Author Archive

Puzzles

Mancano ancora diversi pezzi importanti, ma il puzzle dell’Europa League è sulla buona strada per comporsi, pur essendo ancora presto per poter dire “finalmente”. Ieri contava solo vincere, abbiamo vinto. L’avversario era quello che era, tuttavia la partita è servita per ritrovare un elemento

Ranking Uefa: Juventus in testa

Già fra le 4-5 favorite per la vittoria finale in Champions League, la Juventus consolida la sua candidatura balzando al primo posto del ranking Uefa per club, considerando ovviamente la stagione in corso (2016-17). I bianconeri precedono tre squadre spagnole, rispettivamente l’Atletico Madrid, il

Ottavi di Champions: fuori anche Guardiola, il riepilogo

Champions League alla resa dei conti, o quasi, dopo il setaccio degli ottavi di finale: le squadre ancora rimaste in lizza sono otto. Vediamo quali. Dopo l’ottima partita in terra portoghese, la Juventus vince anche in casa e accede ai quarti di finale, giocando un’altra

Modi e metodi. Risposta a Dybala

Nessun tifoso del Milan si dispera per la sconfitta con la Juventus, a Torino. Tanto più che, se rileggiamo l’undici sceso in campo, ci accorgiamo che fra i rossoneri mancavano Bonaventura, Suso e Locatelli, che da soli valgono più di mezza squadra. Parliamo da anni

Instabilmente in corsa per chissà cosa

Europa, futuro, umore. Nel mondo Milan tutto è più che mai in bilico e, più che sognare, bisogna fare i conti con frequenti momenti in cui l’incertezza si trasforma in depressione. Fra pochi giorni l’affare closing potrebbe definitivamente saltare se non arriveranno gli attesi

Milan – Chievo, come si avvicinano al match le due squadre

Mentre tutti i rossoneri si sforzano di far finta di non pensare al mancato closing, si avvicina l’impegno di sabato sera, quando il Milan ospiterà il Chievo Verona. Per l’occasione Montella ritroverà Romagnoli e Locatelli, ma dovrà fare a meno di Antonelli, Abate e

Si-no, Se(s): un pò c’era da aspettarselo

Siamo di fronte ad una situazione che può essere definita in tanti modi diversi (ridicola – paradossale – incredibile – pazzesca – allucinante – patetica). Io voglio definirla amara. Berlusconi aveva assicurato che avrebbe lasciato il Milan in buone mani. Gli ultimi (non) avvenimenti

Quanto basta per vincere, quanto basta per chiacchierare

Da dicembre in poi, ogni volta che il Milan ha vinto, lo ha fatto sempre con un gol di scarto. Cioè non ha mai stravinto, ma per cinque volte ha fatto un gol in più dell’avversario. Solo in tre occasioni in tutto il torneo

Schick, Kessie e Keita: con chi dovrà vedersela il Milan

Patrik Schick (Sampdoria), Franck Kessie (Atalanta) e Keita Balde Diao (Lazio). Tre profili giovanissimi, rispettivamente classe 96 i primi due e 95 il laziale. Uno di questi tre ha serie possibilità di essere, in estate, uno dei principali acquisti del Milan. Già assodato il

Balotelli, un altro rosso in Francia (il terzo stagionale)

Pochi giorni fa Mario Balotelli ne ha combinata un’altra delle sue: apaticamente in campo per quasi 70 minuti contro il Lorient, commette un fallo a centrocampo e poi insulta l’arbitro, che lo espelle. Il Nizza rimane in 10 ma riesce ugualmente a vincere il

Milan – Fiorentina 6-0

12 dicembre 2004: davanti al pubblico di casa, il Milan ospitava la Fiorentina in una partita che prometteva spettacolo. In effetti così fu, anche se totalmente a senso unico. La partita, arbitrata da Rodomonti, comincia con ritmi tranquilli, ma il Milan gioca bene ed

Verde, acerbo e tosto: il Milan è duro per chiunque

Leggendo fra i molti commenti post Lazio-Milan, una frase ricorre spesso: “La Lazio doveva chiudere prima la partita.” Non è proprio il massimo dell’esattezza, perchè sembra sottintendere il fatto che, quando una squadra gioca meglio dell’altra, l’avversario non esiste. Non è così. La Lazio

Numeri: Damato, Montella e le polveri bagnate dell’attacco

24ª giornata di Serie A TIM: il posticipo di lunedì sera, Lazio–Milan, sarà diretto dal fischietto pugliese Antonio Damato della sezione di Barletta, il quale ha già diretto quattro sfide tra biancocelesti e rossoneri, con un esito piuttosto equilibrato: una vittoria per la Lazio,

Il fuoco, il Milan, il closing

In molte regioni d’Italia, alla fine del Carnevale, il martedì grasso, si brucia un fantoccio che solitamente assume le sembianze del Re Carnevale o di una Vecchia. In alcuni casi addirittura si sottopone il soggetto a un processo. Porta bene e aiuta a scacciare

La palla stasera sarà pesante

Con il probabile debutto di Vangioni dal primo minuto, senza Sosa squalificato e soprattutto senza Jack Bonaventura infortunato, il Milan proverà stasera ad avere la meglio del Bologna, in una trasferta che si prospetta totalmente priva di qualsiasi tipo di serenità e rilassatezza. Ci

C’è grande attesa per questo pareggio

Fino a inizio gennaio l’aria era frizzante: attendevamo quasi con ansia il recupero della partita col Bologna. Del resto il periodo appena precedente era stato così positivo che quella partita sembrava una sorta di bonus, 3 punti in più (tutti da conquistare, ovviamente) per

Coppa d’Africa: Egitto – Camerun vale il titolo

Coppa d’Africa 2017, atto finale: domenica a Libreville, in Gabon, l’Egitto del romanista Salah sfiderà i Leoni indomabili del Camerun di Aboubakar. Indomabili per davvero, visto che sono riusciti a battere anche il Ghana, che era dato per favorito nella corsa alla vittoria finale,

La nuova vita di Cristante, Taarabt e Saponara

C’è chi pensa che nel Milan avrebbero tranquillamente potuto rimanere. Tutti e tre sono stati mandati via forse con troppa facilità e il destino ha poi riservato loro situazioni tutto sommato simili. I primi due in comune hanno avuto un’esperienza non brillantissima in Portogallo,

Carramba che sorpresa

E così, quanto pare, il trionfo nella supercoppa a Doha è stato il punto più alto di una parabola che, dall’entrata dell’anno nuovo, si è fatta di colpo, e vertiginosamente, discendente. Il pareggio con il Torino già aveva dato qualche segnale non proprio buono.

Classifica girone di ritorno: Milan terzultimo

A sottolineare il difficilissimo momento della squadra di Montella ci pensano le classifiche parziali, che di certo hanno poca importanza, ma numericamente parlando bene inquadrono il periodo rossonero. Tre giornate si sono disputate dopo il giro di boa, con l’Inter che guida il gruppone

Majooh Barbeito, l’esuberante donna di Ocampos

E’ appena arrivato al Milan in prestito secco fino a giugno, ma qualcuno lo ha già oscurato. Il mancino Lucas Ocampos dovrà farne molti di dribbling, gol e scatti se vorrà essere al centro dell’attenzione, perchè per il momento i tifosi del Milan sono

Inter – Milan 15-5

Nerazzurri battono rossoneri per 15 a 5. Non si tratta di una gara di scherma, dove vince chi arriva per primo a 15 punti, ma in effetti potrebbe anche esserlo, perchè stoccate a distanza la squadra di Pioli ultimamente le sta dando un pò
简体中文EnglishFrançaisDeutschItalianoEspañol