Press "Enter" to skip to content

Posts tagged as “El Shaarawy”

Milan, attento al Faraone

Stephan El Shaarawy scalda i motori per la sfida di domenica sera contro la sua ex squadra. Escluso dalla lista Champion’s contro lo Shakthar Donetsk, l’italo-egiziano ha voglia di rifarsi e di dimostrare il suo valore. Del resto il calcio è bello proprio perché spesso ti offre subito l’occasione giusta per rimediare a qualche prestazione non buona. E per il Faraone giallorosso arriverà proprio contro quel Milan che l’ha lanciato nel mondo dei grandi. El Shaarawy, secondo le ultime notizie, sarebbe in vantaggio nel ballottaggio con Perotti per una maglia titolare da esterno sinistro. Altro curioso dato da tener presente, è che tutte le volte in cui il Faraone ha…

Incroci sentimentali a San Siro

Milan – Roma di stasera non è un match privo di interesse, per una miriade di motivi: i rossoneri si giocano una buona fetta di chances per qualificarsi all’Europa League, la Roma, ferita dal derby meritatamente perso, punta a difendere il secondo posto in campionato dall’aggressione del Napoli; infine la sfida fra padroni di casa e giallorossi è quasi certamente l’ultima partita di Francesco Totti nello stadio di San Siro, che tante volte lo ha visto grande protagonista. Il capitano della Roma è sempre stato uno dei desideri irrealizzati ed irrealizzabili di Silvio Berlusconi. L’ex presidente del Milan di lui disse: “E’ vero, mi avrebbe fatto piacere vederlo con la maglia…

El Shaarawy, l’ultimo talento lasciato andare dal Milan

Milan – El Shaarawy: una storia ormai finita. Dopo l’esperienza a Milano, con 103 presenze e 27 gol e dopo i sei mesi fallimentari al Monaco, il Faraone ha ritrovato la condizione ottimale con la Roma di Luciano Spalletti, dove è arrivato in prestito lo scorso gennaio, per una cifra pari a 1,4 milioni: un accordo che prevedeva il diritto di acquisizione a titolo definitivo a favore della società giallorossa per la cifra pari a 13 milioni di euro. E la Roma sarebbe favorevole a questo riscatto, tant’è che nei prossimi giorni dovrebbe arrivare l’ufficialità,  El Shaarawy alla Roma e 13 milioni di euro nelle casse del Milan. Anche se…

Non se la passano mica male Torres ed El Shaarawy

In questo periodo di buio pesto in casa Milan, con un campionato fallimentare, mine societarie e tifosi imbufaliti che chiedono la “testa” di Adriano Galliani, ci giungono le notizie dei successi di ex calciatori rossoneri, troppo presto bollati come “finiti” o non più utili alla causa e lasciati andare con forse troppa facilità. E’ questo il caso di Fernando Torres e Stephan El Shaarawy. El Nino ieri sera, nonostante il suo penalty fallito, si è aggiudicato la possibilità di giocarsi la finale di Champions League del 28 Maggio a Milano, scusate se è poco. Proprio in quel San Siro che l’ha visto giocare solo 10 volte Sbarcato al Milan nell’estate del 2014…

El Shaarawy: raggiunto l’accordo per la sua cessione

Finita l’esperienza al Monaco non nel migliore dei modi, per Stephan El Shaarawy è il momento di guardare al futuro (il Faraone è stato praticamente messo fuori rosa per evitare la sua 25esima presenza, necessaria al riscatto obbligatorio). L’attaccante di origini egiziane a breve tornerà quindi a Milanello ma sarà solo di passaggio in quella che una volta era la sua casa. Secondo la Gazzetta dello Sport in edicola stamane e Sportmediaset.it il ds della Roma Walter Sabatini ha incontrato nei giorni scorsi Galliani con cui è stato formalizzato un accordo sulla base di un prestito con riscatto obbligatorio a 12 milioni dopo un tot di presenze. Formula praticamente identica…

El Shaarawy, salta l’affare col Monaco, ma le pretendenti non mancano…

Il mercato di gennaio, quello che dovrà assolutamente risultare decisivo per risollevare le sorti di una squadra che stagna tristemente a centro classifica, parte col piede sbagliato. Il Monaco infatti ha deciso di non acquistare El Shaarawy, per cui per il Faraone non ci sarà possibilità di giocare un solo minuto in più con i francesi. Scattata la 25esima presenza (a prescindere dal minutaggio) il riscatto a 14 milioni sarebbe stato infatti obbligatorio. Una mossa, quella dei monegaschi, che il Milan e Galliani non avevano messo in conto, il che apre inevitabilmente due strade. Trattenere già da gennaio il ragazzo e cercare di inserirlo in un ambiente che nutre ormai…

Milan, El Shaarawy potrebbe tornare

Piove sul bagnato in casa Milan. Come se non bastassero i pareggi con Carpi e Verona, i tentennamenti a dir poco sospetti di Mr. Bee, la questione stadio risolta con un nulla di fatto, ora anche il mercato potrebbe riservare un’amara sorpresa. Al momento infatti appare tutt’altro che scontato il riscatto di Stephan El Shaarawy da parte del Monaco. Se l’avventura in terra francese era cominciata in modo positivo con delle buone prestazioni, l’ex 92 rossonero pare ora non godere più della fiducia del tecnico Jardim, che nell’ultima di campionato con il Bastia ha preferito addirittura non convocarlo. Stando così le cose è difficile pensare che il ragazzo non raggiunga…

Il Milan prima di tutto

Si dice (ma poi, chi lo dice?) che le bandiere nel calcio non esistano più. Per “bandiera” personalmente intendo un giocatore che indossi la maglia di una squadra per dieci o venti anni, che di quella squadra sia stato capitano, che per quella maglia abbia rinunciato a lauti guadagni e trionfi magari altrove. Rivera è stato una bandiera. Baresi anche, come Maldini idem. Queste sono le mie bandiere. Quelle per le quali vale sempre la pena di arrabbiarsi in caso di cessione, quelli che devi tenere a tutti i costi, sempre. Poi, però, viene ceduto un giocatore e ti accorgi che la sua cessione assurge a motivo di divisione della…

Cessione El Shaarawy: grande affare o pessima decisione?

Stephan El Shaarawy dopo quattro tormentate stagioni ha lasciato definitivamente Milanello in direzione Montecarlo. Le cifre dell’affare: 2 milioni di prestito oneroso con obbligo di riscatto per i francesi a 16 milioni da esercitare dopo le 15 presenze. Un affare dunque che porterà nelle casse rossonere 18 milioni. A questo punto inevitabile e automatico l’interrogativo: ma il Milan avrà fatto bene a cedere El Shaarawy? Analizziamo i motivi per cui tale manovra potrà rivelarsi un grande affare e quali per cui potrà essere una pessima decisione. Cessione El Shaarawy: un grande affare. Dati alla mano, dopo due ottime annate (in particolare il 2012/13 in cui prese letteralmente per mano la…

1992

No, non ci riferiamo alla serie tv di cui molti hanno certamente sentito parlare. Il 1992 è l’anno di nascita di due calciatori che a volte critichiamo in maniera decisa, ma che ci stanno molto a cuore. Due talenti del Milan e del calcio italiano, che per vicende non troppo differenti, non sono riusciti a proseguire la loro carriera nella stessa sfavillante maniera con cui l’avevano cominciata. I due protagonisti non hanno in comune solo l’anno di nascita, ma anche il mese: ottobre. Per l’esattezza sono nati ad una sola settimana di distanza. Mattia De Sciglio, che qualcuno ha forse troppo frettolosamente accostato a Paolo Maldini, dopo un promettente avvio di carriera ed…

Milan: la formazione anti Napoli

A poche ore da Milan – Napoli il nodo formazione non è ancora completamente sciolto, però mister Inzaghi ha le idee abbastanza chiare. Ecco chi sono gli undici giocatori che dovrebbero scendere in campo: DiegoLopez; Bonera, Rami, Mexes, Armero; Montolivo, DeJong, Poli; Honda, Menez, Bonaventura Sono evidenti le conferme in difesa per i quattro che hanno giocato l’ultima partita, del resto le alternative quasi non ci sono, per via dei tanti infortunati. Occorre anche stare attenti ai diffidati, che sono Mexes, Rami e De Jong. A centrocampo vedremo nuovamente all’opera Riccardo Montolivo, ancora alla ricerca della forma migliore. Tre giocatori offensivi in avanti, ma nessun ariete: Honda, Menez e Bonaventura.…

El Shaarawy dal primo minuto e Essien in mediana

Oggi pomeriggio la sfida del Bentegodi sarà molto interessante, per molteplici aspetti. Mancherà Nigel De Jong, fuori per squalifica: l’olandese considerato da tutti la vera anima di questo Milan, il giocatore che più di ogni altro riversa in campo lo spirito dei colori rossoneri. Rosso come il fuoco, nero come la paura che incuteremo negli avversari, ricordate? Herbert Kilpin sarebbe certamente fiero di lui. A sostituire il nazionale orange, però, ci sarà la grande incognita Essien. L’ex Chelsea non ha mai convinto ed è sempre stato bersagliato da acciacchi fisici legati anche alla sua non più giovanissima età, calcisticamente parlando. Sarà per lui l’occasione propizia per far ricredere chi lo critica…

Torres titolare, ancora problemi per El Shaarawy

La partita con il Parma sarà, con ogni probabilità, la prima di Fernando Torres in maglia rossonera. Nei giorni scorsi Stephan El Shaarawy  è stato colpito da un lieve infortunio alla caviglia destra, di conseguenza Filippo Inzaghi sembra orientato a schierare il già campione del mondo spagnolo dal primo minuto, in un attacco completato da Menez e dal giapponese Honda. In difesa Bonera dovrebbe accentrarsi mandando Zapata in panchina, con Abate e De Sciglio ai lati.  A centrocampo De Jong insieme a Muntari e Poli. Si giocherà domenica sera alle ore 20.45 allo stadio Tardini, avversari i gialloblu allenati da Roby Donadoni, vecchia conoscenza di tutti i tifosi rossoneri. Proprio Donadoni…

I protagonisti mancati

Keisuke Honda, Michael Essien, Stephan El Shaarawy, Alessandro Matri, Robinho. Cinque nomi, un universo di delusioni intorno a loro. I primi due, chiamati a salvare la nave dall’affondamento, si sono rivelati due pesanti zavorre che l’affondamento lo hanno solo accelerato. E se nel finale di stagione il Milan ha provato almeno a salvare un pò di dignità, vincendo una serie di partite consecutive, non è certo stato merito loro. Il giapponese, venuto dalla Russia, non ha mai trovato il suo giusto posto in campo e allora è andato ad accomodarsi in panchina, dove in effetti una posizione adeguata è riuscito a trovarla. Essien, dopo una brillante carriera in Inghilterra, doveva portare esperienza e qualità…

Il Faraone pronto al rientro, calvario finito

Finalmente una luce in mezzo a tante polemiche e polveroni. In vista del derby dovrebbe rientrare tra i convocati il nostro Stephan, dopo un calvario lungo quasi un anno. L’ultima convocazione risaliva al Dicembre 2013, quando il Milan ospitava l’Ajax in Champions League, ma i problemi cominciarono già mesi prima, quasi ad inizio campionato. Dopo qualche spezzone con la Primavera, ora avrà l’occasione di tornare protagonista, e proprio nel derby: uno scenario che sembra costruito apposta per lui. Di certo non possiamo pretendere miracoli da lui, ma già rivederlo in campo sarà una grossa emozione per tutti noi. Lo stesso Seedorf ha ammesso che si lavorerà per renderlo pronto per…

Mission News Theme by Compete Themes.