Author Archive

Nel bel mezzo del nulla (da sperare)

La reazione, la svolta, il cambio di passo. …. In principio erano gli occhi della tigre che il Milan doveva far vedere nel derby. Partita poi persa, e tanti (inutili) complimenti per il secondo tempo. Poi giù di noia in casa, due volte in

Rijeka, Croazia

Gabriele D’Annunzio la voleva a tutti i costi, tanto da occuparla marciandovi con i suoi legionari il 12 settembre 1919. L’italia, che la ebbe fra le due guerre, forse la voleva meno e alla fine la perdette. Rijeka, che noi chiamiamo Fiume perchè questo significa,

Ciao ciao novembre

Molto ottimisticamente, in questo articolo di inizio ottobre, prevedevo che a novembre ci sarebbe stato una sorta di spareggio fra Ventura e Montella, in cui uno dei due, il più bravo, sarebbe riuscito a salvarsi. Mi sono sbagliato, non si è salvato proprio nessuno.

Milan – Austria Wien 5-1, i voti rossoneri

Donnarumma 6 Non riesce a fermare Monschein, per il resto ordinaria amministrazione. Musacchio e Zapata 6 Contro attaccanti veloci ma abbastanza modesti, loro due reggono piuttosto bene, a parte qualche errore di troppo di Musacchio. Bonucci 5.5 Il voto sarebbe stato peggiore se il Milan

Biglia e quel feeling che finora proprio non c’è stato

Doveva essere uno dei due leader carismatici del nuovo Milan, ma finora i fatti parlano chiaro: non c’è stato proprio niente di esaltante nelle prestazioni di Lucas Biglia, il centrocampista di cui stiamo per parlare. Episodi sconcertanti Il calcio di punizione ridicolo, battuto malissimo al 95′ della

2-1 per il Napoli. Le pagelle del Milan

Donnarumma 6.5 Neutralizza Insigne e Mertens, ma non Zielinski. Comunque è grazie a lui che il Milan se la gioca fino alla fine. Musacchio 5.5 Oltre agli errori di posizionamento, nel complesso non sembra mai brillare. C’è da chiedersi: bisognava andare fino in Spagna per

La dura legge del gol condanna gli azzurri. Le pagelle

Buffon 6: Un intervento e mezzo, in una serata per lui professionalmente tranquilla, ma interiormente molto tormentata. Una carriera con tante vittorie importanti. E tante finali importanti perse, come questa. Barzagli 5.5 Alcuni pericolosi errori nei passaggi non macchiano troppo una prestazione complessivamente adeguata, in

Russia 2018: le 26 squadre già qualificate

Nove squadre europee hanno già fatto il biglietto per i Mondiali di Russia: Belgio, Francia, Germania, Inghilterra, Islanda, Polonia, Portogallo, Serbia e Spagna. Se a queste si aggiungerà l’Italia o la Svezia lo sapremo molto presto, come anche sapremo quali saranno le altre tre squadre del nostro

Svezia – Italia, primo round

Nel 1994, negli States, Svezia e Italia finirono sul podio del campionato del mondo di calcio, sotto al Brasile di Dunga e Taffarel. Gli azzurri di Sacchi si arresero solo in ultima istanza, ai calci di rigore. Tanti anni dopo, entrambe rischiano di non arrivare

Una partita come tante altre negli ultimi anni rossoneri

Ci risiamo. Ancora una volta a parlare di panchina super traballante, di probabilissimo esonero in caso di sconfitta, di crisi, di ricerca di una svolta. Pane per i denti dei tifosi del Milan. Stasera, contro il Sassuolo che di problemi ne ha più di

Atene, il fascino di una storia irripetibile

Eterna, duplice, sofferente, ricca di contrasti, indimenticabile. Atene è tutto questo e molto di più. Combattuta tra l’enorme peso di un passato immane e la crudele violenza di una modernizzazione che tutto copre col cemento, Atene riesce ancora a far risaltare la sua bellezza

Juve in trasferta: ha preso gol da tutti tranne che dal Milan

Difficile far gol alla Juventus? Beh, diciamo che non è la cosa più facile del mondo, non lo è mai stato. Tuttavia in questa stagione la squadra di Max Allegri ha evidenziato qualche limite inatteso, proprio per quanto riguarda la retroguardia. I bianconeri come al

Higuain ne fa 2, il Milan zero. Le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 6 Si fa notare solo per il taglio dei capelli, non compie interventi di particolare rilievo e nulla può sui due gol del Pipita. Zapata 6 Non sfigura per niente al cospetto di giocatori di livello europeo. Forse fa sentire troppo il fisico,

Ma questo mister Li non ha niente da dire?

Capisco la mancanza di tempo, gli innumerevoli impegni di lavoro, i viaggi transoceanici, le riunioni, i pranzi, le cene, la passione per il collezionismo di nuovi finanziamenti, le saune e tutto il resto. E so bene che ci avevano avvisati in anticipo, dicendoci che

Solo un pari con l’AEK. Calhanoglu flop, le pagelle del Milan

Donnarumma 6 Bravo in occasione del colpo di testa di quello col cognome lungo ed anche a sventare il tiro del greco col cognome corto. Un altro greco col cognome lungo ci prova dalla distanza nel finale, ma Gigio è pronto. Rodriguez 6 Senza

Quanto è inutile questa piccola bellezza di gioco che qualcuno vede

Dopo giorni di commenti, analisi e pareri di affermati opinionisti che un tempo erano calciatori, abbiamo stabilito che fra le squadre di metà classifica di tutta Europa, il Milan è indubitativamente quella che gioca meglio. Stasera i rossoneri affronteranno una squadra anch’essa capace, a

Oscar del meno peggio: Ventura e Montella allo spareggio

Calcisticamente parlando, da milanista e da tifoso degli azzurri, ho vissuto questi ultimi mesi con un crescendo progressivo di noia, come raramente mi era accaduto in passato.  Noia che nel caso della nazionale è già sfociata nello sconforto (per il Milan invece riesco ancora

Pericolo Ranking, ma Ventura si gioca anche la residua credibilità

Albania – Italia, quanto vale? Quanto è fondamentale? Per certi versi poco, per certi versi molto. C’è l’importanza di assicurarci la prima fascia, che ci consentirebbe di incontrare una squadra più “morbida” allo spareggio. Vincendo stasera a Scutari, infatti, l’Italia sarebbe praticamente sicura della prima

Vite parallele: il difficile periodo di Klopp e Montella

Sette giornate giocate, 12 punti il Milan nel campionato di serie A, 12 punti il Liverpool in Premier League. Situazioni ovviamente diverse, ma per molti versi anche simili, per due squadre che non troppi anni fa, in Europa, dominavano e si sfidavano in finale

Milan – Roma, i probabili 22 in campo

Dopo il miracolo di San Cutrone contro il Rijeka, Vincenzo Montella prega affinchè il duro esame odierno con i giallorossi di Di Francesco termini con un esito positivo. Diciamolo chiaramente: anche un pareggio, tutto sommato, andrebbe bene, considerando il momento travagliato del Milan, considerando

I bookmakers credono all’esonero di Montella

Secondo le quote proposte da Better, il brand di scommesse sportive di Lottomatica, Vincenzo Montella è ben piazzato fra i candidati a diventare il primo allenatore esonerato della stagione: questa eventualità è data a 8.00. Ci sono però altri allenatori che hanno una probabilità maggiore di esser

A Genova titolari Bonaventura e Suso, Samp con Quagliarella e Zapata

Altro giro, altra corsa, altra formazione. Il Milan, sempre alla ricerca della sua vera (o migliore) identità, cambia maschera anche oggi, in occasione della trasferta di Genova, avversario la Sampdoria. Montella intende far giocare i suoi con un 3-5-2 composto da Bonucci, Zapata e

Lavori in corso con disagi più o meno grossi

Per nulla esaltante la vittoria del Milan con la Spal. Per nulla esaltante segnare due volte solo su calcio di rigore, in casa, contro una squadra neopromossa reduce da due sconfitte di fila. La Spal, tra l’altro, ha dimostrato di essere praticamente inesistente in

Milan – Spal: probabili formazioni e curiosità

20/09/2017: ospite di turno (infrasettimanale) a San Siro è oggi la Spal. Squadra di antiche tradizioni sportive, che solo a leggerne il nome evoca un calcio d’altri tempi, quando i ferraresi erano capaci di arrivare in finale di Coppa Italia (nel 1962) e di
简体中文EnglishFrançaisDeutschItalianoEspañol