Press "Enter" to skip to content
Nils

Posts published by “Nils”

Cipiglioso. Tendenzioso. Tifoso. Seguo spesso l'istinto. Ai tempi delle scuole elementari, credo fosse in primavera, decisi di tifare Milan; nell'autunno-inverno del 2000 mi piaceva una ragazza che pensava di avere un sorriso da cavallo, ma secondo me era solo autoironia. Nell'autunno 2013 mi venne l'idea di creare questo blog (online dal primo gennaio 2014). Considero normale, anzi indispensabile, un certo livello di faziosità, specialmente quando si parla di calcio. Il mio cane è morto, la mia e-mail è scrivonero@aol.com

Brescianini, il De Bruyne lombardo

Nome: Marco Brescianini, età: 20 anni, segno zodiacale: Capricorno. Non è alto 1,69 come erroneamente riportato su vari siti internet, ma almeno 15 cm di più. Centrocampista moderno, mezzala o centrale di centrocampo, mancino, dinamico, buon fisico, buona tecnica, buone geometrie, ottimo tiro dalla distanza. Un bel mix di qualità e quantità. Questo ragazzone dall’aspetto nordico ha tutte le carte di regola per sfondare nel mondo professionistico e nel cuore di molte tifose, visto che è biondo e ha gli occhi azzurri. E abbiamo la sensazione che proprio in quel mondo (professionistico, non delle tifose) stia ormai per tuffarsi, del resto è già stato aggregato alla prima squadra rossonera. Nato…

La ripartenza dell’Italia affidata a un super manager milanista

Si chiama Vittorio Colao, 58 anni, calabrese di origine, è lui l’uomo scelto dal premier Conte per far ripartire l’Italia in modo efficace. Lui che efficace, efficiente e privo di fronzoli lo è sempre stato, stando al suo curriculum lavorativo e a come lo descrivono i suoi colleghi. Laurea in Economia e Commercio presso l’Università Bocconi di Milano, MBA con lode presso la Harvard Business School. Hanno scritto di lui che sognava la carriera militare, è stato anche ufficiale dell’Arma dei carabinieri e alpino, prima di imboccare una strada diversa. La sua carriera è iniziata negli uffici londinesi di Morgan Stanley, evolvendosi poi di volta in volta fino ad arrivare…

Emergenza Covid-19: alcune importanti iniziative rossonere

L’AC Milan ha già messo in atto una serie di iniziative benefiche volte ad aiutare la popolazione in generale e i suoi tifosi più a rischio in particolare. Il club rossonero e Fondazione Milan hanno infatti deciso di donare 250.000 euro ad AREU, Azienda Regionale Emergenza Urgenza, l’agenzia impegnata nell’affrontare le emergenze sanitarie nella Regione Lombardia. E’ stata creata una raccolta fondi che coinvolge tutti i dipendenti della stessa società, i giocatori e i tifosi. Sono già stati raccolti oltre 500.000 euro ed è ancora possibile effettuare donazioni attraverso la nota piattaforma di crowdfunding gofundme.com, a questo specifico link. Inoltre, sono in fase di prerealizzazione due diverse iniziative rivolte al pubblico…

L’interminabile intermezzo

Un mese e mezzo fa stavo provando a fare un elenco semiserio dei fatti caratterizzanti dei primi mesi del 2020. Partendo dall’ambito rossonero ovviamente. Copio e incollo: Zlatan Ibrahimovic è tornato al Milan, il gol di Calhanoglu è entrato nel paniere Istat, Suso e Piatek hanno lasciato l’Italia, Daniel Maldini ha esordito in serie A, il Festival di Sanremo ha compiuto 70 anni, Alvaro Vitali anche. Poi è arrivato il coronavirus a prendersi la scena, sovrastando questo inutile elenco e purtroppo non sarà facile togliergliela. Il calcio si è fermato, l’Italia si è fermata, il mondo si è bloccato proprio quando l’inverno si è concluso. Tuttavia la primavera, come diceva…

Cesare Maldini, il primo italiano a sollevare la coppa dalle grandi orecchie

Il 3 aprile 2016 si spegneva Cesare Maldini, mitico capitano del primo Milan vincente in Europa. Bisogna tornare indietro di quasi sei decenni. Era il 1963, anno che segnò una data di svolta per il calcio italiano in ambito europeo: la prima coppa europea vinta da una squadra italiana dalla fine della guerra. Il 22 maggio di quell’anno Cesare Maldini fu infatti il primo italiano ad alzare la prestigiosa Coppa dei campioni. Con la maglia rossonera C.Maldini giocò fino al 1966 disputando un totale di 347 partite con 60 reti. Nel suo palmares 4 scudetti, una coppa latina e, come dicevamo, una Coppa dei Campioni vinta a Wembley battendo il…

Casalinga spara sulla frolla al grido di “Suning è grande”

La cronaca nera, in tempi di coronavirus, è purtroppo piena di gesti estremi che in altri momenti si sarebbero forse potuti evitare. Il dramma in questione è una tragedia familiare, consumatasi ieri pomeriggio nella frazione di Casal Federlengo, un piccolo paesino della Val D’Orcia. Una casalinga di 46 anni, forse esasperata dalle misure restrittive cui era sottoposta da giorni (Dpcm del 9 marzo 2020), in un incontrollabile raptus di follia ha preso la pistola, regolarmente detenuta, si è diretta in cucina e ha esploso tre colpi sulla pastafrolla, che in quel momento era adagiata sul tavolo, in uno stampo metallico leggermente cosparso di burro. Secondo la testimonianza di un vicino…

Tre buone notizie in tempi di Coronavirus

Sono poche, ma ci sono. Le buone notizie in questo periodo. Eccone tre. Abdelhak Nouri si è risvegliato dal coma che durava ormai da oltre due anni e mezzo. Il 22enne ebbe un grave malore nel corso di una partita amichevole fra la sua squadra, l’Ajax, e il Werder Brema, a inizio luglio 2017. Il giovane di origini marocchine era allora considerato uno dei talenti più promettenti del calcio giovanile olandese. Adesso è cosciente, secondo quanto raccontato dal fratello, e prova a comunicare con piccoli gesti e pochissimi movimenti, avendo purtroppo riportato seri danni cerebrali. Mangia, riesce a sorridere, talvolta sembra commuoversi. La famiglia coltiva la naturale speranza che le…

Mission News Theme by Compete Themes.