Press "Enter" to skip to content
Fertz

Posts published by “Fertz”

Cipiglioso, tendenzioso, tifoso. Seguo spesso l'istinto. Ai tempi delle scuole elementari, credo fosse in primavera, decisi di tifare Milan; nell'autunno 2013 mi venne l'idea di creare questo blog (online dal primo gennaio 2014). Considero normale, anzi indispensabile, un certo livello di faziosità, specialmente quando si parla di calcio.

Theo de testa ed è subito festa! Le pagelle

Milan-Lazio 3-2, le pagelle dei rossoneri: Donnarumma 6,5 Più che parare il rigore non può fare, peccato che i difensori non siano stati attenti nell’occasione. Sul gol di Immobile poco può. Calabria 6 Non benissimo la sua prima frazione, ma nella seconda va già meglio e il suo contributo risulta importante. Bei dialoghi con Calhanoglu. Theo Hernandez 8 Secondo tempo monumentale dopo un primo piuttosto bloccato. Come sempre quando parte non lo prendi se non lo abbatti, suo il gol di testa allo scadere che fa disperare gli interisti e fa fare un brillante Natale a noi. Romagnoli 6 Difficoltà particolari non ne ha. Solito impegno e solita dedizione. Peccato…

Milan-Fiorentina 2-0, le pagelle dei primi in classifica

Donnarumma 7 Qualche smanacciata imperfetta in un contesto perfetto e di pochi pericoli creati dai viola. Ma quei pochi pericoli lui riesce a sventarli con riflessi pronti, come sul missile di Vlahovic dove lui un pò la tocca, e come su Ribery. Calabria 7 Molto sicuro, rapido e determinato, collabora bene con Saelemaekers e talvolta tenta anche l'affondo in area. Davvero bene. Romagnoli 6,5 Il capitano torna e si presenta con un gol di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo. In difesa non commette sciocchezze come ultimamente gli era capitato qualche volta. Kjaer 7,5 Probabilmente il migliore in campo. Tosto e gagliardo, chiude molte situazioni con calma e sicurezza.…

E il suo regno non avrà fine. Le pagelle di Ibra e compagni

Udinese battuta 2-1, la decide nel finale una magia acrobatica dell’intramontabile Zlatan Ibrahimovic. Le pagelle dei rossoneri. *** Donnarumma 6 Poco impegnato dai friulani, attento sui cross, il rigore viene solo intuito. Calabria 7- Limita Deulofeu nel migliore dei modi senza risultare falloso. Bene in fase di impostazione, sembra anche avere il sorriso dell’ottimista stampato sul viso. Davvero ritrovato. Chi lo avrebbe mai detto? Kjaer 6 Meno statuario e risoluto del solito, ma si comporta comunque in maniera sufficientemente adeguata e meglio del suo collega di centro difesa. Romagnoli 5 Palesemente in ritardo, regala un calcio di rigore alla squadra di Gotti e successivamente sembra risentirne dal punto di vista…

Glasgow

Capitale nonchè più grande città della Scozia, Glasgow è una importante città portuale attraversata dal fiume Clyde. Deve il suo nome al verde che da sempre l’ha contraddistinta. Glasgow significherebbe infatti “valle verde”, un nome che ben si addice alla sua attuale realtà. Proprio nel 2020, infatti, a Glasgow è stato assegnato il riconoscimento di “Global Green City” dopo aver ottenuto punteggi molto elevati in diversi campi presi in considerazione: dalla qualità dell’aria alla presenza di spazi verdi, dall’efficienza energetica degli edifici al sistema dei trasporti pubblici, dall’attenzione verso l’ecologia agli accorgimenti per ridurre le emissioni di CO2. Un premio ai grandi sforzi compiuti dall’amministrazione locale per costruire un ambiente…

Le pagelle invisibili (Rio Ave-Milan dopo infiniti calci di rigore)

Ma che pagelle vogliamo fare? No, non me la sento. Non è stata la scarsa prova di un singolo che ha determinato il risultato e non è stata nemmeno la prestazione di un reparto. Stavolta penso non sia il caso di fare le pagelle nel modo classico e siccome non so in che altro modo farle, non le faccio proprio. La partita fra il Milan e l’imitazione portoghese di un famoso tonno, mi è sembrata avere una vita propria indipendentemente dai 22 in campo. Andava da sola verso un epilogo già scritto nonostante quello che provassero a fare i giocatori in campo. Sostanzialmente tutti impotenti, sia i nostri che i…

A pieni polmoni sull’oceano Atlantico: Vila do Conte

Vila do Conde è una località portoghese situata alla foce del fiume Ave, a 25 km a nord di Porto. Relativamente piccola, si affaccia direttamente sull’oceano Atlantico ed offre al visitatore soprattutto una buona scelta di spiagge meravigliose. Storicamente, è stato un importante centro di cantieristica navale e marinara. Oggi, però, l’industria principale è il turismo: Vila do Conte è infatti una delle mete preferite dai portoghesi, attratti dalle bellissime spiagge, dal buon cibo e dall’atmosfera rilassata. Non che manchino i monumenti e le chiese interessanti (come la Cattedrale e il Monastero di Santa Clara), ma le ampie spiagge come Praia da Senhora da Guia, Praia do Forno, Praia da…

Milan – Bodø/Glimt 3-2, missione compiuta ma non senza attimi di paura

Marcatori: 15′ Junker, 16′, 50′ Calhanoglu, 32′ Colombo, 55′ Hauge. Le pagelle dei rossoneri: *** Donnarumma 7 La bella parata nel finale sul perfido colpo di testa norvegese salva il Milan da grosse grane. Per il resto contempla gli spalti vuoti di San Siro. Calabria 6 Spesso (ma non sempre) attento, al cospetto di un avversario non facile. Hauge alla fine gli fa girare la testa ma tutto è bene quel che finisce bene. Kjaer 6 L’esperienza che ha gli consentirebbe di passeggiare con sicurezza anche sulle lune di Saturno, ma il tosto danese deve faticare un pò contro i nordici più nordici (e giovani) di lui. Gabbia 6- Junker…

Un gol per tempo, irlandesi a casa. Molto bene Calhanoglu

Shamrock-Milan 0-2. Marcatori: Ibrahimovic al 23′, Calhanoglu al 67′. Le pagelle dei rossoneri: *** Donnarumma 6,5 Un paio di interventi non esattamente facili. Sempre attento e concentrato, mai superficiale. Calabria 6+ Non soffre in copertura e in più spesso riesce ad essere utile in fase offensiva, pur senza mai affondare veramente. Un tiro senza convinzione, qualche buon pallone recuperato. La sensazione di essere un “terzino niente di che” permane, malgrado l’innegabile abnegazione e buona volontà. Da rivedere (forse questa è la sua eterna condanna) in altri contesti. Kjaer e Gabbia 6– Non sempre attenti, a volte si perdono una marcatura, a volte i tempi di lettura sono troppo lenti.  Theo…

T come Tonali, come Tatarusanu, come Tiémoué?

Toc toc. Chi è? Sono io, il Milan, sono tornato. Mi apri o sfondo la porta? Il mercato del club rossonero nell’anno del Covid-19 è tutto tranne che timoroso. Intraprendente, brillante, aggressivo, perfino con le idee chiare. E non è ancora finito. Senza inutili sensazionalismi esotici, Maldini e Massara hanno finora condotto una campagna acquisti intelligente e realmente mirata al rinforzamento. Non siamo sul terreno di gioco ma è una battaglia anche questa. Sconfitta l’Inter di Suning che secondo i maggiori esperti di calciomercato fino a qualche giorno fa poteva “prendere Tonali quando vuole”, battuta anche la Juve di Pirlo cui di certo uno come Tonali non avrebbe fatto schifo,…

Milan-Bologna 5-1, le pagelle rossonere

Donnarumma 7 Grande parata al 77′, per il resto assiste tranquillo alla goleada dei suoi compagni. Calabria 7 Rinvigorito dall’essere considerato ancora abile e arruolabile, fa diverse cose buone e poche cattive, tipo il perdere palla a centrocampo dopo essersela allungata troppo. Nel finale arriva anche il gol. Bravo. Romagnoli 6 Peccato per la scarsa opposizione in occasione del gol di Tomiyasu, perchè altre particolari sbavature non ce ne sono state nell’arco dei 90 minuti. Kjaer 6,5 Duro e muro, ferma ogni tentativo rossoblu con la solidità e l’imperturbabilità di un marmo di Carrara. Theo Hernandez 7,5 Già al settimo si crea una occasione da gol, poi mette il consueto…

Il Milan di Pioli cerca conferme prima del trittico infernale

Il Milan è in un buon momento, viene dalla tenace vittoria con la Roma e ha perso solo uno dei 37 precedenti contro la Spal. Inoltre ha vinto le ultime 8 partite giocate contro i ferraresi, che sono praticamente con l’acqua alla gola, a pochi passi dalla serie B. Più scontato di così si muore, potremmo dire. Ma potremmo dire anche una banalità più grossa, e infatti la diciamo: è proprio quando il risultato sembra possa essere solo uno che il calcio ci ricorda quanto esso possa essere imprevedibile. A proposito dei probabili schieramenti in campo, Pioli conferma il collaudato 4-2-3-1 con Romagnoli e Kjaer a proteggere Gigio Donnarumma. Calabria…

La Roma si scioglie, il Milan no. Le pagelle dei rossoneri

Milan-Roma 2-0, 28ma giornata di campionato, domenica 28 giugno 2020. MARCATORI: 31′ st Rebic, 44′ st Calhanoglu (su rig.). In un pomeriggio caldissimo, i rossoneri resistono e alla fine vincono. La Roma scompare nel secondo tempo. Le valutazioni dei giocatori del Milan. *** Donnarumma 6 Nessun impegno particolare, pomeriggio tranquillo. Conti 6 In affanno, ma solo a tratti, nel primo tempo, poi acquisisce sicurezza e nel finale gestisce bene la sua zona senza che Perotti riesca a creare alcunchè. Kjaer 7 Pressochè impeccabile nonostante le non perfette condizioni fisiche. Non si accorge neanche dell’ingresso di Kalinic nel finale. Romagnoli 6,5 Nonostante qualche disattenzione (per fortuna non costata cara), il suo…

A ritmi serratissimi (ma potrebbe durare poco)

C’è chi pensa che riprendere il campionato con una pandemia in forte via di attenuazione sia un’assurdità, chi si lamenta degli altri sport che sono stati dimenticati, chi semplicemente desidera tornare ad assistere a una partita di calcio. Anche se solo da casa. Chi non gliene frega niente del calcio, chi non vede l’ora di poter tornare ad avere uno stipendio. Senza entrare nel merito di ognuna delle decisioni recentemente prese dal consiglio della FIGC (come tutti, alcune le condivido, altre no), la mia opinione è che si poteva tranquillamente riprendere anche prima di adesso. Non si tratta di mettere lo sport prima della salute, si tratta di mettere la…

Metodo naturale per allontanare i serpenti dal Milan

Sono brutti, viscidi, squamosi, provocano paura, inquietudine, ribrezzo, alcuni li considerano perfino l’incarnazione del Demonio. Sono i serpenti, rettili antichissimi presenti sul pianeta Terra fin da prima dell’uomo. Nella credenza popolare il serpente è associato da sempre alle malelingue. Non a caso è uno dei simboli dell’Inter. Striscianti, perfidi, cattivi e spesso sfrontati, cercano di insinuarsi nei meandri delle nostre aspettative e speranze, con notizie sempre negative, all’insegna di un ineluttabile pessimismo e commenti velenosi, allusivi, provocatori, talvolta anche offensivi. Per tenere lontani i serpenti, i vecchi rimedi suggeriscono di bruciare vecchie scarpe, stracci, gusci d’uovo, oppure di cospargere il terreno di cannella, chiodi di garofano e aglio, magari lasciati…

Filtra possibilismo circa l’imponderabile

A Milanello, è risaputo, la terra è instabile più che altrove. Tante, tantissime torri sono cadute, anche quando sembrava finalmente che fosse arrivata la persona giusta nel ruolo giusto. E’ quasi una routine, ormai. Aspettative medio alte, a volte perfino esagerate, che si traducono in flop colossali, magari in esperienze brevissime e fallimentari o quasi. Questa grande mole di aspettative è prodotta da una fabbrica che ha lavorato a pieno regime anche durante il lockdown. Anche in questo presente indicibile, in cui più che mai niente è certo, paradossalmente tutto pare possibile. Così stampa e opinionisti tv e di ogni angolo del web si scatenano nella gara delle previsioni più…

Mission News Theme by Compete Themes.