Press "Enter" to skip to content

Tempi Rossoneri

Juve travolta dai rossoneri. Le pagelle della squadra di Pioli

DONNARUMMA Voto 6+: rischia l’incidente diplomatico con i tifosi al minuto 30 quando esce non in maniera impeccabile su un corner permettendo il colpo di testa a Chiellini. In precedenza, era uscito (bene) di piede al minuto 25 per sbrogliare una matassa ingarbugliata sulla trequarti. Para su Bentancur al minuto 46 e poi devia in angolo un cross di Cuadrado al minuto 86. Tutto sommato però serata tranquilla, protetto da una difesa stile muro di Berlino. Caro Luigi, sei sicuro che andarti a ficcare nel casino che hai visto stasera sia la cosa migliore? Guarda che il giovedì sera in Azerbaigian fa freddo. CALABRIA Voto 6,5: partita di sostanza. Non…

Le pagelle rossonere (Milan-Benevento 2-0)

Donnarumma 6+ Bravo a distendersi sul tiro di Ionita, per il resto l’espressione sul viso sembra sia dovuta al duro confronto con i tifosi prima della partita. Dalot 6 Senza infamia e senza lode, pur con qualche piccola incertezza in fase difensiva. Le cose migliori le fa vedere quando avanza. Tomori 6 Talvolta a causa del suo modo di giocare alto e aggressivo si fa scavalcare da palloni lunghi e la retrovia tutta ne risente andando in affanno. Comunque bene, in questa occasione le sue toppe funzionano tutte. Romagnoli 6 Bentornato. Non brilla ma neanche pecca particolarmente. Forse sul piede di partenza, io lo terrei anche se non mi fa…

Lazio-Milan 3-0, le pagelle dei nostri

DONNARUMMA Voto 4,0: il voto prescinde dalla prestazione e dalle belle parate esibite. Una volta, quando perdevi, attingevi al tuo repertorio di parolacce e bestemmie, entravi in spogliatoio menando tre pugni benassestati all’armadietto e per 12 ore non volevi parlare nemmeno con la tua immagine riflessa nellospecchio. Adesso invece vai a sghignazzare con il tuo collega avversario (?) incurante delle telecamere. Accetto il professionismo e un po’ meno il politicamente corretto, ma qui sinceramente si sta esagerando. Urgerebbe un intervento societario che non ci sarà. Dopo Costacurta e Ambrosini, qualcuno gli spieghi che il Milan c’era prima di lui e ci sarà dopo di lui, perciò, faccia ciò che crede…

Il Milan di Stefano Pioli verso il finale di un’importante stagione di serie A

Ci apprestiamo a vivere un finale di stagione incandescente, per quanto riguarda il campionato di serie A 2020-2021. Oltre alla lotta salvezza, ci sono infatti da assegnare tre posti Champions e due per la prossima Europa League. Le squadre coinvolte sono Milan, Atalanta, Juventus, Napoli, Lazio e Roma. Una tra queste potrebbe restare addirittura fuori dall’Europa, ma la sfida più coinvolgente è quella che riguarda la qualificazione per la prossima edizione di Champions League. Inter a parte, il Milan di Stefano Pioli è attualmente la squadra più quotata per concludere la stagione al secondo posto. Dovrà però guardarsi dall’Atalanta di Gasperini. La Dea infatti da quando è stata eliminata con…

Le pagelle del Milan sconfitto dal Sassuolo

DONNARUMMA Voto 6,5: para sottomisura su Boga al minuto 13 poi facilmente su Defrel al minuto 51. Gli segnano da sotto il naso e non per colpa sua. Molto bene con i piedi, in continuo progresso. CALABRIA Voto 6+: al rientro dopo l’operazione gioca d’anticipo e in raddoppio su Boga al cospetto del quale esibisce la barba da radicalizzato, limitandone le vivacità e confondendone le idee. Spinge appena può e fino a che ne ha, il che accade intorno al minuto 52, più o meno. Era certamente da sostituire, ma ne parlerò dopo diffusamente. KJAER Voto 6-: supera brillantemente un round contro Donnarumma che lo mette K.O. costringendo l’arbitro al…

Milan-Genoa 2-1, le pagelle di Rebic e compagni

Donnarumma 5,5 Qualche lancio sbagliato e una palla che gli scappa provocando un grosso brivido nel finale (ci pensano i due centrali difensivi ad evitargli la ghigliottina). Kalulu 6,5 Senza patemi e con una certa flemma, riesce sempre a sbrigliare le sue matasse, con metodi efficaci pur non stilisticamente bellissimi. In più spinge senza timore sulla fascia. Bene così. Kjaer 7 Impeccabile come spesso è stato in questa stagione, guida la difesa con il piglio del leader e non disdegna lanci verso i suoi compagni d’attacco. Tomori 5,5 Non marca a dovere Destro e il rossoblu segna di testa. Nel finale insieme a Kjaer salva il risultato in seguito alla…

Parma-Milan 1-3, le pagelle di Ibra e compagni

DONNARUMMA Voto 7,0: nel primo tempo para facile al minuto 18, poi riflette a lungo sui buchi neri e sul nulla cosmico rappresentato dall’attacco del Parma. Nella ripresa si guadagna il voto col doppio paratoneal minuto 50 e al minuto 79 in presa bassa blocca un tiro di Grassi. Per ravvivare il pomeriggio finge di farsi male alla mano destra. Non ci crede nemmeno Pioli che usa tutte e cinque i cambi dopo che scopre Tatarusanu impegnato in tribuna a fare riti Voodoo. KALULU Voto 6,5: arrivato a Milanello tra gli sberleffi e l’ironia diffusa dei laureati in calciomercatologìa applicata, il ragazzo dimostra ancora una volta di possedere doti non…

Se fossi Maldini e Massara a CENTROCAMPO prenderei…

Sistemata la difesa (clicca qui per leggere l’articolo dedicato), passo al centrocampo occupandomi dapprima dei nostri mediani/centrocampisti centrali. Scontata la conferma di Bennacer e Kessie con il quale spingerei forte sull’acceleratore per la firma del rinnovo. Tonali, in prestito con diritto di riscatto dal Brescia, lo confermerei. Certo Sandro deve crescere ancora molto, deve acquisire leadership e proporsi di più come qualcuno gli ha già rimproverato, però qualcosa di buono ha già fatto vedere. Inoltre è un classe 00, italiano, con la testa sulle spalle, a cui bisogna dare il giusto tempo per maturare e diventare un elemento importante per questa squadra (come già accaduto per Bennacer). Il quarto posto…

Milan-Samp 1-1: Bennacer prevedibile, male Theo Hernandez

DONNARUMMA Voto 7,0: incolpevole sul gol, perché la didattica della costruzione dal basso impone che lui dovesse essere lì, tenuto conto che la palla era in nostro possesso. Al minuto 5 si scalda su Gabbiadini, al minuto 21 blocca su debolezza di Augello, al minuto 23 para alla grande su Thorsby. Ormai difensore centrale aggiunto. SAELEMAEKERS Voto 5,5: messo a fare il terzino parte spingendo con un bel cross al minuto 3. Ha spazio e cerca di approfittarne ma la scarsa collaborazione del compare di fascia lo espone alle scorribande di Augello e Damsgaard. Ad uscire all’intervallo dovrebbe essere il collega spagnolo (che “non vede, non sente ma parla del…

Approfondimento tattico: la palla lunga

Buongiorno. Come anticipato (e promesso…) “Uno sciagurato punto di vista” presenta la seconda parte dell’approfondimento tattico dedicato alla contrapposizione tra i sostenitori della costruzione dal basso e quelli della palla lunga. Nella prima parte ci eravamo occupati di definire meglio la costruzione dal basso e sottolineare anche dal punto di vista numerico e statistico quali fossero i “punti” a suo favore e portati dai suoi sostenitori a supporto della loro “fede”. Oggi, facciamo lo stesso relativamente alla palla lunga. ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ Partiamo col dire che, in linea generale, personalmente ritengo che nel calcio siano possibili diversi approcci. Tutti possono dare risultati se applicati in un contesto ideale che però ne amplifichi…

Se fossi Maldini e Massara in difesa prenderei…

Voglio provare ad immedesimarmi in Maldini e Massara, le due figure dirigenziali che nei prossimi mesi saranno impegnati nella campagna acquisti. Una campagna acquisti che quest’anno più che mai si preannuncia molto importante e fondamentale per dare concretezza a quanto di buono fatto ultimamente. Non sarà facile prendere determinate scelte, ma c’è da rafforzare una squadra che tanto bene ha fatto per buona parte di questa stagione, salvo però comunque dimostrare alcune lacune che vanno colmate. Innanzitutto ci sono i rinnovi di Donnarumma e Calhanoglu, con quelli poi di Kessie e Romagnoli sullo sfondo. Non dimentichiamo poi la situazione Ibra, i riscatti di Tomori e Meïté, i prestiti di Dalot…

Costruire dal basso, opportunità o moda (parte I)

Buongiorno. In questa e nelle settimane a seguire, per la rubrica “Uno sciagurato punto di vista”, ci occuperemo di tattica, che tanto ci appassiona. In fin dei conti, siamo o no un popolo di C.T.? Cercheremo di approfondire il dualismo, vero o presunto, tra i sostenitori della “costruzione dal basso” e quelli della “palla lunga”, evidenziando i diversi punti di vista e di opinioni sull’argomento. Passano gli anni e le mode, ma le dispute non tramontano mai. Una volta (anni ’80) era Sacchisti vs Trapattonisti. Adesso, dove siamo? Ancora una volta, siamo al “progressisti vs tradizionalisti”? Contrapponiamo “giochisti vs risultatisti”? Dezerbiani vs Allegriani? Oppure è tutta una scusa? ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ Nelle…

Fiorentina-Milan 2-3, le pagelle dei nostri

Donnarumma voto 5,5: le palle inattive della Fiorentina gli rendono la serata indigesta. Arriva solo con lo schiaffo sulla punizione di Pulgar e non può nulla sul gol di Ribery. Per il resto nessuna parata da segnalare. Dalot voto 4,5: il punto debole della squadra, è apparso svagato e distratto, non certo ai livelli di Verona e Manchester (trasferta). Inizia con un crossaccio che anni fa avrebbe fatto gioire l’oratorio tutto. Suo il fallo su Castrovilli che determina il gol del pari. Bissa l’errore al minuto 24 con un pallone orizzontale immediatamente intercettato. Un’unghia meglio nella ripresa dove fa le cose migliori al minuto 82 (!) quando ferma Ribery e…

Milan-Manchester UTD 0-1, le pagelle dei nostri

DONNARUMMA Voto 6+: para al minuto 19 in uscita plastica con pugni, al minuto 31 esce fuori dai sacri confini dell’area di rigore per chiudere di piede, para al minuto 24 su Fred e al minuto 51 su Greenwood. Al minuto 83 abbranca in presa bassa su cross di Wan Bissaka. Sul gol poteva fare di più?Certamente poteva fare meglio chi gli stava davanti. KALULU Voto 6,5: sino a che resta in campo, dispensa personalità da veterano. Parte lentamente poi al minuto 13 si infila in area ma non rifinisce al meglio. Al minuto 18 chiude bene su Shaw. Rashford dalla sua parte non si è visto. Esce senza demerito…

Milan-Napoli 0-1, le pagelle dei rossoneri

Donnarumma Voto 6,5: para al minuto 14 su Insigne, al minuto 15 su Zielinsky e al minuto 57 su Ruiz. Consueta quantità industriale di palloni giocati con i piedi. Incolpevole sul gol. DALOT Voto 5,0: evidentemente tre partite buone di fila sono troppe e lui, dopo due, ritorna sui livelli che avevamo già visto. Si sposta dalla parte opposta con l’intento di limitare Insigne. Fa cose buone (tipo la diagonale difensiva) ma anche meno buone. L’asse con Castillejo non va per nulla e dalla fascia destra non buschiamo nulla per l’attacco. Socio di maggioranza nella Ditta “Complicazione Affari Semplici” contribuisce al gol del Napoli con una giocata insensata che sa…

Mission News Theme by Compete Themes.