Press "Enter" to skip to content

Tempi Rossoneri

Casalinga spara sulla frolla al grido di “Suning è grande”

La cronaca nera, in tempi di coronavirus, è purtroppo piena di gesti estremi che in altri momenti si sarebbero forse potuti evitare. Il dramma in questione è una tragedia familiare, consumatasi ieri pomeriggio nella frazione di Casal Federlengo, un piccolo paesino della Val D’Orcia. Una casalinga di 46 anni, forse esasperata dalle misure restrittive cui era sottoposta da giorni (Dpcm del 9 marzo 2020), in un incontrollabile raptus di follia ha preso la pistola, regolarmente detenuta, si è diretta in cucina e ha esploso tre colpi sulla pastafrolla, che in quel momento era adagiata sul tavolo, in uno stampo metallico leggermente cosparso di burro. Secondo la testimonianza di un vicino…

Tre buone notizie in tempi di Coronavirus

Sono poche, ma ci sono. Le buone notizie in questo periodo. Eccone tre. Abdelhak Nouri si è risvegliato dal coma che durava ormai da oltre due anni e mezzo. Il 22enne ebbe un grave malore nel corso di una partita amichevole fra la sua squadra, l’Ajax, e il Werder Brema, a inizio luglio 2017. Il giovane di origini marocchine era allora considerato uno dei talenti più promettenti del calcio giovanile olandese. Adesso è cosciente, secondo quanto raccontato dal fratello, e prova a comunicare con piccoli gesti e pochissimi movimenti, avendo purtroppo riportato seri danni cerebrali. Mangia, riesce a sorridere, talvolta sembra commuoversi. La famiglia coltiva la naturale speranza che le…

In Australia il calcio non si è ancora fermato

Mentre quasi tutto il mondo si è fermato, con la sospensione di praticamente tutti i campionati , in Australia si continua a giocare. A Melbourne, pur con la restrizione che prevedeva la presenza di soli 500 spettatori, si è disputata infatti la finale del campionato donne fra il Sydney FC e la squadra locale del Melbourne City. Proprio le padrone di casa hanno conquistato il loro quarto titolo degli ultimi 5 anni. Il campionato maschile, invece, si gioca completamente a porte chiuse. Ma forse ancora per poco: la Federcalcio australiana ha rivelato che l’amministratore delegato James Johnson farà un “annuncio significativo per quanto riguarda il proseguimento della stagione Hyundai A-League…

Donare il sangue è importante anche adesso

Lo ha detto anche Beatrice Lorenzin, ministro della salute: “Non è pericoloso donare il sangue, anzi forse è l’unico motivo per uscire di casa oltre alle cose indispensabili al sostentamento personale. Abbiamo bisogno di donatori!”. E’ infatti facile comprendere come anche nel periodo di emergenza nazionale che stiamo vivendo, avere sangue a disposizione di chi ne ha bisogno sia di primaria importanza per proseguire regolarmente i cicli di cura di alcuni pazienti, per esempio i talassemici. Come spiegato dal Ministero della Salute, le donazioni rientrano nelle «situazioni di necessità» previste dal decreto del governo per le quali non sono applicate le restrizioni agli spostamenti: si può quindi andare a donare…

Emergenza Coronavirus, l’appello della Croce Rossa

L’appello della CroceRossa: “Cerchiamo medici, infermieri, oss e personale sanitario per le aree più colpite dal coronavirus”. Chi vuol dare la propria disponibilità ♥ può inviare un SMS al numero 435.35.35. In poche ore ci sono state già un centinaio di adesioni. In questo periodo di emergenza nazionale e mondiale, tempirossoneri.com ha deciso di ridurre drasticamente le pubblicazioni di articoli a tema calcistico, scegliendo di veicolare messaggi utili a migliorare la situazione sanitaria.

Scarichi, demotivati e viziati

Nella partita a porta chiuse col Genoa abbiamo potuto ammirare, si fa per dire, una squadra scarica e demotivata, persa fra i turbolenti discorsi societari, la mancanza di una vera guida dirigenziale e le paure del coronavirus. Le componenti sociali e societarie hanno creato un mix ideale per non far rendere al meglio i rossoneri, peraltro amorevolmente viziati (per tutto il campionato) dalla presenza sugli spalti di 50.000 e passa tifosi fedeli, che proprio ieri mancavano. Le pagelle degli uomini di Pioli: Begovic 6 Avrebbe potuto avere un esordio migliore a San Siro. Mai veramente impegnato. Conti 5 Abbastanza fuori dal match per intensità e posizione. Inoltre è troppo fermo…

Ufficiale: Boban è out. Riparte il campionato. Ma per quanto?

Arrivato da poco il comunicato ufficiale del Milan, che di fatto ufficializza ciò che da qualche giorno era già nell’aria: la fine del rapporto lavorativo fra Zvonimir Boban e il club rossonero. Decisiva l’intervista alla Gazzetta dello sport, non autorizzata dalla società, ma altrettanto decisivi i contenuti della stessa, cioè le pesanti parole del croato nei confronti dell’operato di Gazidis. Di seguito il testo del comunicato: AC Milan conferma di aver comunicato al Signor Zvonimir Boban la risoluzione del contratto con effetto immediato per il ruolo di Chief Football Officer del Club. Il Club ringrazia Zvonimir per il suo operato in questi 9 mesi e gli augura il meglio per il futuro…

Mission News Theme by Compete Themes.