Press "Enter" to skip to content

Tempi Rossoneri

Fear Enthusiast Opportunity

Il cinema horror ti appassiona? Il mondo della paura ti affascina? Tempi Rossoneri sta cercando proprio te per discutere di tutto ciò che accade nel mondo rossonero e per commentare le partite del Milan. Sempre se ci saranno. Altrimenti discuteremo insieme del glorioso passato di questo magico club. Non ti chiediamo competenze particolari e neanche un impegno costante, ma la capacità di scrivere in maniera corretta, la creatività, l’ironia e la capacità di non prendersi troppo sul serio sono per noi piuttosto importanti. Scrivici senza esitazione oppure con molta esitazione, non ha importanza. La nostra e-mail è tempirossoneri@yahoo.it

Calciomercato: Mohamed Simakan, difensore giovane e versatile

Nato il 3 maggio 2000 a Marsiglia, Mohamed Simakan si è formato in piccole squadre locali prima di giocare tre anni nelle giovanili dell’Olympique de Marseille. Attualmente è in forza allo Strasburgo. Alto 1,87 per 82 chili, destro di piede, difensore centrale o terzino destro di ruolo. Nel 2018 la sua carriera ha avuto un brusco stop a causa della rottura di un crociato. A gennaio scorso l’Atalanta si interessò a lui ma ritenne troppo elevata la cifra richiesta dallo Strasburgo, proprietario del cartellino; pure il Milan ci aveva già fatto un pensierino in inverno. Il contratto di Simakan scade a giugno 2023. Il francese negli anni scorsi fu seguito…

Rafael Leao, pregi e difetti di un attaccante ancora incompiuto

Leao con tre gustao, delicassao spregiudicao e depressao. Tre gusti, in effetti, ci sono tutti. Dolce, amaro e un terzo più imprevedibile, non ancora ben definito, per il momento a base di una spregiudicatezza che potrebbe promettere bene quanto male, perchè a 20 anni nulla è ancora fatto e compiuto. A parte i giudizi dei cinici, quelli sì che sono già confezionati e la spedizione è pure gratuita. Apro una parentesi che sarà un pò lunga. Magari lo avete notato anche voi, i giudizi affrettati (quasi sempre negativi, liquidatori) sono assai diffusi in direzione di giovani calciatori come Rafael Leao, Paquetà o Kouamé del Genoa, giusto per prenderne tre come…

Campionati fermi, gli scommettitori si danno al ping pong

La stagione calcistica è sospesa un pò in tutto il mondo. In Italia vorrebbero riprenderla al più presto, malgrado in realtà non tutti i club siano d’accordo (ma un accordo lo avrebbero trovato nelle ultime ore, pare). Mentre la Uefa dice che “Necessario concludere i campionati e le coppe nazionali”, non si può non convenire che le reali prospettive non siano delle migliori, per usare un eufemismo. Già il fatto che una eventuale ripartenza sarà senza pubblico, condizionerà molti aspetti di uno sport che senza pubblico ha poco senso di esistere. La speranza, comunque, è che gli allenamenti possano riprendere a inizio maggio per arrivare nelle condizioni di giocare alla…

Brescianini, il De Bruyne lombardo

Nome: Marco Brescianini, età: 20 anni, segno zodiacale: Capricorno. Non è alto 1,69 come erroneamente riportato su vari siti internet, ma almeno 15 cm di più. Centrocampista moderno, mezzala o centrale di centrocampo, mancino, dinamico, buon fisico, buona tecnica, buone geometrie, ottimo tiro dalla distanza. Un bel mix di qualità e quantità. Questo ragazzone dall’aspetto nordico ha tutte le carte di regola per sfondare nel mondo professionistico e nel cuore di molte tifose, visto che è biondo e ha gli occhi azzurri. E abbiamo la sensazione che proprio in quel mondo (professionistico, non delle tifose) stia ormai per tuffarsi, del resto è già stato aggregato alla prima squadra rossonera. Nato…

La ripartenza dell’Italia affidata a un super manager milanista

Si chiama Vittorio Colao, 58 anni, calabrese di origine, è lui l’uomo scelto dal premier Conte per far ripartire l’Italia in modo efficace. Lui che efficace, efficiente e privo di fronzoli lo è sempre stato, stando al suo curriculum lavorativo e a come lo descrivono i suoi colleghi. Laurea in Economia e Commercio presso l’Università Bocconi di Milano, MBA con lode presso la Harvard Business School. Hanno scritto di lui che sognava la carriera militare, è stato anche ufficiale dell’Arma dei carabinieri e alpino, prima di imboccare una strada diversa. La sua carriera è iniziata negli uffici londinesi di Morgan Stanley, evolvendosi poi di volta in volta fino ad arrivare…

Da Ibrahimovic a Ibrahimovic, l’ultimo decennio del Milan

Sembra passato pochissimo tempo, eppure il lasso di tempo nel quale Zlatan Ibrahimovic ha lasciato l’AC Milan per poi farvi ritorno è durato ben sette anni e mezzo. Un periodo lunghissimo ha diviso le due esperienze in rossonero del possente attaccante svedese, venduto nell’estate del 2012 al Paris Saint Germain insieme al difensore brasiliano Thiago Silva e tornato a Milanello solamente nel gennaio scorso. A 38 anni suonati, l’attaccante sicuramente non può contare sul fisico che lo accompagnò al suo primo arrivo al Milan, quando aveva da poco compiuto trent’anni e si apprestavo a realizzare una delle sue migliori stagioni di sempre, portando tra l’altro i rossoneri a vincere l’ultimo…

Emergenza Covid-19: alcune importanti iniziative rossonere

L’AC Milan ha già messo in atto una serie di iniziative benefiche volte ad aiutare la popolazione in generale e i suoi tifosi più a rischio in particolare. Il club rossonero e Fondazione Milan hanno infatti deciso di donare 250.000 euro ad AREU, Azienda Regionale Emergenza Urgenza, l’agenzia impegnata nell’affrontare le emergenze sanitarie nella Regione Lombardia. E’ stata creata una raccolta fondi che coinvolge tutti i dipendenti della stessa società, i giocatori e i tifosi. Sono già stati raccolti oltre 500.000 euro ed è ancora possibile effettuare donazioni attraverso la nota piattaforma di crowdfunding gofundme.com, a questo specifico link. Inoltre, sono in fase di prerealizzazione due diverse iniziative rivolte al pubblico…

L’interminabile intermezzo

Un mese e mezzo fa stavo provando a fare un elenco semiserio dei fatti caratterizzanti dei primi mesi del 2020. Partendo dall’ambito rossonero ovviamente. Copio e incollo: Zlatan Ibrahimovic è tornato al Milan, il gol di Calhanoglu è entrato nel paniere Istat, Suso e Piatek hanno lasciato l’Italia, Daniel Maldini ha esordito in serie A, il Festival di Sanremo ha compiuto 70 anni, Alvaro Vitali anche. Poi è arrivato il coronavirus a prendersi la scena, sovrastando questo inutile elenco e purtroppo non sarà facile togliergliela. Il calcio si è fermato, l’Italia si è fermata, il mondo si è bloccato proprio quando l’inverno si è concluso. Tuttavia la primavera, come diceva…

Cesare Maldini, il primo italiano a sollevare la coppa dalle grandi orecchie

Il 3 aprile 2016 si spegneva Cesare Maldini, mitico capitano del primo Milan vincente in Europa. Bisogna tornare indietro di quasi sei decenni. Era il 1963, anno che segnò una data di svolta per il calcio italiano in ambito europeo: la prima coppa europea vinta da una squadra italiana dalla fine della guerra. Il 22 maggio di quell’anno Cesare Maldini fu infatti il primo italiano ad alzare la prestigiosa Coppa dei campioni. Con la maglia rossonera C.Maldini giocò fino al 1966 disputando un totale di 347 partite con 60 reti. Nel suo palmares 4 scudetti, una coppa latina e, come dicevamo, una Coppa dei Campioni vinta a Wembley battendo il…

Casalinga spara sulla frolla al grido di “Suning è grande”

La cronaca nera, in tempi di coronavirus, è purtroppo piena di gesti estremi che in altri momenti si sarebbero forse potuti evitare. Il dramma in questione è una tragedia familiare, consumatasi ieri pomeriggio nella frazione di Casal Federlengo, un piccolo paesino della Val D’Orcia. Una casalinga di 46 anni, forse esasperata dalle misure restrittive cui era sottoposta da giorni (Dpcm del 9 marzo 2020), in un incontrollabile raptus di follia ha preso la pistola, regolarmente detenuta, si è diretta in cucina e ha esploso tre colpi sulla pastafrolla, che in quel momento era adagiata sul tavolo, in uno stampo metallico leggermente cosparso di burro. Secondo la testimonianza di un vicino…

Tre buone notizie in tempi di Coronavirus

Sono poche, ma ci sono. Le buone notizie in questo periodo. Eccone tre. Abdelhak Nouri si è risvegliato dal coma che durava ormai da oltre due anni e mezzo. Il 22enne ebbe un grave malore nel corso di una partita amichevole fra la sua squadra, l’Ajax, e il Werder Brema, a inizio luglio 2017. Il giovane di origini marocchine era allora considerato uno dei talenti più promettenti del calcio giovanile olandese. Adesso è cosciente, secondo quanto raccontato dal fratello, e prova a comunicare con piccoli gesti e pochissimi movimenti, avendo purtroppo riportato seri danni cerebrali. Mangia, riesce a sorridere, talvolta sembra commuoversi. La famiglia coltiva la naturale speranza che le…

In Australia il calcio non si è ancora fermato

Mentre quasi tutto il mondo si è fermato, con la sospensione di praticamente tutti i campionati , in Australia si continua a giocare. A Melbourne, pur con la restrizione che prevedeva la presenza di soli 500 spettatori, si è disputata infatti la finale del campionato donne fra il Sydney FC e la squadra locale del Melbourne City. Proprio le padrone di casa hanno conquistato il loro quarto titolo degli ultimi 5 anni. Il campionato maschile, invece, si gioca completamente a porte chiuse. Ma forse ancora per poco: la Federcalcio australiana ha rivelato che l’amministratore delegato James Johnson farà un “annuncio significativo per quanto riguarda il proseguimento della stagione Hyundai A-League…

Donare il sangue è importante anche adesso

Lo ha detto anche Beatrice Lorenzin, ministro della salute: “Non è pericoloso donare il sangue, anzi forse è l’unico motivo per uscire di casa oltre alle cose indispensabili al sostentamento personale. Abbiamo bisogno di donatori!”. E’ infatti facile comprendere come anche nel periodo di emergenza nazionale che stiamo vivendo, avere sangue a disposizione di chi ne ha bisogno sia di primaria importanza per proseguire regolarmente i cicli di cura di alcuni pazienti, per esempio i talassemici. Come spiegato dal Ministero della Salute, le donazioni rientrano nelle «situazioni di necessità» previste dal decreto del governo per le quali non sono applicate le restrizioni agli spostamenti: si può quindi andare a donare…

Emergenza Coronavirus, l’appello della Croce Rossa

L’appello della CroceRossa: “Cerchiamo medici, infermieri, oss e personale sanitario per le aree più colpite dal coronavirus”. Chi vuol dare la propria disponibilità ♥ può inviare un SMS al numero 435.35.35. In poche ore ci sono state già un centinaio di adesioni. In questo periodo di emergenza nazionale e mondiale, tempirossoneri.com ha deciso di ridurre drasticamente le pubblicazioni di articoli a tema calcistico, scegliendo di veicolare messaggi utili a migliorare la situazione sanitaria.

Mission News Theme by Compete Themes.