20 dicembre mi ero soffermato in particolare sull’infortunio di Andrea Conti. Recentemente anche il giornalista Paolo Condo’ ha scritto qualcosa di simile a

Milan: in casa fra i peggiori attacchi della serie A

In questi primi quattro mesi della nuova era cinese, è chiaro a tutti che il Milan ha palesato diversi limiti. Fra questi, particolare gravita’ assume la sterilita’ dell’attacco, specialmente nelle partite casalinghe. Infatti, se andiamo a confrontare il numero dei gol segnati dagli attaccanti

Dicembre 2017, i flop rossoneri

Borini I tempi dell’arrembaggio e dei miracoli di volonta’ sono finiti, almeno cosi’ sembra. Nella migliore partita del mese, cioe’ il derby vinto con grande spirito di sacrificio da parte di tutti, lui non gioca. Abate E’ lui a creare i presupposti per il

Fiorentina-Milan, i probabili schieramenti in campo

A Firenze per vedere se è tutto vero, per avere la conferma che la meritata vittoria di coppa con l’Inter può realmente essere l’inizio di una resurrezione troppe volte intravista, ma mai concretizzatasi veramente. Gattuso, il nuovo condottiero, cercherà di dar fiducia agli uomini

Un derby senza Donnarumma, ma con Yonghong Li

La notizia di oggi è che Gianluigi Donnarumma salterà il derby per un problema all’inguine. Occasione per Storari per disputare una partita importante. Di importante ci sarà anche la presenza del presidente rossonero Yonghong Li, che solo altre due volte aveva assistito a un

Il top player che rinforzerà il Milan

Dal gol di Brignoli in poi, il Milan è precipitato in un terrificante vortice di negatività da cui sembra difficilissimo uscire. Una situazione grave che ha già portato a conseguenze importanti (è saltato il tecnico) e che sta portando al fallimento totale delle strategie

La serie di incredibili circostanze che hanno portato l’Inter in vetta alla classifica

Leggendo la classifica di serie A, quando siamo giunti quasi al giro di boa, quello che subito balza all’occhio è senza dubbio l’elevata posizione dell’Inter. Chi ha seguito il campionato nella sua interezza non può non meravigliarsi. Vediamo di analizzare questa situazione a dir

Nel bel mezzo del nulla (da sperare)

La reazione, la svolta, il cambio di passo. …. In principio erano gli occhi della tigre che il Milan doveva far vedere nel derby. Partita poi persa, e tanti (inutili) complimenti per il secondo tempo. Poi giù di noia in casa, due volte in

Rijeka, Croazia

Gabriele D’Annunzio la voleva a tutti i costi, tanto da occuparla marciandovi con i suoi legionari il 12 settembre 1919. L’italia, che la ebbe fra le due guerre, forse la voleva meno e alla fine la perdette. Rijeka, che noi chiamiamo Fiume perchè questo significa,

Ciao ciao novembre

Molto ottimisticamente, in questo articolo di inizio ottobre, prevedevo che a novembre ci sarebbe stato una sorta di spareggio fra Ventura e Montella, in cui uno dei due, il più bravo, sarebbe riuscito a salvarsi. Mi sono sbagliato, non si è salvato proprio nessuno.

Milan – Austria Wien 5-1, i voti rossoneri

Donnarumma 6 Non riesce a fermare Monschein, per il resto ordinaria amministrazione. Musacchio e Zapata 6 Contro attaccanti veloci ma abbastanza modesti, loro due reggono piuttosto bene, a parte qualche errore di troppo di Musacchio. Bonucci 5.5 Il voto sarebbe stato peggiore se il Milan

Biglia e quel feeling che finora proprio non c’è stato

Doveva essere uno dei due leader carismatici del nuovo Milan, ma finora i fatti parlano chiaro: non c’è stato proprio niente di esaltante nelle prestazioni di Lucas Biglia, il centrocampista di cui stiamo per parlare. Episodi sconcertanti Il calcio di punizione ridicolo, battuto malissimo al 95′ della

2-1 per il Napoli. Le pagelle del Milan

Donnarumma 6.5 Neutralizza Insigne e Mertens, ma non Zielinski. Comunque è grazie a lui che il Milan se la gioca fino alla fine. Musacchio 5.5 Oltre agli errori di posizionamento, nel complesso non sembra mai brillare. C’è da chiedersi: bisognava andare fino in Spagna per

La dura legge del gol condanna gli azzurri. Le pagelle

Buffon 6: Un intervento e mezzo, in una serata per lui professionalmente tranquilla, ma interiormente molto tormentata. Una carriera con tante vittorie importanti. E tante finali importanti perse, come questa. Barzagli 5.5 Alcuni pericolosi errori nei passaggi non macchiano troppo una prestazione complessivamente adeguata, in

Russia 2018: le 26 squadre già qualificate

Nove squadre europee hanno già fatto il biglietto per i Mondiali di Russia: Belgio, Francia, Germania, Inghilterra, Islanda, Polonia, Portogallo, Serbia e Spagna. Se a queste si aggiungerà l’Italia o la Svezia lo sapremo molto presto, come anche sapremo quali saranno le altre tre squadre del nostro

Svezia – Italia, primo round

Nel 1994, negli States, Svezia e Italia finirono sul podio del campionato del mondo di calcio, sotto al Brasile di Dunga e Taffarel. Gli azzurri di Sacchi si arresero solo in ultima istanza, ai calci di rigore. Tanti anni dopo, entrambe rischiano di non arrivare

Una partita come tante altre negli ultimi anni rossoneri

Ci risiamo. Ancora una volta a parlare di panchina super traballante, di probabilissimo esonero in caso di sconfitta, di crisi, di ricerca di una svolta. Pane per i denti dei tifosi del Milan. Stasera, contro il Sassuolo che di problemi ne ha più di