Author Archive

La Supercoppa è rossonera! Le pagelle dei vincitori

Donnarumma Voto 8,0 : strepitoso. Para tutto quello che gli tirano in porta a meno del gol di Chiellini sul quale è incolpevole. Nei primo 20’ gli arrivano giù da tutte le parti e lui dice di no a Sturaro (due volte), a Mandzukic,

Milan – Atalanta: le pagelle di Suso e compagni

DONNARUMMA Voto 6,5 : al termine di un primo tempo nel quale ha giocato più con i pedi che con le mani, piazza la solita paratona alla Gigio. Si rivede solo nel finale per smorzare un insidioso colpo di testa. Nel complesso, pomeriggio tranquillo. ABATE Voto

Le pagelle: Lapadula uomo della Provvidenza, bene Pasalic

Donnarumma Voto 6,5 : sicuro sui tentativi da fuori dei calabresi ed incolpevole nel gol del vantaggio ospite. Alla Neuer maniera esce fuori dei sacri confini dell’area di rigore palla al piede. Abate Voto 6,5 : da gran Capitano conferma il suo buon momento

Le pagelle: Abate scoppiettante, Suso… di più

DONNARUMMA Voto 6,0 : stavolta è più preciso con i piedi sia negli appoggi che nei rinvii lunghi. L’Empoli, nonostante la pressione, non lo impegna più di tanto. Dà l’impressione di essere troppo alto sul pareggio dei toscani. ABATE Voto 7,0 : è un sette abbondante.

Suso show ma l’Inter riagguanta il pari, le pagelle dei rossoneri

DONNARUMMA Voto 6,0 : non sembra in particolare vena con i piedi e spreca qualcosa di troppo. Bene su Perisic e Candreva, si riabilita risolvendo alcune rogne su palle vaganti. Non può nulla nel finale. ABATE Voto 6,5 : presidia la zona di competenza limitando Perisic

Tracollo al Ferraris: le pagelle dei rossoneri

Donnarumma Voto 6,0 : totalmente inoperoso dopo le fatiche precedenti. Incolpevole sul primo gol, viene ingannato da Kucka sul secondo e si ritrova Pavoletti davanti sul terzo. Per il resto solo qualche uscita alta. POLI Voto 5,0 : ottimo 12° uomo, non rende lo stesso

Serata magica e Juve battuta. Le pagelle

DONNARUMMA Voto 8,0 : para tutto quello che gli tirano contro. Fossero bottiglie parererebbe anche quelle. Sul gol annullato viene ingannato da Bonucci. La parata finale è l’apoteosi del gioco del calcio. “Tu sei Pietro e su questa pietra fonderò….la mia squadra” . ABATE Voto

Niang imprescindibile, Paletta monumentale

Donnarumma 7: Il voto è tutto nella paratissima su Politano nel momento clou dell’incontro. Un portiere vale come un’attaccante e quella parata vale come un gol di Bacca. Tutto il resto (sul primo gol forse poteva non uscire, rischia troppo con i piedi) passa in secondo

Fiorentina – Milan: le pagelle premiano Montolivo

Donnarumma 7: Mago Gigio ipnotizza Ilicic sul rigore. Si tuffa su ogni pallone che gli tirano contro, così, per sicurezza. Però para sicuro su Kalinic, Borja Valero e Bernardeschi. Si permette di sbagliare qualche rilancio dal fondo. Calabria 5,5: Gioca e si muove col piglio

Milan-Lazio: difesa perfetta e alcuni elementi ritrovati

Donnarumma 6,5: Infonde sicurezza alla squadra con le sue parate: Djordjevic, Milinkovic, Anderson. Osserva da lontano i tentativi velleitari di Keita. Calabria 7: Inizia timoroso sbagliando qualche appoggio, poi cresce per intensità, coraggio, decisione, vivacità. Due chiusure da spettacolo su Immobile e Lulic. Dalle

Entra Bacca e risolve tutto. Le pagelle del Milan

Donnarumma 7.5 Ormai è ufficiale, abbiamo un grande portiere. Para alla grande su Torreira e Barreto. Pronto su Muriel. Nulla avrebbe potuto nell’azione del palo. Sarà fondamentale, ora e in avanti. Abate 6 Evidentemente punto sul vivo dalle critiche ricevute, è attento a non sbagliare nulla.

Parola d’ordine, organizzazione

Superato, non senza traumi e patemi d’animo, il pericoloso scoglio del preliminare di vendita, è stato avviato il progetto di riorganizzazione aziendale che consisterà, in primo luogo, in un lungo ed articolato processo di scelta e di posizionamento nell’organigramma tecnico-societario delle persone (speriamo giuste)

Milan double-face, il Napoli ne fa 4 e vince

Donnarumma 7,5 Festeggia la convocazione in nazionale ingaggiando un duello personale con Mertens, parandogli tutto il parabile. Incolpevole sui gol. Abate 5,5 Troppo timido rispetto ad altre occasioni. Getta sul Vesuvio una palla gol enorme. Soffre Mertens. Gomez 5,5 Bada al sodo senza fronzoli. Sembra forte

Lettera a un bomber

Caro Gonzalo, non ci conosciamo e forse non ci incontreremo mai. Ti seguo e ti ammiro per le tue grandi qualità tecniche : modestamente, posso dire che me intendo. Quando tu sei nato io avevo già smesso di giocare da un pezzo. E sì

Tutti fermi

In natura esiste un fenomeno, quello della “tanatosi”. E’ un singolare comportamento protettivo, adottato in situazioni di massima emergenza, per evitare di cadere vittime di aggressioni, e consiste, appunto, nel simulare uno stato di morte. A questo astutissimo rimedio salvavita ricorrono sia gli invertebrati,

Italia, lo spirito c’è, il talento meno

Ancora un paio di considerazioni sull’avventura europea della nostra nazionale e sulle prospettive del nostro calcio. Non sono molti gli italiani titolari in squadre straniere mentre sono certamente di più gli stranieri titolari nelle loro rappresentative. Persino l’Islandese Bjarnason (ex Pescara) ha fatto un

Italia, addio sogni di gloria

Terminata anzitempo la nostra partecipazione al torneo Francese, rimessa la bandiera al suo posto nel cassetto in attesa della prossima occasione, diventiamo seri per più di un minuto e torniamo (tutti) con la mente a qualche tempo fa, all’epoca delle convocazioni per questi Europei.

Fuori solo ai rigori, le pagelle degli azzurri

Buffon 7,5 Spettatore suo malgrado sino al 42’ quando para su Muller, compie il miracolo su Gomez e ci tiene in partita. Ai rigori fa tutto quanto nelle sue possibilità senza la fortuna che meriterebbe. Barzagli 6,5 Come in tutte le altre partite, si prende la

Comincia il vero torneo

Terminati i gironi cosiddetti all’Italiana, l’Europeo mostra il suo volto più interessante con le partite ad eliminazione diretta. Non si specula più, non si fanno calcoli. Sotto a chi tocca. Unanime è stata la meraviglia per un tabellone sbilanciato tutto da una parte. A

Impresa azzurra, finisce il ciclo delle furie rosse

Buffon 10 Sino al minuto 70’ appare convinto di essersela cavata con poco : una parata su Iniesta e un’uscita di pugno. Poi, complice il nostro calo nel finale si supera ancora su Iniesta e due volte su Piquè. Barzagli 7 Lucido e razionale, aiuta a costruire